Google+

È morta Yueyue, la bambina cinese investita da due camion e ignorata dai passanti

ottobre 21, 2011 Redazione

La piccola di due anni, investita da due furgoni e lasciata soffrire in strada, è morta. Il video, circolando sulla rete ha sollevato migliaia di proteste e alcune amare riflessioni sullo stato di degrado morale della Cina capitalista-comunista

Pubblichiamo un articolo apparso oggi sul sito asianews.it. Il video cui fa riferimento l’articolo lo trovate qui (le immagini sono molto crude)

Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Una bambina di due anni investita da due camioncini e ignorata da almeno 18 passanti, è morta stamane in un ospedale di Foshan (Guangdong). Le immagini della sua tragedia, diffuse su internet, hanno infiammato gli animi di milioni di blogger che criticano il materialismo e l’immoralità della società cinese.

I video di sorveglianza del 13 ottobre mostrano la piccola Wang Yue (familiarmente chiamata Yueyue) che viene investita da un camioncino che si allontana senza prendersi cura di lei e lasciandola sanguinante sulla strada.

Nei sette minuti seguenti vi sono decine di persone che le passano vicino a piedi o in bicicletta e nessuno si ferma a soccorrerla. Un altro camioncino la investe e le rompe le gambe. Solo una donna spazzina la trascina ai bordi della strada fino a che non accorre la madre, una migrante che gestisce un piccolo negozio.

Portata all’ospedale, i dottori hanno subito detto che la piccola Yueyue, in coma, non sarebbe sopravvissuta. Quest’oggi la dichiarazione di morte per “fallimento sistemico degli organi”.

L’incidente e ora la sua morte hanno suscitato milioni di commenti sui blog che mettono in questione la moralità della Cina. “Spero – dice un commento – che questo piccolo angelo, gettato via dalla società, agisca come una sveglia per la nazione sull’importanza dell’educazione morale”.

I due autisti che hanno colpito Yueyue sono in prigione. Il Partito comunista del Guangdong sta pensando di varare una legge che obblighi le persone a dare aiuto a coloro che si trovano in evidente difficoltà. Ma i blogger affermano che l’educazione viene prima delle leggi.

Va detto che molti in Cina esitano ad aiutare persone in difficoltà perché talvolta è accaduto che alcuni “buoni samaritani” sono stati accusati di colpevolezza e obbligati a pagare coloro che avevano aiutato.

In ogni caso, per molti blogger, la morte della piccola Yueyue è la conferma che i valori tradizionali della Cina sono ormai consumati e il materialismo ha inaridito ogni slancio di compassione e di morale.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.