Freddie Mercury, l’icona del rock rivivrà sul grande schermo

Sacha Baron Cohen è stato scelto per vestire i panni del leader dei Queen, scomparso ventuno anni fa. Intanto il prossimo 20 novembre arriva al cinema l’epico concerto di Budapest del 1986.

Freddie Mercury è una di quelle figure leggendarie di cui nessuno si stanca mai di parlare. L’uomo che sul palco era in grado di far qualsiasi cosa, senza mai una sbavatura o un’incertezza nella voce. Il prossimo 24 novembre saranno già passati ventuno anni dalla sua morte, che lo colse nel 1991 a Londra, il giorno successivo alla prima dichiarazione pubblica della sua malattia, l’Aids. Un tempo lunghissimo, scandito da tributi, cd live, reunion dei Queen e sopratuttto dalla sua musica, dalle sue interpretazioni, dal suo modo di essere.

FILM, LIBRI E DOC. Intanto domani arriva in libreria il volume The Great Pretender, un omaggio fotografico che promette di portare alla luce alcuni aspetti sconosciuti del leader dei Queen. Ad accompagnare il libro anche un documentario con lo stesso titolo, mandato in onda dall’emittente inglese Bbc e che finalmente sarà disponibile anche in dvd. In arrivo anche un film: a interpretare il cantante sarà il comico Sacha Baron Cohen (conosciuto per il film Borat e di recente protagonista de Il dittatore), scelto da Rober De Niro e dalla sua casa di produzione che ha ufficializzato pochi giorni fa l’inizio delle riprese della pellicola dedicata a Mercury nel 2013. Intanto, per i fan del gruppo rock britannico una piccola chicca il prossimo 20 novembre, per la prima volta, sarà distribuito nelle sale cinematografiche il concerto dei Queen tenutosi nel 1986 a Budapest, quando ottantamila fan applaudirono Mercury e company e il loro stratosferico show.