Google+

Ocse: la disoccupazione aumenterà nell’Euroarea

luglio 10, 2012 Redazione

In Italia la disoccupazione dovrebbe toccare quest’anno un tasso del 9,4 per cento per poi aumentare nel 2013 al 9,9 per cento. Nell’area euro il tasso di disoccupazione dovrebbe attestarsi al 10,8 per cento nel 2012 e all’11,1 per cento nel 2013.

Il tasso di disoccupazione nell’area Ocse si è attestato al 7,9 per cento nel mese di maggio, invariato rispetto al mese precedente. Il numero di disoccupati è invece salito a 47,7 milioni, 300 mila in più rispetto ad aprile. In Italia si è registrato un lieve calo congiunturale, dal 10,2 per cento al 10,1 per cento. Nell’area euro si è avuto invece un nuovo rialzo, pari allo 0,1 per cento, che ha portato il tasso di disoccupazione a un nuovo record dell’11,1 per cento. Nell'”Employment outlook 2012″, l’Ocse sottolinea che la cifra è «superiore di quasi 15 milioni rispetto alla fine del 2007 quando la crisi è iniziata». A fine anno il tasso dovrebbe crescere all’8 per cento per poi scendere nuovamente al 7,9 per cento nel 2013.

In Italia la disoccupazione dovrebbe toccare quest’anno un tasso del 9,4 per cento per poi aumentare nel 2013 al 9,9 per cento. Il livello era pari all’8,4 per cento sia l’anno scorso sia nel 2010.  L’Ocse sottolinea inoltre che «diversi paesi (Grecia, Spagna, Italia e Portogallo) hanno annunciato o attuato riforme del mercato del lavoro per contrastare la dualità tipica del settore riducendo il gap tra la protezione di chi un lavoro ce l’ha e i lavoratori a tempo determinato». L’impatto di tali riforme, prosegue l’organizzazione, «potranno essere ampliate da altre riforme strutturali che aumentino la competizione nei settori dove esistono grandi potenzialità di creare posti di lavoro come il commercio al dettaglio e i servizi professionali».

Il paese dell’area Ocse con il tasso di disoccupazione più elevato resta la Spagna (24,6 per cento, in crescita dello 0,3 per cento), seguita dal Portogallo (dato stabile al 15,2 per cento) e dall’Irlanda (dato stabile al 14,6 per cento), mentre quello con il tasso minore rimane la Sud Corea, dove il dato scende dello 0,2 per cento al 3,2 per cento.  La Germania ha un tasso del 5,4 per cento quest’anno e lo avrà del 5,2 per cento nel 2013. Male invece Francia (9,8 per cento nel 2012 e 10 per cento nel 2013) e Gran Bretagna (8,6 per cento quest’anno e 9 per cento nel 2013). La disoccupazione femminile, invariata all’8 per cento, resta leggermente superiore a quella maschile (7,9 per cento).

Il numero di giovani tra i 15 e i 24 anni senza lavoro è risultato pari a 11,9 milioni, con il tasso di disoccupazione giovanile che arretra dello 0,1 per cento al 16,1 per cento. Il tasso varia dall’8 per cento della Germania a oltre il 50 per cento in Grecia e Spagna. «Particolare preoccupazione è suscitata dai persistenti alti livelli di disoccupazione giovanile», si legge nel rapporto. «La creazione di posti di lavoro continuerà a essere debole in molti paesi dell’area Ocse e il tasso dovrebbe restare stabile circa all’8 per cento alla fine del 2013». Tuttavia la previsione è peggiore nell’area euro «dove nei prossimi mesi dovrebbe aumentare ulteriormente prima di stabilizzarsi nel 2013». In particolare, stima l’organizzazione, nell’area euro il tasso di disoccupazione dovrebbe attestarsi al 10,8 per cento nel 2012 e all’11,1 per cento nel 2013.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
Sulle tracce di Cristo - Viaggio in Terrasanta con don Luigi Giussani

Tempi Motori – a cura di Red Live

Bye bye 1.6 TDI da 110 cv. Hai fatto un buon lavoro, però i tempi sono maturi perché tu venga sostituito da un’unità sì di pari cilindrata, ma più moderna e performante. Almeno questo è il parere di Audi che dedica alla gamma A3 il quadricilindrico turbodiesel di 1,6 litri e 116 cv già impiegato […]

L'articolo Audi A3: 1.6 TDI da 116 cv per tutta la famiglia proviene da RED Live.

Cresce la famiglia Range Rover. Tra la “piccola” Evoque, declinata anche in configurazione Coupé e Convertible, e la Range Rover Sport s’inserisce l’inedita Velar, chiamata al debutto in occasione del Salone di Ginevra (9-19 marzo). Sebbene non siano state diffuse informazioni di dettaglio in merito al nuovo modello, è probabile che possa contare su di […]

L'articolo Range Rover Velar: un nuovo tassello proviene da RED Live.

COSA: BMW xDRIVE EXPERIENCE Due percorsi per testare il sistema di trazione integrale  DOVE E QUANDO: San Candido (BZ), 24 febbraio-5 marzo Nelle due settimane legate al Carne nei pressi delle piste di San Candido è possibile provare tutta la gamma equipaggiata con il sistema di trazione integrale intelligente BMW xDrive, capace di trasferire le forze […]

L'articolo RED Weekend 23-26 febbraio, idee per muoversi proviene da RED Live.

Thunder Stroke™ 111: è il cuore che muove la Springfield, un bicilindrico a V da 1.811 cc e 135 Nm di coppia massima. La stazza conta fino a un certo punto e, a fronte di una distribuzione dei pesi ottimale, i 390 kg non fanno paura. Il prezzo, invece, un po' di più: 27.290 euro.

L'articolo Prova Indian Springfield proviene da RED Live.

Se avete 499.000 euro da spendere e volete un’auto assolutamente fuori dagli schemi, in grado di far impallidire persino i possessori di una hypercar come la Pagani Huayra, allora è in arrivo la vettura per voi. La nuova Pal-V Liberty è la prima automobile di serie al mondo in grado di volare! Per dire definitivamente […]

L'articolo Pal-V Liberty: l’auto volante è realtà proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana