Google+

L’importanza di spiegare ai manager che «la certezza in azienda è il gusto del rischio»

febbraio 16, 2012 Daniele Ciacci

Al Palazzo delle Stelline di Milano il filosofo Costantino Esposito dialoga con cinque manager sulla crisi attuale e sul futuro dell’imprenditoria: «La crisi è la stoffa del mondo. Ma nella crisi spiccano Io liberi che si muovono in azienda».

Non è la psicologia di gruppo, la formazione collettiva o il friday casual a salvare un’azienda, ma la volontà di credere nel futuro. La certezza in azienda. Riscoprire il presente, acquisire fiducia, costruire il futuro è il titolo di un convegno tenutosi ieri al Palazzo delle Stelline di Milano. Top Source Srl, società di consulenza e human resource, ha invitato Costantino Esposito, docente di Storia della filosofia all’Università di Bari, a moderare l’incontro. Accanto a lui, cinque manager si confrontano, fanno esempi, discutono della crisi e della possibilità di ripartire «dall’inquietudine delle persone con cui si lavora».

«La certezza è un traguardo impossibile. L’unica è che moriremo», l’inizio di Costantino Esposito suona come una provocazione: «È la ragione per cui il lavoro è visto come una sospensione dalla minaccia della morte. Guadagniamo per vivere. Ma diamo per scontata un’ovvietà: che siamo nati. Ed è una novità, perché implica una misura più grande di noi. L’unica certezza è il fatto di esserci e non c’è crisi che tenga. Vivere è stare dentro i problemi. La crisi è la stoffa del mondo. Ma nella crisi spiccano Io liberi che si muovono in azienda».

Cosa significa? «La ragione tiene aperta la nostra inquietudine – prosegue il filosofo – Il nostro costruire, il sacrosanto desiderio di far soldi è alimentato dall’inquietudine. È il capitale umano la nostra vera risorsa». E questa inquietudine dà il coraggio di rischiare: «Solo un uomo certo di fronte al significato della vita accetta le incognite. Bisogna cambiare una prospettiva culturale: la certezza non è un’assicurazione sulla vita, una garanzia, un controllo. Bensì è il gusto della sfida, consci che la realtà è positiva. Altrimenti inizia la necrosi, l’immobilità». Segue una tavola rotonda moderata da Filippo Di Nardo, giornalista ed esperto di comunicazione del lavoro. Sono presenti Paolo Bisogni, Presidente di Ailog – Associazione italiana di logistica –, Stefano Ferrara, dg di Santer Reply; Alberto Daprà, Docente di Management all’Università Bicocca e Lorenzo Malgieri, ad di Top Source, che conclude l’incontro: «Esser certi è la postura dell’io. Non significa che non si possa cadere, ma dice chi sei, e il modo in cui fai le cose».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.