Google+

Più che di governo, una generale crisi di nervi

gennaio 1, 1999 Rold Da Gianluigi

Bocassa

La crisi di governo in Italia? Troppo semplice, praticamente impossibile. Non vogliamo andare per paradossi, ma quale altro “paese normale” reggerebbe a uno sconquasso politico, sociale ed economico come quello italiano? Diciamo così: la crisi in Italia è impossibile perchè lo stato di crisi è permanente, endemico, quindi “improclamabile”, perché fa parte perennemente del paesaggio. Delineiamo una fotografia del Paese, come quella che esce dal recente rapporto del Censis. Esiste una crisi della economia, una crisi d’identità nazionale, una crisi occupazionale. Già questo basterebbe a stroncare anche il Burundi. Nel consesso europeo, si fa per dire, siamo gli ultimi per sviluppo, crescita e inflazione.

Ma siamo solo a un quadro schematico di fondo. Le singole voci fanno venire i brividi alla schiena. Secondo alcuni osservatori stranieri siamo una specie di ripostiglio per rigattieri: abbiamo le università più scalcinate d’Europa, gli studenti più ignoranti, gli insegnanti più obsoleti. E via elencando: i trasporti pubblici italiani sono ormai un’avventura messicana, gli ospedali mettono i brividi. Poi potremmo parlare per circa vent’anni delle questioni giudiziarie, che ormai si accettano con una rassegnazione islamica o buddista, forse.

Qualcuno dice che resterebbe la vitalità culturale. E, a sentire queste cose, pensiamo quasi al suicidio di massa come il pastore americano Jim Jones. A ogni Natale esce uno squinternato film dei Vanzina, a cui si aggiungono i tormentoni di Pieraccioni e di Aldo, Giovanni e Giacomo. Da Visconti, Fellini, Rossellini e Antonioni siamo passati all’avanspettacolo di massa. Lo spettacolo editoriale e televisivo è ancora più esilarante. In un paese che legge pochissimo, trionfa la stupidera televisiva, diretta conseguenza della “calendarite” cronica: dopo la Ferilli e le altre, manca solo il calendario del sexy horror con la Bindi, in versione hard core, con Dini. Non c’è limite al peggio, dicevano i saggi. Può darsi che la crisi italiana sia talmente radicata, che ci vorrebbe il Big One a Ceppaloni per stabilire che Massimo D’Alema si debba veramente dimettere da Palazzo Chigi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

I nuovi Kymco People S 125 e 150 2018 si rifanno nel look e sfruttano motori di ultima generazione. Piccole novità anche nella ciclistica, aggiornata e ora più rigida.

L'articolo Kymco People S 125 e 150 2018 proviene da RED Live.

PROLOGO Cento anni fa, era il 4 novembre 1917, nella fase più cruenta del grande conflitto mondiale, prese il via la 13ª edizione del Giro di Lombardia. Incredibile come solo undici giorni dopo la tragica battaglia di Caporetto (24 ottobre), che ci costò 12.000 morti, 30.000 feriti e oltre 260.000 prigionieri, la Gazzetta dello Sport […]

L'articolo Giro di Lombardia, 100 anni dopo proviene da RED Live.

Dal 2019 la Dorna organizzerà la Moto-e World Cup, primo Campionato mondiale con mezzi ad alimentazione elettrica. Le moto saranno le italianissime Energica

L'articolo Moto-e World Cup il mondiale è elettrico proviene da RED Live.

3.500 km dalla Finlandia all’Italia accompagnati da una costante tormenta di neve insegnano qualche trucco su come affrontare il bianco manto invernale. La tecnologia moderna applicata alle auto aumenta la sicurezza ma la differenza la fa sempre chi guida.

L'articolo Guida sulla neve – Consigli per guidare in sicurezza proviene da RED Live.

Forse non sarà la supercar più aggraziata sulla faccia del Pianeta, ma è senza dubbio la McLaren più estrema mai realizzata. Il suo nome è Senna, in omaggio all’indimenticabile pilota brasiliano, e il peso a secco è da urlo: 1.198 kg. L’erede della hypercar P1, contrariamente ai rumors che la volevano ibrida come l’antenata, rinuncia […]

L'articolo McLaren Senna: la più estrema di sempre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download