Giovedì al cinema, tra convivenze forzate e leggendari eroi

Natale si avvicina e le uscite al cinema raddoppiano.Tra famiglie vere e presunte, film d’animazione per i più giovani e qualche pellicola per pensare.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si avvicina Natale e come da tradizione le sale si preparano ad accogliere numerose pellicole. Questo è infatti il periodo in cui gli spettatori si rifugiano al cinema, per combattere le sere piovose. Potranno farlo scegliendo Di nuovo in gioco, il film di Robert Lorenz, in cui Clint Eastwood recita senza sedersi dietro la macchina da presa (non accadeva dal 1993). I più piccoli potranno però trovare rifugio tra le animazioni de Le 5 leggende, super produzione hollywoodiana che racconta le avventure di Babbo Natale, la Fatina dei denti, il Coniglio di Pasqua e Sandman alle prese con l’Uomo Nero, che trasforma i sogni dei bambini in incubi.

TUTTI SOTTO UN TETTO. Ricchissima l’offerta di film italiani. La commedia Una famiglia perfetta, di Paolo Genovese, racconta la solitudine del miliardario Leone, che decide di ingaggiare una compagnia di attori che interpreti la sua famiglia solo per la notte di Natale. Per gli attori si rivelerà un vero incubo. Di tutt’altra natura la storia di Cosimo e Nicole, diretta da Francesco Amato. Due giovani si conoscono in occasione del G8 di Genova, nel 2001. Da lì comincia la loro relazione, che li vede attraversare l’Europa intera fino ad approdare ancora nella città ligure. Qui un incidente metterà a dura prova il loro amore e la loro integrità morale. Problemi di convivenza, invece, nel film di Maurizio Ponzi, Ci vediamo a casa. Una commedia che affronta tre modi diversi di intendere la vita di coppia sotto lo stesso tetto. Anche il film francese E se vivessimo tutti insieme? tratta il tema della convivenza. Protagonisti però sono cinque amici di vecchia data, non più giovanissimi ma decisi a sperimentare l’avventura di vivere tutti tra le stesse quattro mura. Facile immaginare come potrà andare a finire. O forse no.

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •