Cina. Dopo Lippi, Drogba? A Pechino il calcio cresce alle nostre spalle [link url=https://www.tempi.it/videogallery/cina-dopo-lippi-drogba-il-calcio-orientale-cresce-alle-nostre-spalle#axzz1vUI5pixD]VIDEO[/link]

L’ivoriano non rinnova col Chelsea, raggiungerà l’ex-compagno Anelka? Intanto Lippi s’accomoda sulla panchina del Guangzhou Evergrande, e trova il pluripagato Dario Conca.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Dopo Marcello Lippi, anche Didier Drogba potrebbe volare in Cina per finire la sua carriera sportiva. Il neo-campione d’Europa ha infatti annunciato che non rinnoverà il suo contratto con il Chelsea, e subito il suo nome è stato accostato al mercato orientale, che già si era interessato a lui lo scorso dicembre. Per qualcuno l’affare è già fatto, tanto che la pagina wikipedia dell’ivoriano citava qualche giorno fa la squadra dello Shanghai Shensua come sua nuova casa. Ma è stata una gaffe, perché per ora di certo non c’è nulla, con Milan e Marsiglia ancora alla finestra per ingaggiarlo.

Qualora però l’ex-attaccante del Chelsea
accettasse il trasferimento in oriente troverebbe un suo vecchio compagno di squadra, Nicolas Anelka, da dicembre in forza allo Shanghai Shensua. Da queste parti il calcio non è uno sport molto conosciuto, ma i grandi investimenti di imprenditori supermilionari rendono appetibile la Chinese Super League per grandi giocatori sulla via del tramonto. Per Anelka si parla di uno stipendio di 10,6 milioni l’anno: 9 presenze e due gol sono valse all’ex-Real Madrid la promozione a giocatore/allenatore, dopo l’esonero del talento francese degli anni 80 Jean Tiganà.

Ma in quanto a stipendi generosi, fanno di certo notizia i 900mila euro mensili che il Guangzhou Evergrande paga a Dario Conca,  giocatore argentino tuttaltro che eccelso arrivato la scorsa estate. L’attaccante 28enne pare aver fatto l’affare della vita: al termine di una bella stagione con la Fluminense, non avendo particolari offerte stuzzicanti dall’Europa, ha deciso di accettare questa maxi-contratto, che lo ha reso il quarto giocatore più pagato al mondo. Non ha mai vestito la maglia albiceleste della sua Selecion, eppure in Cina è ormai venerato come un idolo: a suon di gol ha già conquistato un campionato nazionale, e ora si prepara a una nuova avventura agli ordini proprio di Marcello Lippi. Ma il viareggino pare avere un parere diverso sul pluripagato campione argentino, e già al primo match l’ha sostituito in fretta e furia.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •