Il labbro leporino è un problema insopportabile per le madri inglesi, che preferiscono abortire

Tra il 2006 e il 2012 nel Regno Unito sono stati eseguiti centocinquantasette aborti legati a labbra leporine e piedi equini. Malformazioni genetiche di lieve entità che si sarebbero potute curare dopo la nascita.

L’osservatorio europeo sulle malattie congenite Eurocat ha diffuso i dati emersi da uno studio focalizzato sulle interruzioni di gravidanza nel Regno Unito. Tra il 2006 e il 2010 sono stati eseguiti 157 aborti legati a malformazioni congenite di lieve entità, risolvibili dopo la nascita del bambino. Le madri inglesi hanno scelto di non far nascere i loro bambini perché affetti da labioschisi (conosciuta come labbro leporino) o da piedi equini. Eurocat ha anche evidenziato le discrepanze tra i risultati ottenuti dalla ricerca e i dati ufficiali. Anche il Sunday Times ha confermato che di queste 157 interruzioni solo 14 sono state registrate con i reali motivi che hanno spinto la famiglia a scegliere di praticare l’aborto.

COMMISSIONE SPECIALE. Il piede equino, storto e ricurvo verso il basso, è una delle anomalie congenite più diffuse e coinvolge un neonato ogni mille. Anche la labioschisi è abbastanza frequente, dato che colpisce un bambino ogni settecento. La legge britannica al momento consente di interrompere la gravidanza fino alla ventiquattresima settimana, ma è permesso superare questo limite adducendo un “rischio sostanziale, un grave handicap, o il fatto che la gravidanza possa provocare danni permanenti alla salute fisica o psichica della madre”. Dei 157 aborti rilevati da Eurocat, 146 sono stati effettuati dopo il termine consentito. Ora toccherà a una commissione parlamentare esaminare i dati della ricerca e scoprire perché sempre più donne scelgano l’aborto selettivo. A presiederla sarà la conservatrice Fiona Bruce, mamma di un bambino nato con i piedi equini.