Google+

Perché non è affatto vero che “l’Epifania tutte le feste si è portata via”

gennaio 8, 2015 Eligio Ciapparella

La ricerca, la gioia di vedere la stella, un incontro che cambia tutto. La vicenda dei Re Magi è quella di ogni cristiano: il Natale non finisce ma diventa vita

adorazione-magi-museo-pio-christiano

Pubblichiamo il testo integrale della predica pronunciata da don Eligio Ciapparella, parroco di San Fruttuoso a Monza, durante la Messa dell’Epifania il 6 gennaio scorso.

Un grande pensatore cristiano ha scritto che riguardo alla fede possiamo distinguere tre categorie. Vi sono quelli che cercano e trovano: sono ragionevoli e felici; vi sono quelli che cercano e non trovano: sono ragionevoli ma infelici; ci sono quelli che né cercano né trovano: sono irragionevoli ed infelici.

Botticelli_adorazione-magiLa pagina evangelica della festa dell’Epifania narra la vicenda di alcuni personaggi che cercano e trovano. «E provarono una grandissima gioia», dice Matteo. Domandiamoci: qual è stato il cammino di ricerca che li ha condotti ad incontrare il Signore?

«Abbiamo visto la sua stella». Erano astronomi e studiavano il movimento delle stelle. Ma essi non si accontentavano di misurare, scoprire, si chiedevano iI significato delle cose. Per questo si resero conto che una stella aveva qualità singolari: significava “qualcosa” che stava oltre le loro misure.

È così per ciascuno di noi. Il Signore manda i suoi segnali servendosi di cose, situazioni, avvenimenti con cui abbiamo a che fare ogni giorno, di cui è fatta la nostra vita. Può essere una disgrazia, una malattia, ma può essere una gioia, un amore condiviso, un bambino che nasce, un posto di lavoro trovato.

Ma i segnali di Dio per essere colti esigono attenzione, apertura, domanda. Sant’Agostino scrisse: «Temo che il Signore passi ed io non mene accorga».

«Dov’è il re dei Giudei?»… risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo dei profeti».

Immaginate di scavare un pozzo e trovare acqua potabile in abbondanza. Poi qualcuno, per farvi un dispetto, ve lo riempie di terra. La sorgente resta, ma cosi non può essere utilizzata (esempio portato da Origene). Così spesso accade a ciascuno di noi. Dio aveva scavato dentro il cuore di ciascuno un “pozzo profondo”: è il nostro desiderio di infinito, la nostra coscienza morale, la nostra retta ragione. Tutto questo aiuta a farci udire il richiamo di Dio, ci aiuta a farci vedere che in tutto quello che esiste e accade c’è il segno del Mistero, di Dio.

mantegna-adorazione-magiChe cos’è accaduto? Il Demonio, questo misterioso potere nemico della felicità dell’uomo, e il nostro peccato hanno riempito di terra quel pozzo. Ma il Signore non ci ha abbandonati. Ci ha donato Se stesso, ci ha dato la Chiesa, la Sua Parola, I Suon Sacramenti, la Sua compagnia.

Il racconto evangelico dice che ad un certo punto i Magi sono smarriti, non sanno più dove andare. Anche a noi succede così. Abbiamo cercato il Signore e ci siamo persi. Ecco allora che necessita non stare fermi: occorre metterci in ascolto di Dio, della Sua Parola, del magistero della Chiesa. Non da soli, ma in compagnia della comunità. E ritroveremo la strada.

«Entrati nella casa, videro il Bambino con Maria Sua Madre, e prostratisi Lo adorarono». Ogni particolare conta. «Entrati nella casa»: la casa è dove abita il Signore Gesù, cioè la Chiesa. «Videro il Bambino con Sua Madre»: l’incontro col Signore non è un’allucinazione. Qualcosa di reale, concreto, carnale. «E prostratisi Lo adorarono»: l’adorazione è come il “rapimento” che ti fa uscire da te stesso e ti fa lodare il Signore.

La liturgia della Messa ci fa dire: «Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo, ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa». E ancora, tra poco: «È veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza, rendere grazie a te…». Prima di dire «fonte di salvezza», cioè il nostro supremo interesse, la Chiesa ci fa dire: «È di per sé  bell0, buono, giusto lodarti…».

Quando incontri finalmente il Signore, la prima cosa da fare è stupirti, inginocchiarti preso dallo stupore. È il contraccolpo che toglie la terra e libera il pozzo, e, finalmente, scorre l’acqua pura del desiderio capace di dissetare completamente. Non solo, il desiderio è come una fonte che zampillo e ti fa desiderare ancora di più, come è successo alla Samaritana.

safronov-adorazione-magiAbbiamo detto della ricerca di Dio da parte dell’uomo: dei Magi e di ciascuno di noi. Ma da che cosa nasce questa voglia di cercare? Chi è la sorgente? Nasce dalla chiamata di Dio. L’uomo cerca Dio perché prima è Dio che si mette a cercare l’uomo. Lui che prende iniziativa, che si muove per primo: «Adamo, dove sei?». Ricordate la pecora smarrita? È sempre Dio che fa il primo passo. L’uomo si sente cercato, amato, abbracciato da Dio. E Dio gode quando l’uomo si lascia abbracciare.

«Tu scappavi da me; ti ho inseguito, sono corso sulle tue tracce per legarmi a te. Ti ho abbracciato e legato a Me» (Padre della Chiesa).

«Per un’altra strada fecero ritorno al loro paese». Dopo una ricerca così, dopo un’esperienza d’amore così, dopo un abbraccio così, non puoi ritornare al “paese”, alle cose di prima, come prima. Sei diverso, sei ragionevolmente felice. Hai fatto Natale; e si vede e gli altri vedono.

L’Epifania è la tua vita, perché manifesta che Dio c’è, è vivo. Le celebrazioni del Natale non sono finite, perché è la tua vita che celebra le opere di Dio. Non quindi “Epifania tutte le feste porta via”, ma “Epifania, finalmente la festa è diventata mia”.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

A Milano settembre è il mese più bello. Anche per pedalare. Il 17 mattina l’hanno pensato in tanti, circa 1.800, schierati alla partenza della prima edizione della GF Milano. Dopo una notte di pioggia, infatti, lo sguardo poteva abbracciare verso nord il profilo innevato delle montagne, nella direzione che avrebbe preso la corsa. Due le […]

L'articolo GF Milano, in gara dalla città al cuore della Brianza proviene da RED Live.

Le righe, si sa, rubano la scena a qualsiasi altro indumento del guardaroba e non tutti se le possono permettere. Ciò che ha fatto Rapha con questa fantasia, protagonista della nuova collezione Cross, è stato scegliere un accostamento di tonalità elegante e, soprattutto, ispirato all’abbigliamento indossato da Jeremy Powers (Rapha-Focus Team) alla conquista del titolo di campione nazionale […]

L'articolo Rapha presenta la nuova collezione Cross proviene da RED Live.

F1 2017 è un generatore virtuale di adrenalina. Un racing game emozionante e coinvolgente, completamente personalizzabile in base alle proprie esigenze. Il nuovo gioco di Codemasters affina la buona ricetta del 2016 e (ri)propone un solidissimo “simcade”, ovvero un efficace ibrido tra simulazione impietosa e arcade permissivo, immediato e profondo. Il risultato? Senza controllo di trazione […]

L'articolo F1 2017 è pura adrenalina virtuale proviene da RED Live.

Con il nuovo Peugeot Belville, la Casa del Leone s’inserisce in uno dei mercati più floridi in assoluto: quello degli scooter piccoli a ruota alta. È disponibile in due cilindrate (125 e 200) con prezzi a partire da 2.950 euro

L'articolo Prova Peugeot Belville proviene da RED Live.

Che Kia sia un’azienda coreana Doc è assodato ma è altresì vero che il suo quartier generale europeo si trova ad appena 500 metri dall’entrata del Salone di Francoforte. E’ quindi normale che Kia viva la kermesse tedesca in modo speciale, come la fiera di casa, quella in cui sfruttare il fattore campo favorevole per […]

L'articolo Kia Proceed Concept: il futuro passa da qui proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana