Inter, sfuma Mihajlovic: per Moratti Villas Boas o Gasperini

All’ultimo la pista che portava a Gasperini o Mihajlovic si raffredda. Il secondo resta alla Fiorentina e ora all’Inter di Moratti spetta una scelta difficile. Al patron piace molto lo “Special Two” del Porto Villas Boas. Ma costa 15 milioni e Gasperini non è ancora stato scartato

Sembrava tutto fatto per l’allenatore serbo della Fiorentina, già grande calciatore di punizioni nell’Inter di Moratti, ma in serata è arrivata una brusca frenata: Mihajlovic resta alla viola. Dopo l’annunciato addio ai nerazzurri di Leonardo, che andrà al Psg a fare il manager – e vorrebbe avere con sé Ancelotti e Borriello -, Moratti aveva inizialmente virato su Bielsa, che però ha rifiutato per motivi personali.

Dopo il primo no, il tentativo per Mihajlovic, che però i Della Valle non vogliono lasciare andar via. Il serbo, che desidera da tempo di allenare la sua ex squadra, dovrà attendere ancora qualche anno. A questo punto, il sogno è lo “Special Two”, Villas Boas, l’allenatore che ha vinto tutto con il Porto dopo essere stato il secondo di Mourinho. Il Villas Boas, che ha una clausola rescissoria di 15 milioni, è cercato anche dal Chelsea.

Ma poiché non è facile che il portoghese se ne vada dalla squadra con cui ha appena trionfato, resta sempre calda la pista che porta a un giovane allenatore italiano, Gasperini, che ha dimostrato di saper fare giocare bene le sue squadre. E che forse, come Allegri con il Milan, meriterebbe una chance da Moratti.