Antonio Conte: capitano, bandiera e prossimo allenatore della Juventus

L’annuncio della società bianconera dovrebbe arrivare tra martedì e mercoledì. Si attende la fine del campionato per salutare Gigi Delneri e dare il benvenuto ad Antonio Conte, capitano e bandiera della Juventus anni Novanta. Il grande colpo della società potrebbe essere il Kun Aguero

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il campionato non è ancora finito, ma i verdetti sono già stati scritti, per tutti o quasi. Chiuso il calcio giocato adesso ci si concentra sul “fantamercato”, spazio ai sogni perché la speranza non muore mai. In casa Juventus l’epoca Delneri sembra giunta al termine dopo appena dodici mesi dal suo arrivo a Torino. Con lui potrebbe saltare anche il dg Marotta, ma al momento il suo nome non è ancora uscito dalla black list.

Tanti i nomi che potrebbero sedersi sulla panchina juventina. In questi giorni si è fatto spazio tra tutti quello di Antonio Conte, ex capitano e bandiera della Juve anni Novanta. Arrivato a Torino nel 1991 è stato lanciato da Giovanni Trapattoni. Divenuto presto capitano, ha lasciato la fascia a Del Piero nel 2001 e nel 2004 si è ritirato. In tutto 419 presenze e 44 gol, 5 scudetti, una Champions League e una coppa Intercontinentale.

Chiusa la carriera da calciatore ha iniziato subito ad allenare: vice di De Canio al Siena nel 2005, un anno ad Arezzo, uno al Bari dove vince il campionato di serie B, uno all’Atalanta in serie A, quest’anno ancora al Siena con cui ha conquistato la promozione nella massima serie vincendo il campionato.

L’annuncio dovrebbe arrivare tra martedì e mercoledì: Antonio Conte dovrebbe essere il quinto allenatore della Juventus del post Calciopoli (5 allenatori in 4 anni, media migliore del vulcanico Zamparini). Voluto dai giocatori e soprattutto da Nedved, dirigente discreto e silenzioso ma con grande voce in capitolo all’interno della nuova società.

Calciospettacolo e laterali che volano sulle fascie, questo il biglietto da visita con cui si presenta Conte e con cui l’allenatore leccese ha vinto, convincendo, sia con il Bari sia con il Siena. E per tornare subito ai vertici la dirigenza bianconera vuole regalare al proprio allenatore dei calciotori di altissimo livello. Si parte con Aguero: ieri la dirigenza ha incontrato i procuratori del ventitreenne argentino, per lui è pronto un contratto triennale da 12 milioni. In arrivo a parametro zero Ziegler e Pazienza ed entro la fine della settimana si ufficializzerà l’ingaggio di Pirlo che non rinnoverà con il Milan campione d’Italia.

Insomma, non resta che attendere la fine del campionato per avere tutte le conferme delle indiscrezioni di questi giorni. Anno nuovo ed ennesima vita nuova per i bianconeri: «Luglio, agosto, settembre sempre rivoluzione…».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •