Google+

Papa Francesco: «Un bambino battezzato non è lo stesso che un bambino non battezzato»

gennaio 8, 2014 Redazione

All’Udienza generale il Pontefice è tornato sul “primo” dei Sacramenti, grazie al quale i cristiani sono «immersi in quella sorgente inesauribile di vita che è la morte di Gesù, il più grande atto d’amore di tutta la storia»

Papa Francesco all’Udienza generale di questa mattina in piazza San Pietro ha avviato una serie di catechesi sui sacramenti, la prima delle quali l’ha dedicata a un tema a lui molto caro, il Battesimo. «Per una felice coincidenza, domenica prossima ricorre proprio la festa del Battesimo del Signore», ha ricordato il Pontefice.

UN DONO NECESSARIO. Sul Battesimo «si fonda la nostra stessa fede», è il sacramento che «ci innesta come membra vive in Cristo e nella sua Chiesa» ha detto il Santo Padre. Che poi ha voluto raccogliere come una provocazione: «Può nascere in noi una domanda: ma è davvero necessario il Battesimo per vivere da cristiani e seguire Gesù? Non è in fondo un semplice rito, un atto formale della Chiesa per dare il nome al bambino e alla bambina?». Altro che formalità. Altro che semplice rito. Per papa Francesco il Battesimo è «un atto che tocca in profondità la nostra esistenza. Un bambino battezzato o un bambino non battezzato non è lo stesso». Grazie a questo sacramento i cristiani sono «immersi in quella sorgente inesauribile di vita che è la morte di Gesù, il più grande atto d’amore di tutta la storia», ha spiegato il Pontefice citando san Paolo. «E grazie a questo amore possiamo vivere una vita nuova, non più in balìa del male, del peccato e della morte, ma nella comunione con Dio e con i fratelli».

UN GIORNO FELICE DA RICORDARE. Per questo il Santo Padre è tornato a sottolineare, come ha già fatto più volte nei mesi scorsi, che i fedeli dovrebbero avere a cuore la data del proprio Battesimo: «È importante conoscere il giorno nel quale io sono stato immerso proprio in quella corrente di salvezza di Gesù. E mi permetto di darvi un consiglio. Ma, più che un consiglio, un compito per oggi. Oggi, a casa, cercate, domandate la data del Battesimo e così saprete bene il giorno tanto bello del Battesimo». Perdere la memoria del Battesimo, ha insistito papa Francesco, significa «perdere la memoria di quello che il Signore ha fatto in noi, la memoria del dono che abbiamo ricevuto». Un dono che ha «incidenza sul presente» e che «siamo chiamati a vivere ogni giorno, come realtà attuale nella nostra esistenza». Infatti, ha proseguito il Pontefice, «se riusciamo a seguire Gesù e a rimanere nella Chiesa, pur con i nostri limiti, con le nostre fragilità e i nostri peccati, è proprio per il Sacramento nel quale siamo diventati nuove creature e siamo stati rivestiti di Cristo». È proprio in forza del Battesimo che i cristiani hanno «la speranza di andare sulla strada della salvezza». Non solo: «Grazie al Battesimo – ha aggiunto il Papa – siamo capaci di perdonare e di amare anche chi ci offende e ci fa del male; riusciamo a riconoscere negli ultimi e nei poveri il volto del Signore che ci visita e si fa vicino».

DOBBIAMO CHIEDERLO A UN ALTRO. E non è un caso, ha detto in conclusione il Pontefice, se «nessuno può battezzarsi da sé», se «abbiamo sempre bisogno di qualcuno che ci conferisca questo Sacramento nel nome del Signore». Il motivo di questo fatto è che «il Battesimo è un dono che viene elargito in un contesto di sollecitudine e di condivisione fraterna», ha spiegato il Santo Padre. «Sempre nella storia, uno battezza l’altro, l’altro, l’altro… è una catena. Una catena di Grazia». «È un atto di fratellanza, un atto di filiazione alla Chiesa. Nella celebrazione del Battesimo possiamo riconoscere i lineamenti più genuini della Chiesa, la quale come una madre continua a generare nuovi figli in Cristo, nella fecondità dello Spirito Santo».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

72 Commenti

  1. riequilibrio scrive:

    un bambino è sempre e solo un bambino.
    VERGOGNA!

    • Roberspiga scrive:

      Giusto i bambini sono tutti dico TUTTI UGUALI.Chi afferma il contrario HA UN PENSIERO NAZISTA E INTEGRALISTA!!!!!!

  2. riequilibrio scrive:

    P.S.: a quanto pare le affermazioni papa le strumentalizzate anche voi, a partire dal titolo fuorviante e insulso che avete dato all’articolo.
    VERGOGNA.

  3. Jack scrive:

    Anche per me il titolo è fuorviante, anche se leggendo l’articolo è ben chiaro cosa si intende.

    Grazie a Papa Francesco per la chiarezza e semplicità con cui dice la verità!

  4. Andrea (uno dei tanti) scrive:

    Personalmente credo sia meglio il battesimo in età adulta, almeno sarebbe una scelta consapevole.

    • riequilbrio scrive:

      …e non una barbarie, com’è a tutti gli effetti.
      giù le mani dai bambini.

      • Andrea (Uno Dei tanti) scrive:

        Scusa, dove è la barbarie? Io neanche lo ricordo il battesimo, avevo sei mesi.

        Non dirmi che sei così perchè il battesimo ti ha sconvolto, per carità…. …gli atei circoncisi cosa dovrebbero dire? Fare causa ai genitori e al rabbino?

        Le barbarie sono altre: per quelle vere che sostantivi userai?

        • riequilibrio scrive:

          nemmeno io lo ricordo, però l’ho sempre vissuto come una macchia alla mia integrità – e dovuta a una scelta fatta da altri per mio conto.
          fortunatamente mi sono sbattezzato.
          un’imposizione ideologica fatta a qualcuno che non ha modo di difendersene è sempre una barbarie.
          un bambino è un bambino – non è cattolico, comunista, mussulmano o altro.

          • Impastato scrive:

            Riequilibrio, non hai il senso dell’equilibrio.

            1 – non esiste lo “sbattesimo”
            2 – se non sei credente che te frega del battesimo?
            Per te dovrebbe essere solamente un giorno, di cui non ti ricordi, dove te stata versata dell’acqua in testa.

            Ignoranza e ipocrisia trovano un bel mix nella tua testa

            • riequilibrio scrive:

              se quando eri neonato ti avessero iscritto a un’associazione internazionale di pedofili, ti assicuro che non te ne “fregheresti”, cialtrone.

              • Ychos scrive:

                Riequilibrio, un applauso….e un paio di cose da aggiungere per Impastato:

                1-lo sbattezzo esiste, basta inviare una raccomandata alla parrocchia in cui sei stato battezzato per far aggiungere una nota nel registro battesimale che indica la tua cessata affiliazione con la chiesa

                2-da non credenti ce ne frega eccome del battesimo perche’ le liste dei battezzati sono quelle usate dal vaticano per contare i propri fedeli e quindi farsi forza con i numeri, sostenendo di rappresentare il 96% degli italiani e legittimando quindi le continue ingerenze nella politica Italiana, io, per coerenza, non voglio farne parte, se per te la coerenza e’ un optional, questi son problemi tuoi

                3-deumanizzare in maniera cosi’ palese i non affiliati alla chiesa e’ per prima cosa offensivo, in secondo luogo discriminatorio e legittima tutti quei comportamenti abusivi da parte dei credenti (che ancora sono la maggioranza) nei confronti dei non credenti, come ad esempio una professoressa (quando capito’ ad una mia compagna di classe questa era una professoressa di Religione, ma non escludo che in certe parti d’italia possa accadere in altri contesti) alle scuole medie che si puo’ permettere di rivolgersi ad una ragazzina di poco piu’ di 10 anni intimandole di star zitta perche’ non battezzata.

                • Mactony scrive:

                  Verissimo!!!!
                  Io per esempio mi sono sbattezzato, e il vescovo ha voluto regalarmi anche la scomunica.
                  Ora non faccio più parte della chiesa cattolica e ne vado fiero!

            • Cristian scrive:

              E…non puoi essere Sbattezzato geniaccio. Puoi essere scomunicato o essere battezzato da altre confessioni religiose…ma non sbattezzato!

          • angelo scrive:

            Non ci si può sbattezzare , mi spiace per te . Il battesimo è un sacramento che rimane per sempre, chi ti ha detto il contrario ti ha ingannato. Comunque non vedo il problema se non ci credi non sei obbligato a vivere nella chiesa.Pace e bene

            • Mactony scrive:

              Scusami, ma hai detto una corbelleria.
              Cancellarsi dagli elenchi dei battezzati, tenuti dagli enti religiosi, ha il fine di interrompere una iscrizione formale non voluta (avevo meno di 6 mesi quando sono stato battezzato contro la mia volontá) e ad evitare così che la persona richiedente lo sbattezzo possa ulteriormente essere in qualche modo connotata come fedele contro la propria intenzione.
              Vorrei sottolineare il fatto che credere che non possa essere cancellato è solo superstizione.

          • angelo scrive:

            Non ci si può sbattezzare , mi spiace per te . Il battesimo è un sacramento che rimane per sempre, chi ti ha detto il contrario ti ha ingannato. Comunque non vedo il problema se non ci credi non sei obbligato a vivere nella chiesa.Pace e bene

            • riequilibrio scrive:

              si può eccome, informati, basta una raccomandata al parroco della chiesa dove si è stati bagnati.
              lui annota sul registro dei battezzati la tua volontà (riconosciuta, quindi, come tale), e ti risponde – sempre per raccomandata – che non fai più parte della chiesa.

              siccome sei il secondo (dopo il gentile impastato) che ribadisce la stessa cosa, ti informo che tra “far parte” di una congrega e non farne più parte corre una bella differenza.
              soprattutto se l’associazione in questione si occupa principalmente di riciclaggio di denaro sporco, copertura della pedofilia, negazione dei diritti umani e intrattiene corrispondenza d’amorosi sensi con le peggiori dittature.

              sono una brava persona, non mi ci ritrovavo proprio.

              • impastato scrive:

                Vedi di farti fare una convergenza al cervello 😀

              • impastato scrive:

                Vedi di farti fare una convergenza al cervello 😀

                Continui nella tua incoerenza.
                Essere battezzati ma non frequentare la Chiesa e combatterla sarebbe come essere iscritti a vita in una lobby pedofila (questo secondo te), ma se la combattessi dimostrerei già con i fatti di non farne parte.

                Invece battendoti per lo sbattesimo (che NON ESISTE) dimostri di credere al battesimo.

                Fai pace con te stesso

                • Ychos scrive:

                  aridaje, lo sbattezzo esiste, il fatto che tu ne ignori l’esistenza non cambia i fatti delle cose, quando invii la raccomandata alla parrocchia il parroco DEVE apporre la nota sul registro, e deve NOTIFICARE l’avvenuto sbattezzo al richiedente entro due settimane previa lettera di conferma con tutte le dovute conseguenze (tra cui esclusione dai sacramenti, dalle esequie cristiane, e la scomunica) se il prete si rifiuta di apporre la nota sul registro o se rende pubblica la decisione del singolo individuo contro la sua volonta’, e’ perseguibile per legge per violazione del trattamento di dati personali per il primo caso e per violazione della privacy nel secondo caso, ci sono le leggi e ci sono i precedenti, nell’era di Google basta andare a cercare in un comunissimo motore di ricerca invece che strepitare “non esiste non esiste non ti sento lalalalalala”

                • Mactony scrive:

                  Io ( felicemente sbattezzato ) ho fatto una scelta di COERENZA.
                  Se non mi sento cattolico, perchè devo essere considerato tale?
                  Se non capisci questo, allora significa che non sei una persona coerente oppure… Fai pace con te stesso!

                • Giovanni scrive:

                  per essere chiari: il battesimo non è nulla, se non un’implicita iscrizione in un club di prepotenti pedofili, che hanno turlupinato mia madre quando ero piccolo. Mi hanno buttato dell’acqua in testa. Sticazzi. Insieme a mia madre hanno inculato tantissime persone (oltre a tantissimi bambini) e hanno costruito una lobby molto potente, specie in un paese a maggioranza di cojoni. Che in parte basa la sua potenza sulle liste di quelle iscrizioni. Io provo vomito verso questa lobby di pedofili prepotenti e non voglio averci a che fare. Quindi mi sono fatto depennare da quella lista. C’è una prassi da compiere e si ottiene la cancellazione da quelle liste, tutto qui. Il battesimo non è null’altro che quell’adesione, la cancellazione da essa dicesi:”sbattezzo”.

              • Antonio scrive:

                fai letteralmente schifo, altro che brava persona

        • Ychos scrive:

          “gli atei circoncisi cosa dovrebbero dire? Fare causa ai genitori e al rabbino?”

          Per quel che mi riguarda, si, dovrebbero.

        • Roberto scrive:

          Che senso ha battezzare un bambino, hanno forse paura che una volta adulti non lo farebbe più ? Parliamoci chiaro il battezzo é un marchio di fabbrica per crescere un esercito di qualcosa che non esiste per contrastare il potere delle altre religioni

  5. riequilibrio scrive:

    aggiungo, poi chiudo: i maggiori organi d’informazione, che ogni giorno ci propinano papa francesco con l’agnellino, papa francesco con la vecchietta e papa francesco con il disoccupato – rendendone un’immagine edulcorata e artificiosa, perchè non riportano questa dichiarazione che trovo rivelatrice, nella sua infamia, della sua reale indole? cosa avrà da dire scalfari, nel suo malinconico rimbambimento senile?

  6. Cavaliere di San Michele scrive:

    Scusate, ma voi fate vaccinare i figli da piccoli o aspettate che “siano grandi e scelgano loro”? Fate da piccoli, vero?, perchè per voi è importante che siano protetti e difesi per affrontare la vita.
    E lo stesso è per un genitore cristiano: visto che ci crede, cerca di passare subito la fede (di cui il Battesimo è la porta) ai figli. A un figlio cresciuto e ribellato potrà non piacere, ma non può negare che i genitori, dal loro punto di vista, hanno voluto dargli il meglio

    • riequilibrio scrive:

      obiezione garbata e civile – insolita per un cristiano – e quindi ben accetta.
      modificherei però l’ultimo paragrafo: non “un figlio cresciuto e ribellato” ma un figlio cresciuto e rinsavito.

      • easy scrive:

        Ma da dove viene tanto rancore?

      • Paolo2 scrive:

        Allo “sbattezo” erano presenti anche “spadrino e smadrina”?

      • domenico b. scrive:

        Riequilibrio, sei ripieno di luoghi comuni e farcito di pregiudizi. Non dici niente di nuovo e di vero, i tuoi discorsi li sento pari pari ogni giorno da tantissimi altri (ma vi fanno con lo stampo?) Anch’io ti voglio chiedere: perché ti dà così fastidio il tuo battesimo e perché ti vuoi intromettere nelle scelte di due sposi cristiani?

        • Ychos scrive:

          prova a sostituire la religione con un partito politico e il battesimo con l’iscrizione a tale partito….se i tuoi genitori prendessero la decisione di iscriverti a un partito politico perche’ ritengono sia il migliore a cui potresti affiliato (esattamente come accade con le religioni) e tu una volta cresciuto non condividessi gli ideali del partito a cui sei iscritto? cosa faresti? ne usciresti per coerenza oppure te ne fregheresti? ripeto, a volte rimango sconvolto da quanto poco conto si dia a quella cosa che si chiama coerenza, la domanda, ad un non credente, non dovrebbe essere “perche’ mai ti vuoi sbattezzare”? ma bensi’ “perche’ no?” a chi invece se ne frega e ha il culo troppo pesante per andare in posta a spedire una racomandata…..ma purtroppo ormai siamo cosi’ abituati ad adagiarsi che il menefreghismo e l’incoerenza son viste quasi come una virtu’

    • Mac scrive:

      Peccato che il peccato originale e il battesimo siano cose di fantasia, mentre le malattie sono vere e reali.

    • Mactony scrive:

      Io mio figlio non l’ho battezzato…ora ha 18 anni e mi ringrazia ogni giorno!

  7. Jack scrive:

    Il Battesimo è il più grande dono che ho ricevuto!

    Non ringrazierò mai abbastanza i miei, anche se per prenderne coscienza è stato, successivamente, fondamentale l’aver incontrato Gesù nell’abbraccio della Chiesa!

  8. Ser.Sar. scrive:

    @ Impastato Ci si puo sbattezzare eccome, ovviamente non con il significato di un credente. Se non credo nel battesimo non posso sbattezzarmi, ma per noi atei vuol dire non volere che risulti il proprio nome nella lista della comunità cristiana. Come togliersi da un’associazione di cui non si condividono i principi. Quindi diciamo che per sbattezzarsi si intende il “dissociarsi” per coerenza e per questione di principio.

  9. letizia scrive:

    Che discorsi assurdi e retrogradi per delle persone che dovrebbero avere il perdono e la bontá nelle vene. Quell acquetta in cui vi hanno immerso non é altro che un simbolo..nei gesti della vita stá la vostra redenzione e la vostra santitá. Siete tanti voi battezzati, mi preoccupa che questo dono cosí indispensabile del battesimo non vi abbia reso nemmeno un pò piú umani.nemmeno un pó.

  10. Luisa scrive:

    Letizia secondo me il tuo commento è il più bello scritto su questo post

  11. Luisa scrive:

    Letizia il tuo commento è il più bello scritto su questo post, grazie

  12. Lo Sbattezzato scrive:

    Mia figlia ha 7 anni ed è dolcissima, buona e bella. quando sarà adulta deciderà lei che vuol fare di quell’acquetta sulla testa. Un bambino è bello sopratutto x la sua innocenza. ..trovo assurdo e medioevale imporre loro qualcosa che non possono scegliere……tutto il resto sono stupide chiaccheere di carruggio.

  13. Ychos scrive:

    Ditelo ai genitori cristiani che hanno perso un figlio appena nato, prima del battesimo, che il loro pargolo e’ in balia del male, del peccato e della morte.

    D’altronde, se non siete stati abbastanza furbi da andare da un pedofilo per far schizzare qualche goccia d’acqua sulla fronte di vostro figlio e dire qualche parola magica, cosa credevate che sarebbe successo? per quel che mi riguarda anzi, siete pure dei pessimi genitori!

    Ma io dico, ma questi elementi evidentemente maturi per svecchiare in un reparto geriatrico, si rendono conto della sofferenza che possono causare a migliaia di persone con un paio di parole, oppure le sparano cosi’ a cuor leggero?

    • Cristian scrive:

      Ok…ora é tutto chiaro! Qui nessuno hai idea di quello che dice. Siete la peggio umanità…quelli che se la inventano e se la raccontano come vogliono per fare l’impressione di essere dei giustoni assoluti!

  14. Federica scrive:

    Andatelo a dire ai milioni di martiri che hanno sparso il loro sangue lungo secoli di storia,che lo hanno fatto per una lobby internazionale pedofila che ruba e discrimina.e anche alle varie centinaia di migliaia in Africa,Medio Oriente e India che rischiano la vita solo per sentire una Messa.e anche a quelli nei lager in Corea del Nord.e a quelli ingoiati dalle carceri cinesi.

  15. SlyferOsso scrive:

    Vorrei far notare che lo sbattezzo esiste, molti di noi già vi hanno fatto ricorso, e se non ci credete basta che facciate una semplicissima ricerca o andiate sul sito dell’Unione Atei e Agnostici Razionalisti (UAAR).

  16. Barbara scrive:

    Il battesimo oltre ad un sacramento è una vera e propria festa per il neonato.

  17. Laura Nicole scrive:

    Ma quand’è che vi sveglierete e capirete che essere credenti è diverso da essere religiosi?Ma non riuscite proprio ad arrivarci che la chiesa maledetta è una società per azioni e la vostra ignoranza alimenta la sua ricchezza e il suo potere?Solo perché il papa di turno vi parla in modo gentile per conto (dicono loro) di dio.Rendetevi conto che siete solo pedine usate da delinquenti che come dicono i ragazzi sopra coprono pedofilia,mafia,riciclo di denaro e contribuiscono a rendere l’Italia un paese ideologicamente retrogrado con leggi schifose contro minoranze che non approvate.Se credete in dio non avete bisogno di andare a regalare i soldi alla chiesa del paese o sbandierare il vostro credo la domenica a messa.Vi hanno proprio indottrinati bene,niente peggio delle religioni che hanno tolto la capacità di giudizio alle persone,tutte pecore trainate da dei furboni che vi fanno credere di essere il tramite con dio.Se davvero un dio esiste piange a vedere come gli uomini intendano l’essere credenti.
    Le risposte ignoranti e standard da cristiani medi non saranno neanche considerate.

  18. Elisabetta scrive:

    Il battesimo è relativo perché ovviamente una scelta dei genitori. Chi dice “andrebbe fatto da adulti” forse non conosce bene le cose.
    Quel che alla fine conta è la Cresima ovvero la CONFERMAZIONE del battesimo. Per far numero bisognerebbe contare i cresimati.

  19. Elisabetta scrive:

    Il battesimo è relativo perché ovviamente una scelta dei genitori. Chi dice andrebbe fatto da adulti forse non conosce bene le cose.
    Quel che alla fine conta è la Cresima ovvero la CONFERMAZIONE del battesimo. Per far numero bisognerebbe contare i cresimati.

  20. Andrea scrive:

    salve a tutti ho letto i commenti e vorrei dire la mia
    Non sono credente ma rispetto la religione e un po la conosco per questo volevo confermare che esiste quello che qualcuno chiama sbattezzo che sarebbe poi una scomunica. esiste perché una delle basi della religione è il libero arbitrio. Certo che se dei cristiani che difendendo la propria religione attaccano perdendo di vista il perdono e la comprensione verso il prossimo la dice lunga su quello che è il vostro livello di fede, inoltre sostenere che un bambino è diverso se ha ricevuto o no un sacramento siete fuori rotta visto che la vostra chiesa nei sermoni che dovreste ascoltare la domenica ci piazza sempre l’uguaglianza degli uomini. Odio la chiesa come istituzione ma ammiro i preti che si fanno mandare dove c’è veramente bisogno di loro.
    Non essere cristiano non vuol dire essere il male

    • Mactony scrive:

      No, scusami, ma losbattezzo e la scomunica sono due cose diverse.
      Te lo dico per esperienza diretta.
      Io mi sono sbattezzato, cioè sono stato cancellato dalle liste della chiesa cattolica romana su mia richiesta con raccomandata.
      Successivamente, il vescovo della mia cittá, mi ha scomunicato e mi ha reso noto che non posso sposarmi in chiesa, né fare il padrino. Non posso avere la comunione né avere quell’altra superstizione ( di cui non ricordo il nome ) in punto di morte.

  21. Gregorio scrive:

    Ma se Gesù è stato battezzato in età adulta perchè si battezzano i bambini? La sua è stata una scelta consapevole, quella dei bambini mi pare di no.

  22. giorgio scrive:

    Quste sottili distinziomi non sembrano importarea ai sacerdoti pederasti che il vaticano protegge

  23. iris scrive:

    Un bambino non ha colpe. . QuanTo sia stupido chi lo crede non saperei. . Ma la cosa divertente è un altra … consacrare un neonato senza che lui non ne sia minimamente consapevole e un imposizione bella e buona… la chiesa il battesimo lo sosteneva da neonato per l’alta mortalità infantile sopratutto nel medioevo. La salvezza di un anima già pura o il bisogno di avere credenti e denaro dai consacrati ? Fai una dona

  24. Nicola scrive:

    Tre sole osservazioni:
    1-Non capisco come si possa credere che un bambino nasca con una colpa originaria da lavare con il battesimo, mi sembra una cosa totalmente assurda
    2-Il battesimo alla nascita è un’imposizione, un vero sopruso. In questo sono meglio i Testimoni di Geova che almeno si battezzano alla maggiore etá, dando quindi maggiore importanza alla volontá dell’iniziando
    3-Bergoglio è una bella persona, e lo dico da deista distantissimo dal cattolicesimo, però il suo animo nobile non riesce nemmeno lontanamente a convincermi della sensatezza dei dogmi cattolici, che continuo infatti a considerare totalmente insensati

    • giovanni scrive:

      1- il peccato originale è un’invenzione vera e propria di (mi sembra, quando volevo documentarmi l’ho fatto e non parlo della rete, ora non ricordo) s. Agostino e si basa su ragionamenti e deduzioni o congettire di teologia… anch’io sono totalmente in disaccordo
      2- i testimoni di Geova fanno parte degli Evangelisti (o cmq sono simili, anche questa distinzione sottile non la ricordo, per rispetto devo dirlo, purtroppo avendo deciso che mi importava poco nel tempo ho dimenticato) dunque seguono la Scrittura e non la tradizione cattolica o la teologia cattolica, e nei testi evangelici non si parla mai di bambini battezzati, evidentemente
      3- infatti, è una grandissima persona che però finchè è stato semplice sacerdote ha potuto anche magari distinguersi andando incontro davvero alle persone e smussando gli angoli dei dogmi e delle imposizioni, poi andando su ha man mano perso la libertà d’azione come è ovvio… essere papa e dire cose contrarie ai dogmi sarebbe quasi impossibile, non credete? è il vero dramma delle persone colte ed equilibrate che hanno amore per gli insegnamenti di gesù (fermo restando che esistono tanti vangeli apocrifi e che quelli accettati con votazione umana a maggioranza sono stati scritti almeno una quarantina – e più- di anni dopo la morte di cristo, quindi con probabili continui aggiustamenti nella tramandazione orale… per cui eviterei di impuntarmi sulla singola parola!)… queste persone sentono dentro qualcosa che alla fine si rendono conto prescinde da paura e superstizione e spesso si sposa con la meditazione e la preghiera spontanea, ma cozza parecchio con dogmi, imposizioni, cerimonie comandate, riti a volte un po’ imbarazzanti per la vicinanza al medioevo nel senso superstizioso-oscurantista… per queste persone c’è un sollievo verso bergoglio nel rapporto a ratzinger, ma alla fine un disincanto nel sapere che tanto le cose non cambieranno mai se non dal basso e in maniera “nascosta”…
      buona vita e buona riflessione

  25. Michele scrive:

    Ci si battezza da grandi come fece il Signore Gesù Cristo, e disse Lasciate che i fanciulli vengano a me, perchè di chi è come loro il Regno dei Cieli. Amen

    questo è uno dei tanti anticristi della storia, un pupazzo di marketing usato dal vaticano per acquisire nuovamente consenso e potere, lo testimonia la sua tessera massonica, e la sua profonda apostasia delle scritture.

  26. elisa scrive:

    Io mi sono sbattezzata ho sbattezzato mio marito fratello di suore e cugino di preti,e abbiamo sbattezzato anche i nostri figli ,infine ci siamo anche SVACCINATI !! Ahahahahah!! Stiamo benissimo !! Dimenticavo ci siamo tolti anche dalle scuole e pratichiamo un-schooling !!

  27. Vincenzo scrive:

    Io non so s’è la maggior parte di voi sia credente o no ? Questa è domanda che non voglio risposta.Io sento dire che molte persone era piccoli e indifesi e non potevano scegliere l orientamento religioso.la religione che io seguo che il cattolicesimo, tre sono le fasi battesimo comunione cresima .orientamento educazione conferma .io penso che le persone con un altro orientamento religioso non danno libertà ai propri figli come la religione che mi rappresenta. Padre Figlio e Spirito Santo.

  28. Vale scrive:

    Premesso che la mia intenzione non è quella di rispondere ai cattolici, visto che, per definizione, è impossibile discutere con chi non pensa, ma crede, ma solo aggiungermi al coro degli sbattezzati, che la Chiesa sia uno Stato di pedofili, assassini, violenti, ladri, ipocriti, non lo dico io, ma la Storia, lo dicono i fatti sotto gli occhi di chi li vuole tenere aperti. Credere che tutto questo sia falso è più che lecito, ma non lo rende meno reale e vero. La libertà di credere che una donna possa rimanere incinta senza rapporto sessuale, non è libertà, ma malattia mentale, pericolosa per sé stessi e per gli altri. Non avere reazioni allergiche nell’ascoltare le parole del Papa, rende complici di quei pensieri criminali.

  29. anna scrive:

    X tutti voi in particolare per. Vale. Vi consiglio di comprare il Vangelo aprirlo e leggerlo. Se lo meditate non resterete delusi. Ogni dubbio scomparira’ Gesu- parla ai vostri cuori certamente vi indichera” la strada da seguire. . Questa e” la fede Credere nell”amore di Dio che ha per noi- questo e” la grande sfida dell”umanita” farsi amare per poter amare

    • Lev scrive:

      Spero tu stia scherzando?
      Comunque, io non sono battezzato, i miei genitori hanno detto che poi sarò io che decido cosa voler fare. Il fatto che siano i genitori ad obbligare, scegliere per l’infante è uno schifo. (Per dirla in due parole)

    • Lev scrive:

      Spero tu stia scherzando?
      Comunque, io non sono battezzato, i miei genitori hanno detto che poi sarò io che decido cosa voler fare. Il fatto che siano i genitori ad obbligare, scegliere per l’infante è un abominio. (Per dirla in due parole)

  30. Piero Antonio scrive:

    Tra un bambino battezzato e uno che non lo è, NON C’E’ DIFFERENZA, come non c’è differenza tra un ateo e un credente. La differenza è solo ideologica.

  31. Roberto Spiga scrive:

    I bambini sono tutti dico TUTTI uguali chi afferma il contrario ha dentro di sé un pericoloso pensiero integralista nonché nazista!!!!!

La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

Cosa succede se dopo un bell'allenamento con la moto da enduro, pronto per andare al lavoro scopri che hai dimenticato lo smartphone in cima alla montagna? Ecco come Honda spiega in un video le potenzialità del DCT in Off Road. Pronti a sorprendervi?

90 anni e non sentirli. Nel clima di festeggiamenti per il compleanno del marchio di Borgo Panigale una tre giorni di divertimento in moto, che surriscalderà la Riviera Romagnola. In programma dall'1 al 3 luglio sul circuito di Misano.

L’edizione speciale della supercar americana s’ispira alla race car GT40 che nel 1966 ottenne una storica tripletta alla 24Ore di LeMans. A una miriade di componenti in carbonio si accompagna il noto V6 3.5 EcoBoost da 600 cv.

Moser, Motta, Vigna... Sembrava di essere ai box di una Sei Giorni in bianco e nero, ma eravamo nel cuore della Milano a colori di CityLife per il collaudo della rinata pista del Vigorelli.

310 cavalli, 400 Nm e 270 km/h sono i numeri che meglio spiegano la nuova bomba Honda. Ma c'è anche molto altro che vale la pena raccontare, non ultimo il prezzo: 37.700 euro

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana