Google+

Sir: Ragazzi di Gaystatale, provate a «mettere rossetto e ombretto a un imam barbuto»

novembre 20, 2013 Redazione

Duro commento dell’agenzia Sir all’iniziativa del gruppo Lgbt dell’università milanese che ha esposto una locandina oltraggiosa raffigurante Benedetto XVI

L’agenzia Sir, legata alla Conferenza episcopale italiana, ha pubblicato ieri un commento non firmato e intitolato “Vincere facile, rischiare mai” in merito al cineforum organizzato dall’associazione Gaystatale nell’Università Statale di Milano. 

Avviso, questo è un “messaggio” ad alto contenuto di umorismo, che si sappia e non si cominci a gridare all’istigazione e alla provocazione. Che così son capaci tutti e non è questa l’intenzione.

Allora, ragazzi, vi piace vincere facile con chi porge l’altra guancia, eh? Comodo mettere ombretto e rossetto a un anziano Papa emerito e invocare la censura al primo segno di dissenso, vero? Comodo appellarsi a un sacrosanto diritto, quello di satira, per sfruttare il trambusto e poi strepitare di polemiche pretestuose invitando a contestualizzare, non è così? Ebbene, cari goliardi studenti dell’università Statale di Milano, permettete un suggerimento comunicativo destinato ad elevare se non il tono, almeno il ritorno mediatico della manifestazione.

Già che vi sforzate di ideare questi spiritosi manifesti per pubblicizzare il cineforum su “omosessualità e religione”, provate a fare qualcosa di veramente satirico e di rottura: mettete rossetto e ombretto a un Imam barbuto. Suvvia, dimostrate sprezzo del pericolo, e non del ridicolo come in questo caso. Impegnatevi davvero nella provocazione, alzate il tiro. Non siete stanchi di prendervela coi cattolici? Ah, no? Beh, d’altronde è come andare a caccia in riserva col richiamo, quelli sono un bersaglio facile: al massimo scrivono lettere indignate ai giornali, fanno un paio di interpellanze e poi lasciano perdere. Porgono l’altra guancia e invitano al dialogo.

Animo! Sperimentate che cos’è la vera libertà di satira e di espressione, legittima eh, per carità. E sarebbe anche fondata: non risulta che nei Paesi islamici di stretta osservanza vi sia tutta quest’apertura verso i gay. Ah, dite di no, che non si può fare? Ah, certo, i musulmani si offendono, o meglio, hanno la reazione delle formiche nel loro piccolo. Quindi rifare l’arco sopracciliare a un anziano, venerato e rispettato membro della comunità religiosa islamica non vi sembra opportuno… Come dite? Una questione di rispetto. Ah, ci era parso…

Aggiornamento: il collettivo GayStatale ha chiesto scusa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

65 Commenti

  1. controinformato says:

    un cartello infantile, fuori luogo e vile

  2. Emanuele says:

    In un paese islamico se sei gay sei morto o torturato, volete far passare il messaggio che la chiesa cattolica per farsi rispettare debba essere violenta? Spero ben di no!
    Secondo in italia la religione predominante è quella cattolica, anche se alla fine è solo una facciata, per cui è normale prendere di mira persona di questa religione.

    • Piero says:

      Tranquillo, la violenza la lasciamo ai gayisti come quelli della statale, a quelli che sono andati a insultare le sentinelle a Bergamo, a quelli che hanno attaccato la manifestazione a Casale Monferrato, etc.etc.
      Secondo, è normale che essendo fondamentalmente dei codardi, i gayisti se la prendono con chi sanno che non reagisce, forti con i deboli, deboli con i forti……….Adesso comunque, appena passata la legge anti-omofobia, oltre alla violenza solita, potranno anche divertirsi con le condanne penali per tappare la bocca ai dissidenti, probabilmente verrà anche costituita la gaystapo, perchè no? con leggi speciali, polizia speciale………

    • giuseppe says:

      A qualcuno pare che la chiesa cattolica sia violenta?Io la violenza la vedo in taluni giovincelli ed in altri lasciti illuminanti dei commenti che qui convergono.Ed a Torquemada volgo una supplica:ci informi lui con la sua dotta e rispettosa dottrina.Se non afferra che quel “vecchio”ritratto rappresenta milioni di credenti,tiepidi ed incoerenti finché si vuole ,ma sempre credenti,allora continui pure a sguazzare nella suo pressapochismo intellettuale.Ci provi lui a rappresentare,che so,il Presidente della Repubblica Italiana con tanto di uniforme e baffi da “zio Adolfo”,e latrare poi che non vi è nulla di offensivo.

      • Torquemada says:

        Caro Giuseppe,

        Un brevissimo commento: un uomo truccato “da donna” rimane un uomo truccato “da donna”. Un uomo truccato da Hitler diventa un uomo comparato con l’ideatore del nazismo, il massacratore di milioni di ebrei e non, e il più grande criminale di guerra della storia.

        Nel mettere femminilità e nazismo sullo stesso piano, e perdipiù confondendo una figura ecclesiastica con il vertice delle istituzioni italiane e il rappresentante della Repubblica, un po’ mi spiazzi. O il tuo è solo pressapochismo intellettuale?

  3. Alida Vismara says:

    L’ESSERE GAY non è una realtà scientifica, esiste l’AVERE emozioni omosessuali che l’ideologia trasforma in uno stile di vita, mentre la ragione invita a cercarne i motivi e comprenderne il vero significato
    Perciò oltre essere vigliacchi, pubblicizzano la disinformazione e l’ignoranza scientifica.

    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10201626328012491&set=pb.1607457147.-2207520000.1384943255.&type=3&theater

    • Matteo says:

      L’eterosessualita’ e’ una realta’ scientifica? Mi spieghi perche’ sono nato etero? Clinicamente parlando ovviamente. So di avere gli occhi marrone scuro grazie ai geni HERC2 OCA2 SLC24A4 SLC45A2 TYR e IRF4, se fossi nato con gli occhi azzurri avrei una malformazione al gene HERC2. Questa e’ una realta’ scientifica.
      Io credevo che la sessualita’ fosse ancora un mistero, magari sbaglio, ma perche’ sono etero? E volendo come faccio a diventare omo?

      • mike says:

        il tuo commento mi ha incuriosito. cioè io sapevo che il carattere non dipende dai geni. tantomeno i gusti sessuali. per cui è inutile collegare la sessualità ai geni. poi se andiamo nello specifico, visto che citi dei geni collegati al colore dei tuoi occhi, mi sorge una domanda: dato che sei andato a cercare quali geni spieghino il colore dei tuoi occhi, non vedi come tanto si nasce maschio o femmina e che questa evidenza (più evidente certo dei geni) da sola spiegherebbe che si nasce solo etero? cioè ti fai problemi, a leggerti, sul poter scegliere quale “orientamento” sessuale avere, ma non te ne fai per cambiare il colore dei tuoi occhi. del quale hai cercato la causa, dei geni, ma della causa dell’eterosessualità o anzi per esattezza di una prova comunque evidente (il nascere maschio o femmina) te ne freghi altissimamente. sono esagerato se penso che vi fumate qualcosa?

        • Matteo says:

          Il mio commento era nato dalla curiosita’ che mi ha fatto venire Alida Vismara: se l’omosessualita’ non e’ una realta’ scientifica ma si diventa omosessuali come si fa?

          In realta’ e’ stato scoperto che determinati tratti del carattere dipendono dai geni.

          Comunque l’esistenza di 2 sessi non spiega da sola l’essere etero o omo in quanto l’omosessualita’ comunque esiste. Non e’ vero che me ne frego dell’evidenza che sono nato uomo, mi chiedo, perche’ sono nato uomo-etero? Cos’ha di diverso un uomo-omo? So che una parte della popolazione omo ha vissuto traumi infantili, ma quelli sono comportamenti che vanno a scemare con l’eta’ se superati, la moltitudine degli omo non ha avuto nessun genere di trauma che possa spiegarlo, me lo disse uno psicologo mio amico per giunta prete. Quindi assumendo che non esiste un momento della loro vita in cui si sono trasformati in omo lo sono nati, perche’?
          Da come parlava sembra quasi che per Vismara gli omo sono degli etero con delle pulsazioni imo che hanno scelto deliberatamente di essere omo, forse ho capito male io cosa intenda perche’ cio’ e’ negato dall’evidenza.

          • mike says:

            sul fatto che parte della popolazione omo abbia vissuto traumi infantili e li abbia superati non sono psicologo non so che dire. che te l’abbia detto un prete dice poco, anzi dato che mi confesso con regolarità ti posso dire che per me certi non dovevano diventare preti. capisco che intendeva paolo VI sul fumo di satana nel tempio di Dio. certi si son fatti preti per rovinare la chiesa, come se seguissero una strategia che non viene da loro. ci sono ancora moltissimi preti che ti ci confesseresti sempre, ma anche alcuni che ti lasciano molto perplesso.
            inoltre dico che sull’omosessualità si sta facendo la più grande confusione in tutta la storia umana. l’evidenza dice che dovremmo essere tutti etero, aivoglia se l’essere tutti maschio o femmina spiega. spiega/dice tutto. e non considerare questa cosa che rende il quadro inquietante. se anche un gay ci fosse nato cosa significa? hai mai pensato a cose come l’inquinamento? perché non potrebbe essere? si sa che l’inquinamento porta ai tumori (quali non ricordo), come mai non dovrebbe portare altre cose? ma ciò è la possibilità che in fondo considero meno. scusa ma non vedi come gli omosessuali sono canalizzati, assieme ad altre persone, contro la fede cristiana e ciò a livello mondiale? è difficile pensare che delle persone siano rese gay o lesbiche anche da prima che nascessero? scusa ma cosa mangiamo lo sai? io no. io non sono gay ma vedendone in giro molti, più di quanti credessi ce ne fossero 30 anni fa, che posso pensare? alla fine qualcosa pensi? anche vedendo come sono usati. che poi l’europa ha concesso le nozze gay dove già ci sono molti musulmani i quali crescono più di noi. ovvio che l’europa non vuole i diritti di tutti, che servono sono per far passare la chiesa da cattiva. come gli omosex non serviranno gli scateneranno contro i musulmani, ma come minimo. poi sull’omosessualizzazione si parla anche di messaggi subliminali. informati.

            • Matteo says:

              Riguardo al mio amico psicologo e prete guarda che lui studiava quei casi in quanto psicologo, e per giunta era responsabile dei colloqui con i futuri preti per la sua diocesi. Effettivamente hai ragione a dire che certa gente non dovrebbe diventare prete, lui mi diceva che “non sapendo cosa fare della loro sessualita’ si fanno preti rovinando poi altri”, sai, anche per colpa della crisi delle vocazioni ormai si prende un po’ tutti… io personalmente non penso che ci sia una “regia occulta” dietro, poi tu sei libero di credere in quello che vuoi.

              Ritornando al discorso del colore degli occhi, la normalita’ dice che gli occhi devono essere marroni, gli esseri umani sono con gli occhi marroni, l’evidenza dice che gli occhi devono essere marroni, gli altri colori sono una mutazione di un certo gene. Perche’ quel gene sia mutato non lo so, ma nessuno reputa anormali [nel senso cattivo del termine] gente che in realta’ e’ anormale [nel senso buono]. Per me un omo e’ al pari di uno con gli occhi azzurri, con la differenza che ha un passato storico molto piu’ travagliato [triangoli rosa, ospedali psichiatrici, carceri, morte…].

              Riguardo al maggior numero di omo in circolazione io lo faccio dipendere alla maggiore sicurezza che hanno in questa civilta’. 30 anni fa erano visti peggio di ora e si nascondevano, per non parlare di quando venivano considerati “anti-sociali” e spediti nei campi di concentramento con un triangolo rosa al petto. Fino a non pochi decenni fa erano ancora considerati una malattia e quando e’ stata depennata chi era contrario? Lo stato Vaticano… Chi ha espresso un forte dissenso all’inclusione dell’orientamento sessuale e dell’identita’ di genere tra i diritti umani nel 2011? Sempre lo stato Vaticano. Non penso che tutti i gay siano anti-cristiani, semplicemente hanno il dente avvelenato per come sono stati trattati, appena non verranno uccisi a visti faranno le stesse cose nei paesi mussulmani. Insomma, se c’e’ una guerra in corso fra cattolici e omosessuali non sono certo gli omo che l’hanno iniziata…

              Riguardo ai messaggi subliminali… possono indurre persone che fanno acquisti di impulso a scegliere una data marca ma non a farti cambiare radicalmente il prodotto che vuoi acquistare… informati, e non su youtube.

              • mike says:

                sul perché una volta ce ne fossero meno lo dico in base ai ricordi: sentendo gli adulti mi feci l’idea che fossero davvero pochi ed in prevalenza uomini. oggi mi pare che siano tanti e anche tante.
                che storicamente siano stati trattati male posso essere d’accordo (poi tutte le altre cose che dici non le so, ma diciamo che mi fido) ma occorre considerare anche il perché: ogni cultura desidera almeno continuare ad esistere, cosa che gli omosessuali, siano pochi o no, rendono più difficile. piaccia o meno sentirlo ma i figli li fanno un uomo ed una donna. non so forse in passato credevano che facendoli restare e tranquilli nella società avrebbero trasmesso ad altri la loro chiamiamola tendenza sessuale. comunque è questo non poter procreare la chiave di tutto. anche per questo ritengo non improbabile l’omosessualizzazione della società. pensaci, se fosse vero è stato creato un esercito di persone che odia la chiesa, e ciò fa parte della strategia mondiale per distruggere il cristianesimo. in africa ed asia ammazzano i cristiani, da noi non possono per cui in modo subdolo hanno fatto si che parte della popolazione odiasse la chiesa perché la chiesa sull’omosessualità mai cambierà idea. se rifletti il discorso, e purtroppo, fila troppo. è anche questo filare troppo che sembra confermarlo. la guerra l’hanno iniziata poi proprio gli omo non riuscendo a dimostrare come essere omo sia secondo natura. finora c’è solo il depennamento dell’apa che è solo un dire ma non un dimostrare.
                sui messaggi subliminali lascia stare che certi cartoni giapponesi (uno lo dico: jeeg robot) sono incredibili a riguardo.

            • Torquemada says:

              Lei si rende conto che contrariamente a quanto affermato da decenni da TUTTE le categorie e associazioni di medici, psicologi e psichiatri del mondo, nel 2013, continua a riferirsi all’omosessualità come a una malattia o una devianza?

              Se la Chiesa si ostinerà a mantenere questa posizione, perderà una fetta di milioni e milioni di credenti cattolici omosessuali che per forza di cose non riusciranno mai a riconoscersi in un’istituzione che li disprezza e discrimina. (Esatto, esistono anche omosessuali cattolici!)

              • Piero says:

                Milioni ? Miliardi !!!!!……

                • Q.B. says:

                  Miliardi? Biliardi!!!….

                  Certo che la Chiesa che deve fare calcoli di marketing (accidenti quest’anno il brand non attrae, ci stiamo perdendo la quota di mercato degli omosessuali, dobbiamo rivedere le strategie o reinvestire su altri prodotti … ehi ragazzi che ne dite di passare al mercato degli idrocarbuiri…).

                  Minchia Torquema’, di Chiesa ne capisci come io di astrofisica.

              • mike says:

                sulle associazioni di psicologi leggi l’ultima risposta a matteo.
                poi la chiesa potrà perdere molti fedeli ma il problema per gli omosessuali non finirebbe anzi…
                scusi ma non vede che chi ammazza o discrimina gli omosessuali sono soprattutto le religioni non cristiane? credo di poter dire, dato che con certe persone ci lavoro talvolta, che non pochi immigrati musulmani sono gay che fuggono in europa poiché da loro se li scoprono è la fine o quasi. non mi hanno mai detto, gli interessati, di essere gay ma ho iniziato a pensarlo. troppo educati per essere uomini, e anzi certo più umili che non gli omosessuali nostrani che in fondo non sanno cosa significhi rischiare la vita.
                la chiesa potrebbe anche finire (Cristo permettendo…………) ma nel caso potrebbe anche finire, mondialmente, la tolleranza sull’omosessualità. al limite, forse, sarebbe tollerata la pratica omosessuale ma non il matrimonio omosessuale.

  4. Torquemada says:

    Leggere Tempi è sempre uno spasso, dona sempre sublimi esempi di quali apici del ridicolo possa raggiungere l'”informazione” di parte, prevenuta, faziosa, distorta e fondamentalmente disonesta in un paese che si professa civile e occidentale. Continuate così, per favore! 🙂

    • Piero says:

      ooohh, finalmente uno che si rende conto di com’è l’informazione gayista …………..

      • Torquemada says:

        Intendi quella che urla allo scandalo e alla lesa maestà per un volantino rappresentante un anziano signore con un po’ di trucco (e, di nuovo, se qualcuno per favore mi spiegasse COME l’immagine possa essere così offensiva, violenta, odiosa, mi illuminerebbe), vomitando odio e falsificando cifre su presunti patrimoni spesi in cineforum solo per screditare persone “scomode”? Dai, per favore.

        • Domenico Baratti says:

          No, Torquemada, non penso proprio che Piero si riferisca a quelli che hanno riportato correttamente la notizia di un contributo di 4.000 euro a fronte di un contributo effettivo di…4.000 euro. Penso invece si riferisca a quell’informazione che riferisce di un attentato a una scuola romana attribuendolo a motivazioni omofobe e poi si scopre che era opera di studenti arrabbiati per la bocciatura; penso si riferisca a quell’informazione che parla di un quattordicenne che si suicida d’estate a Roma e attribuisce il gesto al bullismo omofobo e poi si scopre che di bullismo non ce n’era nemmeno l’ombra; penso si riferisca a un tizio che dice di essere stato pestato da omofobi e di aver presentato denuncia e poi di questa denuncia non si sa un bel nulla…

          Penso che si riferisca a QUELLA INFORMAZIONE.

          P.S. Ma perché ti fai chiamare Torquemada?

          • Piero says:

            Come, perchè ha scelto quel nick : è’ quello che gli piacerebbe fare quando la legge anti-omofobia sarà passata,il grande inquisitore di quegli sporchi omofobi che osano contraddire il pensiero unico dilagante………è il suo sogno, il capo della gaystapo……

          • Torquemada says:

            Caro Domenico,

            1) Il contributo di 4.000€ è riferito all’importo che la Statale dona a ogni collettivo per le attività durante l’intero l’anno accademico – e sottolineo OGNI collettivo che ne fa richiesta e il cui programma viene approvato. Tra queste attività, in questo caso, rientra anche il cineforum, ma se vai a leggere il documento in questione, scoprirai magicamente che i soldi destinato al cineforum sono solo 300-400€ (per il pagamento dei diritti SIAE). Riviste come Tempi e simili (Libero, il “Giornale”) hanno invece distorto la notizia, per creare scalpore, dicendo falsamento che i 4.000€ di finanziamento (che, ripeto, sono destinati a qualsiasi collettivo universitario) erano stati stanziati dall’uni per il SOLO cineforum. Della serie “4.000€ usati per insultare il nostro amato Papa emerito!”. Questa la chiamo disinformazione e vigliaccheria.

            2) Riguardo agli episodi di cronaca a cui ti riferisci tu, più che di “influenza della temibile e potentissima quanto fantomatica Lobby Gay”, parlerei di giornalismo all’italiana: tutto fa brodo se fa notizia, e tutto viene distorto in questo senso. Visto che dopo secoli di oscurantismo, finalmente, in questi anni si inizia a parlare di omosessualità e di diritti degli omosessuali (e visto che l’Italia in termini di civiltà è rimasta un bel po’ indietro rispetto ad altre democrazie occidentali), le notizie “gay” in questo periodo creano scalpore e dibattito, ovvero pubblico. Per un mezzo d’informazione, quindi, appiccicare la parola “gay” – anche a sproposito – a qualsiasi notizia, significa scaldare gli animi e aumentare i lettori. L’onnipotente lobby gay e i suoi giornali asserviti dove li vedi?

            Spero di essere stato esaustivo, rimango a disposizione per altri chiarimenti!

            Cordialità.

        • Filippo Antonione says:

          Torquemada, non dire imbecillate. Quell’anziano signore è il Pontefice Emerito e truccarlo da donna sarebbe offensivo per qualsiasi uomo che voglia dirsi tale (come per una donna essere travestita da uomo). In più offende quello che il Pontefice rappresenta. Noi al Gay Pride non ci vogliamo andare, fatevene una ragione. Se vi piace, andateci voi al carnevale del vizio, ma non trascinate a forza gli altri e tanto meno il Papa.

          E poi scusa, perché quella sottolineatura “anziano”. Ci vedo una sorta di disprezzo per gli anziani, una senofobia occulta…

          • teddy says:

            Se vi piace, andateci voi al carnevale del vizio <- e poi accusiamo altri di presunta senofobia occulta?

            • Filippo Antonione says:

              La lussuria è un vizio, caro Teddy. Non vedo molta virtù nella sua pubblica esposizione.

          • teddy says:

            “Se vi piace, andateci voi al carnevale del vizio” però, maturo e di ampie vedute…

            • Filippo Antonione says:

              Ah, perché, chi va al Gay Pride dimostra maturità e ampiezza di vedute? Mi sembra piuttosto che dimostri di non essere uscito dalle turbe adolescenziali.

          • teddy says:

            “Se vi piace, andateci voi al carnevale del vizio” però, maturo e di ampie vedute.

          • Torquemada says:

            Ecco, e qui la dura verità: quello che per te è l’ex vicario di Cristo, per altre persone è solo un anziano esponente di un’organizzazione che da secoli promuove discriminazioni e intolleranza (chiedere a ebrei, “streghe”, scienziati, liberi pensatori e altre minoranze di tutti i secoli e di tutti i paesi). E’ questione di punti di vista.

            Per quel che riguarda il “vestirsi da donna/uomo”, credo che la tua opinione sia di un sessismo imbarazzante. Come se il peggior insulto per un essere umano possa essere il venire raffigurato con vestiti tradizionalmente “dell’altro sesso”. Siamo nel 2013.

            L’inesistente “sottolineatura” di anziano non significa nulla: Ratzinger è una persona anziana, punto. Non mi pare di aver implicato un qualsiasi giudizio negativo riferito alla sua età. Senofobia occulta? Si, si, certo.

            • Giorgio says:

              “Ecco, e qui la dura verità: quello che per te è l’ex vicario di Cristo, per altre persone è solo un anziano esponente di un’organizzazione che da secoli promuove discriminazioni e intolleranza (chiedere a ebrei, “streghe”, scienziati, liberi pensatori e altre minoranze di tutti i secoli e di tutti i paesi). E’ questione di punti di vista.”
              Ecco, e allora abbiate anche il fegato per estrinsecare il vostro “punto di vista” anche davanti a una moschea.
              Sì, caro, perché è comodo prendersela con chi si sa che non reagisce.

              • Matteo says:

                Sai che siamo in Italia vero? E’ vero che nei paesi islamici gli omo vengono uccisi ma qui in Italia chi combatte contro gli omo non e’ l’islam; questo sito ne e’ una prova.

                Ti sei chiesto perche’ hanno raffigurato l’ex-papa e non il papa attuale?

                • Piero says:

                  Senti stellina, qui non c’è proprio nessuno che combatte contro gli omo, anche se ti fa comodo affermarlo per buttare tutto in caciara, qui c’è gente che combatte contro una legge liberticida che introduce il reato di opinione……

                  • Matteo says:

                    No stellina cara, la chiesa cattolica non ha mai combattuto contro gli omo difatti non si e’ mossa contraria al depennamento dell’omosessualita’ come malattia ed all’inclusione del diritto di sessualita’ nei diritti dell’uomo. Per non parlare di tutti gli altri diritti accessori. Nessuno in questo sito parla dell’omosessualita’ come una malattia o peggio. Difatti di cosa stiamo parlando?

                    L’opinione e’ dire “voi siete a parer mio sbagliati ma vivo e lascio vivere”, non fare tutto il possibile per far vivere male chiunque la pensi diversamente da me, perche’ sfortunatamente non posso piu’ farli chiudere nei manicomi o peggio. Nessuno vuole togliervi il diritto di pensare che qualcuno e’ sbagliato e magari brucera’ negli inferi per questo, vi si vuole solo togliere il coltello dalle mani.

                    [stellina, era da tanto che non lo sentivo!]

                    • Piero says:

                      Non hai capito niente, la maggioranza degli omo sono persone serie e sono i primi a rendersi conto di certe assurdità, il “combattimento” come lo chiami tu (e questo fa molto pensare….) è contro la minoranza gayista aggressiva e intollerante

                • Giorgio says:

                  Questo tuo intervento dimostra solo che sei di vedute alquanto ristrette.
                  L’islam in Italia è una realtà assai consistente e i suoi seguaci, in continuo aumento, hanno molte meno remore all’uso della coercizione di quelle che dovrebbero avere i cristiani.
                  In realtà il fatto è gli indomiti attivisti gay se la fanno nel perizoma al solo pensiero di contraddire il più buonista degli imam anche solo per quanto riguarda il colore della cravatta.
                  Quanto alla caricatura puoi star certo che non vale affatto la pena di chiedersi per quale motivo sia stato scelto il papa emerito invece che un altro papa, visto che chi ha promosso questa scelta è sicuramente tanto ignorante e stupido che qualsiasi motivazione abbia immaginato per questa cretinata è sicuramente da considerarsi sbagliata (leggasi “idiota”) a priori.

              • Piero says:

                Lasciatelo perdere, fa tenerezza con la sua cultura di stereotipi e figurine Panini, è lampante che è qui a presidiare e monitorare il sito, finito il suo turno per un pò non leggeremo più le sue perle di saggezza…….

                • Torquemada says:

                  Vabbè, purtroppo il confronto costruttivo è un concetto che evidentemente qui non è di casa, così come quello del dialogo.

                  1) Per me si poteva benissimo utilizzare anche l’immagine di un imam, di un rabbino, di un pastore luterano, del capo di Scientology. Purtroppo non sono membro del suddetto collettivo e non posso prendere decisioni del genere. Probabilmente è stato scelto l’ex papa perchè, forse, siamo in Italia e perchè, forse, qui il cattolicesimo è molto più predominante e presente dell’islam e perchè, forse, proprio QUELL’ex papa si è reso famoso per dichiarazioni poco felici sul tema dei diritti civili.
                  Resta il fatto che l’argomento “eh dai, codardi, provateci con un musulmano!” resti molto infantile – ma soprattutto, “chi si sa che non reagisce” a quanto pare ha reagito, e molto bene: tempo due giorni e i volantini sono stati rimossi, i finanziamenti tolti, e il gruppo è stato obbligato a un comunicato di scuse. Troppo poco, meglio un’esecuzione sommaria?

                  2) Senti stellina, il cosiddetto “reato d’opinione”, che esiste in tutti gli altri paesi civili con lo scopo di sanzionare la diffusione dell’odio e il culto della violenza, altro non è che l’estensione della legge Mancino (eh si, quella contro l’odio razziale e, indovina indovinello, pure l’odio religioso! Protegge anche te! Che facciamo, la eliminiamo?) ai casi di omofobia. Perdipiù all’acqua di rose visto che hanno avuto la geniale idea di inventarsi l'”eccezione” di scuole, istituti religiosi, etc. Informati, per favore.

                  3) Caro Piero, non ti turbare: vi lascerò in pace fra poco. Sono solo venuto a portare una piccola iniziezione di idee “differenti” in un luogo in cui di solito stagnano sempre le stesse opinioni. Un po’ di novità, suvvia, dovresti ringraziarmi 😉

                  Cordialità.

                  • Piero says:

                    Carissimo Torque, per quanto mi riguarda la legge Mancino andrebbe abolita in toto.
                    Dire che non si è d’accordo con qualcosa o con qualcuno NON è istigare all’odio e alla violenza, cosa che i gayisti vogliono che invece lo sia.
                    Per sanzionare la violenza le leggi ci sono già, basta applicarle, rivolgiti alla magistratura se non sei soddisfatto.
                    Quanto alle idee differenti direi che sei perfettamente in linea con il politically correct, quindi proprio “piatto piatto”, altro che novità…………….

            • Domenico Baratti says:

              Sì, siamo nel 2013 e i maschi sono ancora maschi e le femmine femmine. E lo saranno ancora nel 3013, ne sono convinto.

              Ho chiesto agli ebrei: il Gran Rabbino di Francia Bernheim ha scritto un bel volumetto, sintetico ma completo, per riaffermare la totale arbitrarietà dell’ideologia del gender. Grande popolo, quello ebraico.

              • Torquemada says:

                Verissimo, infatti è un peccato che sia stato perseguitato per secoli dai cristiani di tutta Europa!

                • Carlo Carli says:

                  E’ stato perseguitato dai nazisti e il nazismo, come il comunismo, sono figli dell’hegelismo e nipoti dell’illuminismo che le piace tanto.

                  • Torquemada says:

                    E nel Medio Evo nessuno li ha mai torto un capello. Ripassino di storia? 😉

                    • Piero says:

                      Sì, ripassino di storia.
                      Dal 1789 anno della tanto decantata rivoluzione francese e del trionfo dell’illuminismo, ricordando solo i più “eclatanti” : genocidio della Vandea, nazismo e comunismo. Solo questi, in neanche 200 anni hanno fatto più massacri e più morti di tutti i 1700 anni precedenti, capperi ma come mai? Sono stati tutti movimenti e forze laiciste atee e anti-cristiane, quindi il non plus ultra per le “magnifiche sorte progressive e progressiste dell’umanità” …………. ma fammi il piacere !!

                    • Torquemada says:

                      Vorrei scusarmi coi lettori di Tempi per tutte le sciocchezze che ho scritto a commento di questo e altri articoli. Mi rendo conto solo ora che sono stato scorretto e ho dimostrato una profonda ignoranza dei temi trattati e della storia. Vi chiedo sinceramente scusa.

        • laura says:

          La tua innocenza mi confonde …!

  5. marco says:

    Non ho ancora capito se i cristiani sono dei vigliacchi o pensano davvero di servire il Signore calando sempore la testa. La Storia insegna che senza, per esempio, i Marco d’Aviano, Carlo Martello o la Reconquista, oggi parleremmo tutti l’arabo. Prendiamo l’esempio di questi eroi e andate a prendere a pedate nel sedere questi ignobili individui che vogliono imporci le loro tendenze psico-sessuali. Se non lo facciamo, tra breve violenteranno anche i nostri figli. SVEGLIA!!!!!

    • Torquemada says:

      Io l’unica cosa che imporrei a Lei sarebbe di leggere, anche solo di sfuggita, anche solo raramente, qualche libro.

      • giovanna says:

        Caro Torquemada, e tu, oltre al manuale gay , hai letto qualcos’altro in vita tua?
        ( le stupidaggini storiche che hai inanellato, ma anche sull’attualità non scherzi, sono da record !)
        Poi, per quanto riguarda le tue idee differenti….spiccicate,al milimetro, a quelle degli altri gay ideologizzati , in singolo o in multiplo, passati da qui: la solita tiritera.
        Aria di stantio, aria di ideologia, rabbia e aggressività.
        Devo essere sincera, gli unici accenni di umanità sono venuti da omosessuali che sono intervenuti in passato spontaneamente, per un confronto, anche per una critica, ma sono intervenuti come persone, non come rieducatori alla Barilla, una differenza abissale di umanità,che non si può non notare.

  6. Omac says:

    Ovviamente condivido in toto l’articolo e i commenti ad adiuvandum di Alida, Piero, Controinformato e Marco. Però, però. Vorrei a chiedere a Tempi se è proprio necessario riproporre quell’abominevole fotomontaggio realizzato dagli animali della Statale, sia pure a scopo di confutazione.

    Non sarebbe meglio risparmiarci la visione?

  7. Livio says:

    Quand’ anche volessero esprimere un dibattito serio su omosessualità e religione, basta quella locandina per comprendere quali sono le vere intenzioni. Dileggiare il Papa emerito e cattolici tutti. E’ giusto a uso e consumo loro quella pagliacciata.

  8. francesco taddei says:

    i giganti come giovanni paolo II o benedetto XVI vengono attaccati da questi vigliacchi quando non possono difendersi. i ragazzi di gaystatale con papa benedetto e corrado augias che attacca wojtyla ora che non c’è più.

  9. Blueiron says:

    Splendido! Semplicemente quei vigliacchi di gaystatale sono talmente pavidi e insignificanti che non arriveranno mai a un tale senso dello humor. La vera capacità di andare controcorrente richiede vero coraggio e vera intelligenza, qualità a loro sconosciute.

  10. Donma says:

    Quanta tristezza, quanta rabbia repressa, quanta volgarità, quanta meschineria vengono mascherate da questo manifesto pseudo-goliardico. “Quando i giovani non avranno più rispetto degli anziani sarà prossima la fine della civiltà” questo concetto lo esprimeva un po’ di tempo fa Platone. Già, cosa ne sanno di rispetto, di valori, di civiltà legata alla tradizione questi universitari (?). Non sanno che J. Ratzingher è la mente più eccelsa, l’intellettuale più apprezzato persino dai cosiddetti laicisti. Se studiassero un po’ di storia, di civilizzazione forse imparerebbero l’umiltà che caratterizza il grande uomo che hanno preso di mira.

    • laura junginger says:

      Eppure questo articolo mi ha divertito, è veramente forte e forti sono alcuni commenti.
      Credo che papa Ratzinger abbia sofferto vedendo il manifesto, ma non per l’offesa palese nei suoi confronti (è troppo superiore e libero da queste castronerie), quanto nel constatare la miseria e la fragilità di questi ragazzotti che tentano di omologare tutti nei loro problemi.
      Sono certa che il papa prega per loro con tutto il cuore e questo adesso non sono in grado di apprezzarlo ma arriverà il giorno in cui apprezzeranno profondamente questo gesto.

    • mike says:

      con gente che si diverte così è tempo perso anche parlarci. le cose di cui sopra sono come dici tu ma anche con una s- aggiunta a mascherate.

      • laura junginger says:

        sarebbe come sostenere che, poiché Hitler è stato un efferato dittatore, quelli che hanno visto o vedono con divertimento il film di Charlie Chaplin “il grande dittatore” sono indegni di parola.
        A volte la satira (se ben fatta, come in questo articolo) può avere più presa e più ascolto dei piagnistei o delle condanne apocalittiche.
        Comunque ognuno è libero di esprimere le sue opinioni come preferisce e per me resta degno di parola, caro Mike.

  11. alessandro says:

    I codardi gayisti non stupiscono più nessuno.
    Sono solo dei prepotenti senza ragioni, anche perché il cervello lo hanno messo in soffitta, tanto per essere eufemistici

  12. Antonio says:

    vigliacchi e beceri. Oramai l’intolleranza anticristiana con tanto di offese, dileggi, scimmiottamenti, parodie di pessimo gusto annesse… sta raggiungendo livelli intollerabili. Non vedo nulla di “libera cultura” e libera espressione in queste schifezze offensive. Cosa c’è di costruttivo nell’offendere bullescamente e vilmente la figura del Papa, il clero, i credenti? Cosa apporta, secondo i raglianti sostenitori della libertà-anarchia assoluta, questo modo di fare cafone e irrispettoso alla società,alla persona ed alla cultura in generale? Io li aspetto sempre al varco questi soggettoni, gay e non gay, quando in Italia e nell’UE prevarrà la religione islamica. Provateci allora ad offendere maometto, gli imam, Allah… ripeto, vigliacchi e bulli. Pubblicatelo, prego.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download