Google+

Nei locali pubblici, slot machine legali. Però è vietato giocare a “pari o dispari”

dicembre 3, 2012 Francesco Amicone

Dove finirebbero le “mangiasoldi” se fossero vietate? Nella Tabella dei Giochi Proibiti, affissa in tutti i locali pubblici d’Italia, a far compagnaia al biribisso, al gioco delle tre pipe, alla pirla.

In questi giorni, si discute dei problemi sociali generati dalla liberalizzazione delle macchinette mangiasoldi negli anni 2000. Un modo alienante per giocare d’azzardo, che sta causando numerosi danni a famiglie e persone. Il governo ha anche ipotizzato di ri-vietarle. A fronte di questa riforma, però, continua a mantenere una rigida, e ridicola, regolamentazione su altri giochi innocui, o assurdi, antichi, inesistenti e di cui non conosce il nome.
Secoli di bandi e di grida, a noi pervenuti sotto la forma di un sillabo repubblicano, che da un regio decreto del ventennio fascista è “aggiornato” da tutti i comuni d’Italia e obbligatoriamente affisso in tutti i locali pubblici della penisola. Un compendio vintage, di giochi dimenticati e misteriosi. Ecco un breve elenco di alcune singolari proibizioni.

VIETATO PIRLARE. Nei bar, nei pub, in qualsiasi locale pubblico, la trottola-pirla è assolutamente bandita.

ALBERO IMPERIALE. Gioco proibito nel 1817, nel 1840, nel 1930 e tutt’oggi. Secondo un documento milanese del 1738 (dove si pregava il re di non vietarne l’uso), l'”arbore imperiale” sarebbe una definizione solenne di pirla.

TESTA O CROCE.  Uno degli illeciti passatempi più diffusi nei pubblici locali, magari per decidere a chi tocca pagare il conto.

SCALA QUARANTA. Come briscola e altri giochi di carte, conduce a illeciti diffusissimi fra gli anziani di ogni risma, e fra gli studenti, che vi giocano spesso nei bar, nelle scuole, nelle università e non soltanto nei circoli appropriati.

LE PISTOLETTATE. Nei locali pubblici è vietato giocare a sparare. Proibiti: tiro con le freccette, tiro al piattello, bersaglio mobile. Non è nemmeno possibile giocare a “pistola ad aria compressa con disco girevole” (qualcuno ci ha provato).

CAROSELLO CARRA’ (CON DUE MONETE). Difficile capire di cosa si tratti. Immagini come giostre, quadrighe, cavalieri medievali, polizia, fumogeni, tv in bianco e nero. Se non fosse per quell’utile specificazione (“con due monete”) chi penserebbe a un gioco d’azzardo? Comunque è vietato.

POLO BICICLETTA. Senz’altro azzardato giocarci nei bar o nei ristoranti. E anche se potrebbe essere più semplice giocare a tennis, fra un tavolo e l’altro, gli sportivi dovrebbero sapere che è vietato anche quello.

IL GIOCO DELLE TRE PIPE. Variante borghese del gioco dei tre portafogli, che è a sua volta la variante capitalista del gioco delle tre carte. Un tempo chiamato “gioco delle tre foglie”. Restano quelli delle tre noci e dei tre campanelli. Tutti rigorosamente banditi dai locali pubblici.

LA PASSATELLA. Proibito dal Papato già nel 1592 (illecito tutt’oggi), consiste nel passare una damigiana di vino al compagno di bevuta prescelto. Il bevitore che rimane per ultimo resta a bocca asciutta.

LA MORRA MUTA. Spettacolare. Dopo la messa al bando della morra, qualche zelante appassionato si è deciso a giocarci “sottovoce”. Ma è stato bandito lo stesso.

LAURS QUENCET E KONG KENG. CHI SONO? Nel sillabo degli illeciti passatempi, ci finiscono anche loro, durante il fascismo. Fantomatici personaggi più che giochi d’azzardo. Evocano le atmosfere di un film di Jean Claude Van Damme: Indocina francese, nebbia, fumose oppierie, magari anche gare clandestine di morra muta.
Non saranno mica Lansquenet e Conchè, due giochi di carte?

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana