Google+

Papa Francesco: «Aborto? Non è un argomento soggetto a presunte riforme o modernizzazioni»

novembre 27, 2013 Redazione

Ieri è stata resa nota l’esortazione apostolica scritta dal Papa, Evangelii gaudium. Molto importanti i passaggi sull’aborto

L’omelia non deve essere lunga né «uno spettacolo di intrattenimento», non deve «sembrare una conferenza o una lezione (…) puramente moralista o indottrinante» e neanche trasformarsi in una pura «lezione di esegesi». Ben 19 pagine della Evangelii gaudium, l’esortazione apostolica scritta da papa Francesco e resa nota ieri, sono dedicate alla preparazione dell’omelia da parte dei sacerdoti.

CONSIGLI PER L’OMELIA. Secondo il Papa, il sacerdote «deve lasciarsi commuovere dalla Parola e farla diventare carne nella sua esistenza concreta» prima di esporla agli altri. Per questo è necessario dedicare «un tempo prolungato alla sua preparazione», perché «l’omelia è il dialogo di Dio col suo popolo» e «deve dare fervore e significato alla celebrazione». Francesco consiglia anche ai preti di «parlare con immagini» e «di non pensare a quello che il testo [evangelico] dice agli altri per evitare di applicarlo alla propria vita».

POTENTE “NO” ALL’ABORTO. Tra i tanti argomenti trattati nella Evangelii gaudium c’è anche quello dell’aborto, perché non solo i poveri vengono esclusi dalla società ma anche «i nascituri, che sono i più indifesi e innocenti di tutti, ai quali oggi si vuole negare la dignità umana al fine di poterne fare quello che si vuole, togliendo loro la vita e promuovendo legislazioni in modo che nessuno possa impedirlo».
Il Papa sottolinea che «frequentemente per ridicolizzare allegramente la difesa che la Chiesa fa delle vite dei nascituri, si fa in modo di presentare la sua posizione come qualcosa di ideologico, oscurantista e conservatore. Eppure questa difesa della vita nascente è intimamente legata alla difesa di qualsiasi diritto umano (…) Se cade questa convinzione, non rimangono solide e permanenti fondamenta per la difesa dei diritti umani, che sarebbero sempre soggetti alle convenienze contingenti dei potenti di turno».

«NESSUNA “MODERNIZZAZIONE”». Su questo punto nessuno deve aspettarsi “aperture”: «Proprio perché è una questione che ha a che fare con la coerenza interna del nostro messaggio sul valore della persona umana, non ci si deve attendere che la Chiesa cambi la sua posizione su questa questione. Voglio essere del tutto onesto al riguardo. Questo non è un argomento soggetto a presunte riforme o a “modernizzazioni”». Perché «non è progressista pretendere di risolvere i problemi eliminando una vita umana». Ecco perché chiede anche alla Chiesa di fare di più per «accompagnare le donne che si trovano in situazioni molto dure, dove l’aborto si presenta loro come una rapida soluzione alle loro profonde angustie».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

8 Commenti

  1. Antonio says:

    ottimo come sempre, Papa Francesco. L’aborto è un crimine, però (e lo dico da tradizionalista e conservatore, mica progressista) bisogna aprirsi di più alla contraccezione. Una crescita infinita dell’umanità sul pianeta non è sostenibile e bisogna prenderne atto. Finchè non si escogiterà qualcosa di nuovi, non si scoprirà qualche altra fonte di sostentamento il controllo al concepimento è necessario.

  2. katia says:

    Perchè sei convinto che senza cpntraccezione ci sarà la CRESCITA INFINITA dell’umanitá? Dalla preistoria fino si tempi dei ns. Nonni (non c’erano pillole e profilattici) tutta questa crescita demografica insistenibile io non l’ho vista né letta nei libri di storia. Bisognerebbe ritornare a vivere in comunitá dove il bene era comune come fecero gli apostoli dopo la Resurrezione di Gesú.

    • Jack says:

      Intanto, per cortesia e amor di verità, basta scrivere il termine “aperture” come se la chiesa – nella figura del Pontefice in particolare – non fosse aperta ad accogliere e valorizzare il contributo di tutti.
      Si capisce cosa sta a cuore al Papa parlando di aborto e toh salta su subito uno che si definisce tradizionalista e conservatore (dove siamo alla corte di Versaille nel 700?) a dire che il problema è che saremo (quando?) in troppi (quanti?) e tutto a causa della Chiesa Cattolica e della sua posizione dulla difesa della vita..
      ARRIVA Natale il fatto più grande che sfata le profezie di questi menagrami!!

  3. ILITHYA says:

    La Chiesa è liberissima di non riformare né modernizzare le proprie dottrine, però i legislatori devono assumere nei confronti dell’aborto un atteggiamento neutrale, non imporre a chi non le condivide le idee del papa sugli embrioni.

    • marshall says:

      Non è che tutto ciò che dice il Papa sia strettamente legato fede. Nei comandamenti ad esempio, oltre al precetto di andare a Messa e amare Dio, ci sono anche regole di “civiltà” come il non rubare. Ora, dato che non rubare fa parte dei comandamenti, lo stato dovrebbe avere un atteggiamento neutrale verso il furto? L’aborto è una scelta che determina l’uccisione di un bambino. Non dovrebbe lolo Stato tutelare con le sue leggi una parte debole ed indifesa come colui che deve nascere, al di là di ciò che dice la religione? Questo non è un atto di fede, ma di ragione e civiltà.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.