Google+

Scarica la nuova app di Tempi. È gratuita

agosto 20, 2012 Redazione

È uscita la nuova applicazione di tempi.it. Da oggi potrai leggere gli articoli del nostro sito direttamente dal tuo smartphone o tablet, ovunque tu sia.

È uscita la nuova applicazione di tempi.it. Da oggi potrai leggere gli articoli del nostro sito direttamente dal tuo smartphone o tablet, ovunque tu sia.

Anche se non si è connessi ad internet, tramite l’applicazione è possibile vedere tutti gli ultimi articoli di tempi.it. Basterà infatti aprire una volta l’applicazione e i contenuti rimarranno sul vostro dispositivo disponibili per la lettura.

Tramite l’apposito tasto potete condividere gli articoli con i vostri amici.

E tutto questo, gratuitamente.

Cercate Tempi Mobile nell’Apple store oppure tempi.it nel Play store (market di Android).

Per coloro che hanno o utilizzano un lettore qr code (qr reader o qrdroid ad esempio) basterà fotografare l’immagine sottostante per avere l’applicazione.

 

 

 

 

 

 

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

Commenti Facebook

3 Commenti

  1. Simone scrive:

    Ok! Benissimo! Al prossimo aggiornamento però la App deve adattarsi quando giro l’ipad!!!

  2. Enrico scrive:

    Ma chi ha Windows Phone?

  3. claudio scrive:

    E per gli utenti BlackBerry?

L’Osservatore Romano

L'Osservatore Romano

Tempi Motori – a cura di Red Live

La versione high performance della berlina nipponica, attesa a breve al debutto, potrebbe rinnegare l’alimentazione ibrida tipica del modello base optando per un ciclopico V8 5.0 a benzina da 500 cv.

Dopo le borse, gli occhiali e le scarpe, il mercato dei prodotti contraffatti si apre anche al nostro settore. Look non è la prima azienda a esserne vittima e mette in guardia i ciclisti da sospetti e pericolosi "affari"...

Adorata dai divi dello spettacolo, è stata la prima roadster BMW dedicata al mercato americano. Ha ispirato le moderne Z3 e Z8. Mossa da un V8 3.2, nonostante la linea elegante fu un flop commerciale.

La supercar nipponica è (finalmente) pronta al debutto: adotta un V6 biturbo a iniezione diretta di benzina abbinato a ben tre motori elettrici. Trazione integrale permanente e cambio a doppia frizione.

Rivista nella linea e nella cura degli interni, la multispazio torinese conferma i plus della precedente versione, cui abbina un comfort superiore e dotazioni da berlina. Prezzi da 18.200 euro. Motori benzina, td e a metano.

Speciale Nuovo San Gerardo