Google+

Sgreccia: «Il bosone di Higgs è “di Dio” perché tutta la realtà è di Dio»

luglio 5, 2012 Daniele Ciacci

Intervista a monsignor Elio Sgreccia sul valore teologico della scoperta della “particella di Dio”. «Il bosone di Higgs non riesce a spiegare il passaggio dal non-esserci all’esserci. Il cosmo ha bisogno di una mente che lo vuole “far essere”».

L’annuncio della scoperta del bosone di Higgs, al Cern di Ginevra, ha impressionato l’opinione pubblica comune. L’unica particella ancora sconosciuta del sistema standard sarebbe l’origine della materia del cosmo. Per questa ragione, sono in molti ad aggiungerle l’epiteto: “di Dio”. Ma c’è differenza tra “origine fisica” e “causa originale”. Tempi.it ne parla con il cardinale e teologo Elio Sgreccia.

Il bosone di Higgs spiega il cosmo?
Io credo che questa tendenza di spiegare tutta la natura ricorrendo all’elemento ultimo, più elementare, pecchi di ingenuità. Spiegare ciò che è grande attraverso la mediazione di ciò che è più piccolo – la vita con i geni, la materia con l’atomo – è un metodo riduzionista ed analitico. Per carità, giova ad acquisire conoscenze analitiche, particolari ed elementari dell’oggetto fisico, ma non va confuso con la causa, ovvero con ciò che spiega l’esistente.

Eppure, viene chiamata “la particella di Dio”…
Questa particella è “di Dio” come è “di Dio” tutto il resto del mondo. È soltanto una componente, magari originaria, della materia, ma non spiega la realtà che ci circonda. Aleggia in essa, ma non la codifica. Perché la realtà non ha bisogno di una spiegazione fisica, bensì metafisica. Necessita di un’origine che spieghi il passaggio dal non-esserci all’esserci. E la definizione di questo non pertiene alla scienza.

C’è uno scambio: si confonde l’origine fisica con il creatore?
Non so se il bosone di Higgs sia la particella più elementare dell’universo, ma sicuramente non ne è la causa. Nel suo finalismo, il cosmo esistente ha bisogno di una mente e di una causa che non soltanto l’ha prodotto, ma l’ha anche voluto. Bisogna plaudire ad ogni innovazione che fa comprendere meglio la composizione della materia. Tuttavia, ogni scoperta scientifica non è che un invito a risalire, attraverso il ragionamento e con l’aiuto della teologia, alla vera fonte dell’Universo.

La scoperta del “bosone di Higgs” è da vedersi come un passo in avanti. Ma non annienta la voluptas sciendi…
Anche questa particella è causata da Dio. Non spiega l’universo, ma soltanto alcuni fenomeni della materia. Adesso, va posta una domanda: come questo elemento si incastra nell’armonia dell’ordine del creato, come si giustifica di fronte a un Creatore? È questo il passaggio più interessante: vedere nella scoperta l’aprirsi di una serie di domande che sono l’inizio dell’evoluzione scientifica. Non basta la materia a giustificare la sua stessa esistenza: vengono in aiuto la metafisica, la filosofia e la ragione.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana