Google+

Omaggio di Google a Hermann Rorschach, l’uomo che inventò il test delle macchie

novembre 8, 2013 Elisabetta Longo

Macchie simmetriche, all’apparenza casuali, in grado di suggerire la personalità di chi le guarda e prova a dire cosa le sembrano. La tesi di un medico svizzero, oggi omaggiato da Google

Continua la tradizione dei Doodle di Google, immagini animate messe in occasioni speciali al posto della tradizionale nome del motore di ricerca. Oggi tocca allo psichiatra svizzero Hermann Rorschach, noto per aver inventato il “test delle macchie”. Nato 129 anni fa, Rorschach inventò il test per caso, quando era ancora studente nel 1918. Fin da bambino giocava spesso con un gioco da tavolo allora molto popolare chiamato Kleks (macchie, in tedesco), che consisteva nel ricostruire delle storie partendo dalle macchie colorate che si avevano davanti.

COSA VEDI? Casualmente Hermann notò che i pazienti affetti da schizofrenia facevano associazioni diverse rispetto agli altri pazienti. Quindi elaborò nel 1921 il suo test definitivo per diagnosticare la patologia. Si tratta di dieci immagini, all’apparenza formate da inchiostro, perfettamente simmetriche, che non sono casuali come sembra, ma disegnate dallo stesso Rorschach. Che, figlio di pittore, aveva il pallino del disegno. Il medico svizzero sosteneva che semplicemente chiedendo “cosa vedi?” si potesse capire molto della personalità della persona a cui lo si domandava. E oggi Google invita tutti i suoi visitatori a guardare quelle macchie e dire agli amici, condividendo sui social, cosa vedono.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana