Google+

Padre Gheddo, un coraggioso “bastian contrario”

ottobre 9, 2016 Rodolfo Casadei

«Così si smarcava dai colleghi, vivendo le crisi sulla propria pelle». Rodolfo Casadei racconta il suo rapporto col missionario-giornalista

piero-gheddo-dinajpur-santal-bangladesh

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Ho avuto padre Piero Gheddo come direttore per otto anni all’inizio della mia attività giornalistica, fra il 1986 e il 1994, al mensile Mondo e Missione, e l’aver lavorato con lui ha esercitato una benefica decisiva influenza sul mio modo di fare i reportage internazionali.

Fu lui a inviarmi, inesperto reporter 29enne, nella bolgia del Sudafrica del tempo dell’apartheid, poco dopo nell’Uganda dissanguata dalle guerre civili e infine nel Ruanda all’indomani del genocidio. Padre Gheddo stupiva per la seraficità con cui vestiva i panni del bastian contrario e tollerava gli attacchi di quanti si scandalizzavano delle sue posizioni: che si trattasse della guerra in Vietnam, del sandinismo in Nicaragua o della Teologia della Liberazione in America Latina, il direttore di Mondo e Missione non mancava mai di rendere pubblici i suoi punti di vista controcorrente e di tenerli fermi anche di fronte alle contestazioni più dure.

Negli anni del Vietnam rischiò fisicamente, la sua auto fu manomessa per causargli un incidente. Non era questione di testardaggine caratteriale, ma di esperienza professionale e umana: Gheddo andava nei paesi al centro delle crisi ma non si intruppava con gli altri giornalisti, raramente faceva base negli alberghi e non perdeva tanto tempo con ministri o leader ribelli. Col permesso dei vescovi si installava presso le parrocchie e le missioni, cioè le realtà più prossime alla gente comune, e così il suo punto di vista diventava quello di chi viveva le crisi sulla propria pelle.

Mentre la maggioranza degli inviati non riusciva a rinunciare al proprio pregiudizio ideologico, lui si metteva nella condizione ideale perché la realtà potesse mettere in discussione il suo. Per questa ragione le sue posizioni risultavano così spesso controcorrente. Gheddo poteva permettersi di entrare in polemica con un Tiziano Terzani sulla realtà dei khmer rossi in Cambogia e uscirne integro, mentre l’interlocutore avrebbe finito per fare autocritica. Nella modestia dei miei mezzi, mi sono messo alla sua scuola. Ne hanno tratto vantaggio i lettori e io stesso.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

SCS, ovvero come ti rivoluziono il concetto di frizione. Anche MV Agusta debutta nel segmento delle trasmissioni “evolute” e lo fa con un sistema leggero e versatile. Sarà questo il futuro del cambio?

L'articolo Prova Mv Agusta Turismo Veloce Lusso SCS <br> addio frizione proviene da RED Live.

Il Biscione di Arese trova da sempre il suo habitat naturale tra i boschi del Nürburgring. È dal 1932 che le Alfa Romeo hanno un feeling particolare con i 20,832 chilometri di saliscendi dell’Inferno Verde tedesco, da quando cioè le Gran Premio Tipo B di Caracciola, Nuvolari e Borzacchini monopolizzarono un podio divenuto nel tempo […]

L'articolo Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio NRING proviene da RED Live.

I circa 21 km della Nordschleife percorsi dalla super SUV ceca in poco più di 9 minuti. Con una veterana dell'Inferno Verde al volante: Sabine Schmitz

L'articolo Skoda Kodiaq RS, la SUV a 7 posti più veloce del Nürburgring proviene da RED Live.

ECCO I MIGLIORI CASCHI DA BAMBINO La legge parla chiaro: fino al raggiungimento dei 5 anni di età, i bambini non possono essere trasportati su un mezzo a due ruote. C’è di più: oltre all’età, la piccola creatura deve avere le caratteristiche fisiche necessarie (deve arrivare con i piedi alle pedane) e soprattutto indossare attrezzatura […]

L'articolo I migliori caschi da bambino proviene da RED Live.

C’è un dato curioso che riguarda la popolazione italiana a due e quattro zampe. Sembra che negli ultimi cinque anni, il numero di bipedi che si accompagna a un quadrupede sia cresciuta del 15%… Se da un punto di vista socio-psicologico, questo dato fotografa una voglia di affetto (spesso anche la scelta di darne e […]

L'articolo Prova Nissan X-Trail Trainer: “Hulk approved” proviene da RED Live.