Google+

Lettera aperta di un insegnante a don Colmegna: Milano non ha bisogno dello statalismo di Pisapia e lei lo sa

marzo 17, 2012 Gianni Mereghetti

Caro don Colmegna, guardiamo alla posta in gioco: senza la sussidiarietà sarà più difficile la stessa opera di costruzione a cui lei sta dedicando la vita, lei lo sa, perché ben sa che lo statalismo erige barriere per impedire a chi si muove per un bisogno di costruire. Perché vuole votare per Pisapia, che al posto della sussidiaretà vuole ridare al potere comunale un orizzonte totale? Milano non ha bisogno di uomini politici che presumono di rispondere a tutti i suoi bisogni, Milano chiede uomini politici capaci di valorizzare la ricchezza e la varietà di iniziative sociali che la caratterizza

Carissimo don Virginio Colmegna,

ho letto la sua lettera al settimanale Tempi in cui chiarisce le ragioni della sua indicazione a “non votare Moratti e il suo capolista”. La ringrazio della sincerità, questo permette di entrare nel merito delle questioni, senza nascondersi dietro il vuoto di tante parole. Lei fa una scelta di stili di vita, preferisce quelli di Pisapia a quelli della signora Moratti. Mi piacerebbe capire perché mai non siano evangelici quelli della signora e del suo capolista, mentre sarebbero stili di vita “evangelici” quelli di un candidato sindaco che ha proposto la depenalizzazione dello spaccio di droga, la legalizzazione dell’eutanasia, il sostegno a chi vuole interrompere la gravidanza, l’istituzione del registro comunale per le coppie gay.

Molto strano il suo ragionamento sugli stili di vita e, mi permetta, di una coerenza che lascia molto a desiderare. Mi chiedo se lei, come tutti i signori che agitano la questione morale, non introducono nei loro ragionamenti un fattore che non ha nulla a che fare con la morale perché è un’opzione ideologica. Lei invita a scegliere per stili di vita, in realtà quello per cui chiede di votare non ha come fondamento una morale perché è una scelta politica di campo. Facciamo chiarezza su questo per finirla una volta per tutte di nasconderci dietro la questione morale, come se a destra ci fossero i libertini mentre a sinistra gli uomini tutti d’un pezzo, coerenti, morali. Questa è una bella favola, che cade se si ha il coraggio di guardare alla realtà.

Se lei avesse un minimo di realismo dovrebbe dire che gli stili di vita per cui vota non hanno nulla a che fare con quelli evangelici! Per questo, caro don Colmegna, guardiamo alla posta in gioco e proviamoci a guardare con la stessa sincerità e lealtà che lei propugna. Lei è un uomo impegnato nella solidarietà, sta dando la vita per i poveri, per i sofferenti, è esemplare nel suo sacrificio e come tutti gli uomini che costruiscono opere di condivisione del bisogno sa che la speranza di tutte queste opere ha un nome, è la sussidiarietà. Senza la sussidiarietà sarà più difficile la stessa opera di costruzione a cui lei sta dedicando la vita, lei lo sa, perché ben sa che lo statalismo, il centralismo della politica, la onnicomprensività dell’amministrazione cittadina significano erigere barriere per impedire a chi si muove per un bisogno di costruire.

Lei è molto sensibile alla sussidiarietà, perché vuole votare per una politica come quella di Pisapia che al posto della sussidiarietà vuole ridare al potere comunale un orizzonte totale? Lei vuole andare contro ciò per cui si sta impegnando, non le sembra assurdo? Provi ad usare minimamente la ragione, provi a guardare chi oggi nella politica può salvaguardare l’iniziativa delle persone, il popolo come protagonista della risposta ai bisogni che incontra. Sono i suoi poveri in gioco, sono coloro che vengono da lei con tutto il loro bisogno a chiederle di essere ragionevole, di capire chi dentro il mondo politico milanese vuole il loro bene. Non chi vuole ridare forza all’amministrazione, attribuendole il compito di risolvere tutti i bisogni, ma chi sceglie di valorizzare l’iniziativa di tutti noi che i bisogni li conosciamo perché li condividiamo.

Carissimo don Colmegna, sono i suoi poveri la posta in gioco di questa campagna elettorale, non li abbandoni proprio in questa scelta decisiva, lei sa che quando si rimanda al potere la risposta al bisogno, gli esiti sono disastrosi, il potere non risponde al bisogno, il potere può servire e valorizzare chi opera come lei condividendo il bisogno, chi dà la vita per i poveri e i sofferenti. Milano non ha bisogno di uomini politici che presumono di rispondere a tutti i suoi bisogni, Milano chiede uomini politici capaci di valorizzare la ricchezza e la varietà di iniziative sociali che la caratterizza.

La ringrazio per l’attenzione,

Gianni Mereghetti, insegnante.

Fai la tua domanda a Letizia Moratti, il sindaco risponde.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

59 Commenti

  1. malta1565 scrive:

    “Concepisco il cristianesimo come lo concepiscono, o l’hanno concepito, Padre Alex Zanotelli, Don Milani, Don Colmegna (perdonami Virginio per gli accostamenti), Don Gallo, Mons. Bettazzi, Carlo Maria Martini, Dionigi Tettamanzi, ed altre centinaia di migliaia, milioni, di cristiani e laici sparsi per il pianeta”…in estinzione come le loro eresie
    una buona compagnia. Cmq concepisci pure perchè non c’è niente da concepire. il cristianesimo è Uno e la vostra è a tutti gli effetti una nuova patetica, moralistica, clericale religione che ha da tempo sostituito il vangelo con la costituzione.

    • pse scrive:

      Gentile signore,
      non so come la pensino le altre persone che sono intervenute in questa discussione (si davvero non stiamo scrivendo sotto dettatura dei commissari politici di Pisapia!!). Per quanto mi riguarda io voglio solo eleggere il sindaco di Milano. Quello in carica ritengo abbia male operato, praticamente sotto tutti i punti di vista: sia per gli aspetti meramente non ideologici (non so pulizia delle strade o gestione del traffico), sia per quelli a più alto contenuto ideologico che sono effettiva competenza del sindaco e del comune (ad esempio la politica delle scuole materne comunali). Questa battaglia ideologica è stata introdotta da voi, ed è naturale che vi si risponda anche su questi punti.
      Per concludere, apprendo dalle sue parole con interesse e con un certo stupore che i simpatizzanti di CL come lei ritengono il cardinal Martini e il cardinal Tettamenzi due eretici. Beh si lasci dire che è lei (e chi la pensa come lei) che da l’impressione di sentirsi di molto superiore agli altri.
      Cordialità

  2. giova13 scrive:

    Insegnante che ha capito tutto Lei,
    piu che di sussidarieta parlerei di magna magna,

    Grandissimo don Virginio Colmegna!!!!

  3. ACHILLE LISSONI scrive:

    La lettera di Mereghetti non meriterebbe neppure una risposta perchè è evidente che o non ha capito un tubo o fa finta di non aver capito un tubo.

    I milanesi non sono chiamati a votare tra gli stili di vita dei due candidati ma sui loro programma e sulla credibilità delle forze che li sostengono.

    Foera di ball, zingaropoli islamica, no a qualsiasi moschea, padania libera, fuori i terroni dalle scuole, dai tribunali, e perfino dagli alpini.

    Può bastare, per un cristiano, questa parte del programma della Lega, che tiene in pugno Berlusconi e la Moratti, per non votarli?

    Io credo di si.

  4. giova13 scrive:

    achille je t’adore!!!!

  5. roberto scrive:

    Mereghetti, ho una domanda da rivolgerle: lei e’ convinto di quello che ha scritto? Pensa sia normale? A me no. Penso che lei e le persone che la pensano come lei in CL debbano meditare sulla possibilita’ di far tornare le idee prima dei profitti materiali. Magari si avra’ qualche milioncino di euro in meno ma si evitera’ di arrampicarsi sugli specchi a questi livelli anche perche’ (per alcuni e’ una disgrazia) il medioevo e’ passato da un po’ di tempo.

  6. davideg scrive:

    carissimi roberto, Achille & giova13,
    penso che la cosa piu’ onesta e veritira da dire sulla posizione di Don Colmegna e’ che nella lista di Pisapia e’ riuscito a piazzare la signora Guida, sua amica e piu’ rappresentante, secondo lui, dei valori “cristiani”. Vi invito ad andare a leggere nei loro post la loro concezione di famiglia o integrazione
    http://www.comunalimilano2011.it/infodiscs/index/12
    io NON mi riconosco in questo, la scelta e’ qui. Tutti gli altri discorsi sono belle parole per non dire le cose come stanno. A voi il guidizio sui fatti e su chi votiamo, pero’ mi raccomando, dopo esservi documentati.
    saluti
    ps. la casa della carita’ di don Colmagna e’ stata la prima a usufruire ampiamente della sussidiarita’ del comune di Milano

  7. giova13 scrive:

    la proiezione fa brutti scherzi mio caro!!

  8. 0235676654 scrive:

    Caro Mereghetti, belle parole a cui non crede più nessuno. Mi dispiace, ma i toni urlati, le promesse non mantenute, gli intrighi all’interno del PDL non fanno altro che consegnare la vittoria agli avversari.

  9. ACHILLE LISSONI scrive:

    Ho seguito il link suggerito.
    Grazie.
    Mi spiace molto di non poter votare perchè abito a Sesto San Giovanni.
    Altrimenti avrei sicuramente votato per Maria Grazia Guida.
    Certamente rappresenta di più i valori in cui credo. Solidarietà, giustizia, libertà, fratellanza tra tutti gli uomini, accoglienza, aiuto per quanto possibile.
    Lontana anni luce dai ciellini che hanno un solo motto: credere, obbedire, combattere. Erano cristiani anche loro. E avevano un Duce, magari un pò ateo, ma Uomo della Provvidenza.
    Strisciare come fa Formigoni, come fa Lupi, a leccare i piedi ad un Berlusconi o ad un Bossi, mi fa veramente schifo. E, per favore, non venitemi a parlare di “valori cristiani”. I ciellini non sanno nemmeno cosa siano perchè, nel loro modo di comportarsi, ne dimenticano SOLO uno: LA CARITA’.

  10. roberto scrive:

    Bah, io ho la sensazione che parlare di “piazzare” e’ un pochino irriverente anche perche’ se incominciamo a parlare di persone “piazzate” a destra e a manca si capirebbero moltissime altre cose anche delle persone che condividono le sue stesse idee. Lei pero’ solleva uno dei due problemi che il suo post mi consente di osservare:
    1. Purtroppo e’ diffusa la sensazione che le idee siano in secondo piano. Un sacerdote che ha un’amica (mi fido della sua parola) che si candida per uno schieramento non puo’ esporre le proprie idee spiegando le proprie ragioni (da me condivise e che, mi creda,tantissimi cristiani senza secondi interessi in queste elezioni condividono) a pena di essere tacciato di intelligenza con una sinistra estrema. Le sembra normale o rispettoso? E’ qui che il mio rammarico raggiunge livelli altissimi: si usa la bandiera della cristianita’ per fare crociate contro molti che la cristianita’ la praticano davvero con gli ultimi della societa’, coloro che, oltretutto, hanno a che fare con la realta’ sociale che non si chiude in stanzini del potere, in logge e circoli privati, in lobby che all’ideologia associano (ed alla fine antepongono) il bisogno di potere.
    Il risultato e’ che i pochi si sono racchiusi in un guscio di potere in cui il diverso (anche chi la pensa diversamente o non e’ utile alla causa) e’ una minaccia degli interessi di casta. E proprio l’aver anteposto interessi materiali tutt’altro che cristiani sta portando quegli stessi centri di potere a sprofondare con colui che e’ stato seguito ma anche impiegato come mezzo di consolidamento dei propri interessi (delle proprie idee mi sembra di no).
    2. Is suo Post Scriptum e’, a mio parere, sbagliato. Non si puo’ chiedere ad una persona di non dire cio’ che pensa perche’ ha ricevuto fondi pubblici da persone che non la pensano come lui. Quasi che dovesse gratitudine per i “favori ricevuti”. Come se le istituzioni elargissero denaro non sulla base dei fini di utilita’ sociale persguiti ma sulla base di una prospettiva di “voto di scambio”. Vede, proprio quest’idea contribuisce in modo enorme alla catastrofe economico-sociale di questo Paese.
    La saluto cordialmente.

  11. ACHILLE LISSONI scrive:

    Dimenticavo. Questione di linguaggio.
    Dire che Don Colmegna ha “piazzato” “una sua amica” e in più “nella lista di Pisapia” è una vigliaccata e una stronzata.
    Basta verificare. La signora Guida non è nella lista di Pisapia ma nella lista PD come indipendente. La signora Giuda è la direttrice della Casa della Carità e definirla semplicemente “amica di Don Colmegna” è, lo ripeto, una gran vigliaccata.
    Ma come vigliaccheria e mancanza di dignità e verità, voi ciellini siete oramai i campioni. Come si fa discutere con dei lobotomizzati incurabili?

  12. ACHILLE LISSONI scrive:

    Formigoni si è preso una pernacchia in piena faccia da Bossi.

    Molto dignitosamente ha risposto che Bossi è un …….. amico. E quindi può tranquillamente spernacchiarlo.

    Oppure senza i voti dei razzisti della lega, perchè sono razzisti, la Moratti perde.

    E se perde la Moratti la Compagnia delle Opere perde un sacco di centinaia di milioni di euro per expo 2015 (equamente divisi tra loro, furbetti del quartierino e ‘ndrangheta).

  13. stefano protomartire scrive:

    La blasonata Letizia Brichetto Arnaboldi coniugata Moratti chiede ai Milanesi di continuare a dare fiducia a lei ed alla Lega, che la tiene ben stretta tra le sue grinfie. I partiti di governo stanno promettendo di tutto e di più, sapendo che comunque non potranno mantenere le promesse: condono delle multe, stop all’abbattimento delle case abusive per le quali c’è sentenza ed ordinanza di demolizione, ecc. Inoltre agitano paure di cosacchi che abbeverano i loro cavalli nelle fontane delle chiese, di drogati che si accoppiano con gay comunisti, che poi vogliono abortire nei centri sociali… Insomma questa gente HA UNA GRANDE PAURA DI PERDERE LA POLTRONA! Credo che sia ora di scacciare i mercanti dal tempio: la politica deve volare alto e guardare agli umili, ai bisognosi, ai poveri, ai malati, ai bambini, ai lavoratori. Non è possibile continuare con l’accentrazione delle ricchezze in poche mani e la progressiva diffusione della povertà tra il popolo.

  14. mario riva scrive:

    Egregio Mereghetti, non conoscevo questo giornale, che scopro portavoce di CL e mi sono avvicinato con curiosità. Ammetto che il suo articolo mi ha lasciato esterrefatto. Se ho ben capito, in nome di un principio ideologico, naturalmente legittimo, ma ideologico, la sussidiarietà, lei ne trae sufficiente supporto per giustificare qualsiasi nefandezza di una parte politica e condannare acriticamente l’altra parte. A parte che tra gli “stili di vita” di Moratti e soprattutto Berlusconi (tanto per non far nomi) e quelli di Pisapia, non riesco a capire la sua difficoltà di vederli diversi (vite miliardarie e bungabunga le dicono niente?), ma perché buttare lì, con arrogante sufficienza che Pisapia ” ha proposto la depenalizzazione dello spaccio di droga, la legalizzazione dell’eutanasia, il sostegno a chi vuole interrompere la gravidanza, l’istituzione del registro comunale per le coppie gay…” senza minimamente cercare di comprendere che c’è anche una parte del mondo che per disperazione approda a certe soluzioni ed avrebbe bisogno di Cristiana solidarietà piuttosto che di aristocratiche condanne. L’opinione, infatti che ne ho ricavato, è che lei sia probabilmente un ottimo Cattolico, ma, temo un pessimo Cristiano. Si rilegga il Vangelo.

  15. Giuliano Galassi scrive:

    vedo con piacere molti compagni che scrivono su Tempi invece che su l’Unità. Meraviglioso. Loro preferiscono il compagno Pisapia che sa come va il mondo. Negli anni del terrorismo lui prestava il suo appartamento per riunioni dei compagni che progettavano assalti, rapine, ecc. Fu salvato solo da un avvocato zio di un certo Agnoletto (lo conoscete ?? quello del G8 di Genova). Ora nel suo programma ci sono le coppie di fatto, meraviglioso, e tutti qui sono entusiasti, c’è qualche moschea e tutti qui sono entusiasti. Come diavolo si può essere entusiasti con un programma del genere ?? in un solo modo, vi siete fatti coca e spinelli (ma forse ci siete abituati)

  16. Giuliano Galassi scrive:

    bene, comincino le COOP a pagare i contributi come tutti i supermercati, invece prendono i contributi come cooperative di beneficenza e intascano i profitti. Ma sig Fassino, abbiamo una banca ?? sig protomartire ma lei è nipote di Ciancimino pataccaro o di Sant’Oro che chiagne e fotte ?? credo che lei non sia proto martire ma proto stipendiato e con Pisapia avrebbe carriera assicurata. Con la Moratti potrebbe perdere la poltrona sotto il culo, ma uno stipendo in RAI 3 lo avrà sempre ma senza marchette. per queste dovrà iscriversi all’ARCI GAY (in italiano cooperativa comunista dei finocchi)

  17. Giuliano Galassi scrive:

    lei invece è un ottimo compagno. Come compagno ha contribuito a sostenere la cultura della droga e magari va a distribuire spinelli. Come gay ha contribuito a rovinare il matrimonio. Comunque la si giri i compagni sono quelli che dagli anni ’70 ad oggi hanno ridotto l’Italia in un merdaio, e lei va a fare la morale a qualcuno in favore di Pisapia ?? ma si spari

  18. mario riva scrive:

    Egregio Galassi, non so gli altri che commentano qui, ma io, quando posso, dialogo con tutti. Pisapia e suoi amici quarant’anni fa erano estremisti ma forse meno di quanto lo fossero dall’altra parte delle barricate, personaggi che oggi ricoprono ruoli istituzionali. Si informi su cosa faceva allora il Ministro LaRussa. Le coppie di fatto che lei disprezza sono esseri umani che, a differenza di tante coppie etero, sono unite da affetto e umana solidarietà. Riguardo alle Moschee, se lei nega il diritto ad altri credenti di avere luoghi di ritrova e culto, si mette sullo stesso piano degli integralisti Islamici che non vogliono le Chiese nei loro Paesi.

  19. pse scrive:

    Gentile signore,
    se solo si fosse dato pena di leggere veramente il programma di Pisapia avrebbe visto che uno dei punti qualificanti è il contrasto (per quello che può fare un comune) al consumo e allo spaccio di cocaina (pag. 27 del programma).
    Inoltre non è stato salvato da un avvocato ma assolto da un tribunale. Non so se riesce bene a comprendere la differenza.
    Infine le dirò che il motivo per cui molte persone scrivono qui e non all’Unità è che questi articoli e le lettere piene di insulti come la sua raccontano un mucchio di menzogne che nulla hanno a che vedere con gli effettivi termini della questione: a Milano si vota per un sindaco e si tratta di scegliere tra la precedente amministrazione (che in continuità con quelle che la hanno preceduta, governa milano da venti anni circa) e una amministrazione nuova. Non è nel potere del sindaco istituire le coppie di fatto, legalizzare le droghe o financo proibire il fumo nei locali pubblici. Per contro sarà nei suoi poteri amministrare quella serie di appallti legati a Expo e compagnia bella per la quale chi foraggia e fiancheggia Tempi si agita tanto. Nulla di male, basterebbe dirlo chiaramente …. Esaù ha venduto la primogenitura per un piatto di lenticchie, Comunione e Liberazione può vendersi per appalti e poltroncine varie.
    Cordialità

  20. sanamb scrive:

    Stupendo!

  21. malta1565 scrive:

    . Le coppie di fatto che lei disprezza sono esseri umani che, a differenza di tante coppie etero, sono unite da affetto e umana solidarietà. Sono loro stesse che non richiedono la formalizzazione della loro unione. Essa esiste di già e si chiama MATRIMONIO.
    Riguardo alle Moschee, sono anche luoghi sociali che devono sottostare alle leggi. Peccato che non accade (quasi) mai.

  22. sanamb scrive:

    che palata che gli hai dato!

  23. ACHILLE LISSONI scrive:

    Ci dimentichiamo spesso del peccato originale e dell’esistnza di satana.
    Facile quindi essere ingannati e scambiare il male per bene e viceversa.
    Facile cadere nelle trappole.
    Satana fa credere che Berlusconi sia il male assoluto. Puttaniere, drogato, una vita moralmente dissoluta, bugiardo, corruttore, truffatore, fiancheggiatore della delinquenza organizzata, …..
    E Satana si nasconde spesso anche sotto le vesti talari di religiosi, magari vittime inconsapevoli loro stesse del male. Così questi consapevoli o incosapevoli servi del male, in questi giorni, dicono che bisogna votare per Pisapia.
    Fortunatamente però Dio ha mandato sulla Terra altri profeti. Il grandissimo Gius, i Negri, i Formigoni, i Panzarasa ed i Liguori. E tantissimi altri. Questi hanno illuminato le menti di tantissimi giovani, trovando oltretutto il modo di unire il sacro con l’utile. E così è nata CL con la Compagnia delle Opere.
    Nella vecchia CCCP c’erano i commissari politici. CL fa le scuole di comunità, distribuite capillarmente sul territorio. L’iman di turno periodicamente catechizza gli adepti. E dice anche per chi votare al congresso (se stanno in un partito che fa i congressi), oppure alle elezioni e questi, bravi e diligenti come una lunga fila di cammelli nel deserto, eseguono. Così, votando la Moratti, si salvano contemporaneamente anima e portafoglio. Non necessariamente in questo ordine.
    Caro Alessandro Panzarasa, quando verrai a Sesto per la prossima scuola di comunità (a meno che non abbiate cambiato iman) fammi un fischio. Sento un impellente bisogno di convertirmi anch’io sulla via di Arcore e dell’Olgettina.

  24. ACHILLE LISSONI scrive:

    altro che lenticchie e poltroncine
    ci sono in ballo miliardi di euro
    quindi centinaia di milioni di tangenti
    e migliaia di posti di lavoro per i ciellini

  25. Giuliano Galassi scrive:

    e lei avrebbe risposto ?? ho esposto dei fatti e lei risponde con nulla. Il sindaco può aprire un registro per legalizzare le coppie di fatto, in Toscana lo hanno fatto. Il tribunale ha assolto Pisapia dal aver partecipato direttamente al furto di auto ma è stato riconosciuto che il Pisapia ha ceduto il suo appartamento per organizzare sequestri e rapine e furto di auto fatto dai suoi compagni, l’avvocato zio di Agnoletto lo salvò da sicura condanna in via delle amicizie che aveva in procura, non faccia il finto tonto, ma si informi. Cosa parla di pianto di lenticchie e sproloquia di CL ?? assieme a Formigoni hanno portato la Lombardia tra le meglio regioni amministrate, il piatto di lenticchie caso mai è per Vendola che ha ridotto la sanità pugliese a mercato di appalti con la mafia.
    Vuole che si esamini il programma di Pisapia e quello della Moratti no ?? non va bene ?? magari la aspetate ai mercati per insultarla e picchiare qualcuno come avete fatto alla mamma anziana dell’assessore Rizzo!!
    Comunque è strano che tutti gli autori di post di Tempi siano come lei, li chiamerò il cervello collettivo e per esperienza so che si tratta di militanti di sinistra che si spacciano per cattolici e vendono la loro imbecillità al Pisapia 2011 che è uguale al Pisapia 1970

  26. non se ne può più scrive:

    la posso abbracciare?
    Ha detto delle cose semplici e perfette.
    Molte grazie!!!!!!!!!!!

  27. Giuliano Galassi scrive:

    ha parlato il militante rosso con il cervello di Pisapia.

  28. Giuliano Galassi scrive:

    stupendo, il finto cattolico militante rosso vuole che il popolo italiano si riduca a omossusali di massa, drogati a manetta, coppie di fatto invece di matrimoni, bambini ammazzati da abortisti missionari. Spero che il popolo si svegli e faccia i conti con voi

  29. giova13 scrive:

    hai preso una palata pazzesca Giuliancello
    Prendi e porta a casa !

  30. Giuliano Galassi scrive:

    mentre i milioni di euro li vorrebbero i compagni per costruire moschee a fare assunzioni clientelari, come sempre hanno fatto. “ma Fassino, abbiamo una banca ??”, UNIPOL e le tangenti rosse hanno bisogno di soldi, vero compagno ACHILLE.??

  31. Giuliano Galassi scrive:

    tu hai preso qualcosa in quel posto ?? ho capito bene ?? ma ci siete abituati e non fa male, sentire Vendola che se ne intende !!!

  32. Giuliano Galassi scrive:

    la paga settimanale che Pisapia le dà, basta per comperare erba e Extasy ??

  33. Giuliano Galassi scrive:

    Achille Lissoni cristiano !!! ohibò non lo avevo capito bene, può ripetere le sue invettive sig Achille ??

  34. malta1565 scrive:

    Io credo di no: aborto, droga, assistenzialismo statale, coppie di fatto vi stanno proprio a cuore se continuate a sostenere Pisapia. Ah ma dimenticavo, l’aborto per voi è un diritto civile, una conquista di civiltà, il progresso dell’umano, ecc ecc…votate pure Pisapia ma andate a scrivere i vostri penosi commenti altrove dove vi fanno l’applauso

  35. Giuliano Galassi scrive:

    nel medioevo anche i condannati avevano la possibilità di discolparsi in un tribunale. Oggi dopo vent’anni di accuse inventate contro il Premier senza alcuna prova, qualche balordo comunista osa evocare il medioevo !! andate a farvi fottere

  36. giova13 scrive:

    Giuliancello impara a stare al mondo

  37. giova13 scrive:

    Mai preso ne erba ne ecstasi ne coca !

  38. pse scrive:

    Gentile (? -da come sbraita con me e con altri verrebbe da dubitarne un poco-) signore, credo di essere abbastanza informato, sicuramente -da quel che leggo- più di lei. Le ricordo che potremmo anche avere un sindaco che auspichi i matrimoni tra le pecore e i uomini e che decida di tenere un apposito registro per suddette unioni, ma il valore legale di questo atto è pari a zero. Altre cose come aborto o eutanasia non sono (o non sarebbero -visto che l’eutanasia in Italia è illegale- in futuro) disciplinate da regolamenti comunali ma da leggi nazionali. Per cui ancora una volta è lei e le persone come lei che gettano fumo negli occhi della gente.
    Circa il processo subito da Pisapia le ricordo che lo stesso una volta assolto per sopraggiunta amnistia e insufficienza di prove ha fatto ricorso per essere assolto nei fatti. Proprio il comportamento che ci si può aspettare da un probabile colpevole. Esattamente come l’unto del Signore che tanto si affanna a difendere, vero?
    Non vorrei aprire una discussione sulle regioni meglio e peggio amministrate. Mi limito a ricordarle che la criminalità organizzata esiste tanto in puglia quanto in lombardia. Non insista ulteriormente, perchè mi costringerebbe a ricordarle il proliferare delle cosche calabresi nell’edilizia, le infiltrazioni mafiose nei comuni di Desio, Buccinasco ecc. ecc.
    Infine lei depreca la violenza fisica e sono d’accordo con lei. Trascura però di dire che il clima da guerra civile è stato portato da militanti come lei (si rilegga quello che ha scritto: è capace di argomentare senza insultare le altre persone). E per ora l’unico episodio di violenza acclarato senza troppi dubbi è quello che ha visto un simpatizzante di Pisapia aggredito da militanti della Moratti. Sull’episodio che cita lei ci sono testimonianze per lo meno discordanti. E giusto per chiudere la questione l’indicazione che Pisapia ha dato ai suoi sostenitori è di porgere -evangelicamente- l’altra guancia.
    Sul cervello collettivo, forse ha ragione: in realtà sa noi comunisti atei islamici(ma se i comunisti sono atei come fanno a volere le moschee? prima o poi qualcuno mi dovrà spiegare questa contraddizione)non siamo veri umani sa: come le formiche siamo in realtà un solo superoganismo, e pensiamo collettivamente, anzi pensa per noi il compagno Stalin dall’oltretomba … a ben pensarci un po’ come quelle scuole di comunità in cui ai dubbi sulla scelta dei candidati da appoggiare per questa o quella elezione viene spiegato di farlo per una questione di obbedienza e di fiducia in chi ha più esperienza.
    Caro signore esca dal suo incubo, vedrà che non le succede nulla di male. Non è in gioco la civiltà della terra, nessuna la costringerà a genuflettersi verso la Mecca o verso il Cremlino . Si rilassi e la smetta di preoccuparsi di cose più grandi di lei. Vedrà che probabilmente con un’aria più pulita poi la smetterà di vedere complotti ovunque.
    Cordialmente

  39. non se ne può più scrive:

    Io non sono di sinistra e non sono un’infiltrata.
    Anzi, sono una cattolica fervente.
    Non ci crederà, ma sapesse quanti cattolici COMUNI sono let-te-ral-men-te scandalizzati dalle posizioni che esprime lei e che esprime il premier…
    E a livello molto più semplice, quanti cittadini sono delusi dall’affarismo che ha piegato Milano e che ne ha deturpato il volto!
    Restare semplicemente sui fatti civici è troppo?
    Com’è che stavolta si deve scomodare l’anticristo?
    Le coppie di fatto, i gay, l’immigrazione, non sono nate certamente in occasione di queste amministrative, mi pare.
    Strano che dopo aver ingoiato serenamente tutti i rospi forniti per anni dai vari personaggi attualmente al governo, si levino gli scudi per la candidatura di Pisapia!
    Molto meglio, mille volte meglio una coppia di fatto composta da due ragazzi che si amano, piuttosto che le porcate di Arcore commesse da un anziano plurudivorziato con minori.
    Complimenti alla sua coerenza.

  40. ACHILLE LISSONI scrive:

    Non ho nessuna tessera di partito in tasca. Ho solo quella dell’ANPI e di EMERGENCY. Se mi chiami compagno non mi offendo. Tanto per voi sono tutti compagni, compreso il Cardinale Tettamanzi.
    Non ho alcun dubbio che come magna-magna le Coop e la Compagnia delle Opere siano perfettamente uguali. Non ho alcun dubbio che i funzionarietti dell’ex-PCI-PDS-DS-PD, come tutti i portaborse ciellini, siano gli unici privilegiati ad avere oggi stipendi sicuri dappertutto. Basta sacrificare la propria dignità personale, dire sempre si e sperare di essere fortunati a scegliere il carro bestiame giusto. Quante conversioni sulla via di Arcore di extraparlamentari di destra e di sinistra, di lottatori continui o servitori del popolo (vieni a Sesto, Brandirali, che ti fanno un paiolo tanto – si ricordano ancora in tanti quando arrigavi gli operai nel agitando il libretto rosso di Mao Tse Tung).
    Semplicemente.
    Moratti vuol dire la perpetuazione di questo sistema.
    Pisapia è la speranza che questo possa cambiare in meglio. E al posto dei milioni che la Moratti distribuirà per i suoi superpagati consulenti, ciellini compresi pro-quota, magari Pisapia (ma credo certamente) li userà per i cittadini.
    Poi, perchè mi scaldo tanto? Fate quello che volete. Mi ricordo un’antica definizione di CL che dava un mio amico dirigente dell’Azione cattolica: CL? L’ostia con il guttalax.

  41. ACHILLE LISSONI scrive:

    Concepisco il cristianesimo come lo concepiscono, o l’hanno concepito, Padre Alex Zanotelli, Don Milani, Don Colmegna (perdonami Virginio per gli accostamenti), Don Gallo, Mons. Bettazzi, Carlo Maria Martini, Dionigi Tettamanzi, ed altre centinaia di migliaia, milioni, di cristiani e laici sparsi per il pianeta.
    I Mons. Negri, i Formigoni, i Lupi, mi fanno vergognare di appartenere alla loro chiesa cattolica. Ma, se, come credo, ognuno di noi è chiesa, personalmente preferisco ancora ascoltare e riferirmi a chi, nella sua vita, ha dimostrato impegno e coerenza avendo la Carità al primo posto. E non il POTERE TEMPORALE come il vostro illustre CAPO POLITICO MEMORES DOMINI (una bestemmia !!!) disposto sempre a leccare il culo a Bossi anche se in risposta si prende delle pernacchie in faccia ed in diretta TV. Che dignità, il grande Roberto !!! Sempre a 90° davanti a Bunga Bunga. Ma per favore !!!!!

  42. ACHILLE LISSONI scrive:

    Ma insomma, almeno la D’Addario se l’è scopata si o no?
    Le dichiarate prostitute professioniste (pardon, escort) che mantiene in Via Olgettina, le usa solo come contorno per le innocenti festicciole ad Arcore o a Palazzo Grazioli?
    La guardia di finanza la corrotta si o no? Naturalmente ci sono le sentenze. e’ stata corrotta a sua insaputa. Poi corrotti e corruttori se li è portati in Parlamento.
    Ecc. Ecc. Ecc.
    Ma perchè invece di continuarlo a chiamarlo Premier, Presidente, non cominciate a chiamarlo Sua Santità?

  43. mario riva scrive:

    Faccio un appello. Non c’è un Cittadino Cattolico, perché no CLlino, ma in grado di ragionare e argomentare, in modo da non lasciar pensare che tutti quelli del Centrodestra siano al livello del Sign. Galassi?

  44. sanamb scrive:

    mi inchino!

  45. malta1565 scrive:

    . Altre cose come aborto o eutanasia non sono (o non sarebbero -visto che l’eutanasia in Italia è illegale- in futuro) disciplinate da regolamenti comunali ma da leggi nazionali. rigorosamente inapplicate nella amministrazioni di sx (vedere seconda parte legge 194)
    CHE BEATA INNOCENZA!

  46. Lorenzo M. Alvaro scrive:

    Mi limiterei, da cattolico, a seguire quello che la Chiesa dice.
    Per questo vi invito a leggere le dichiarazioni del segretario generale della Cei, monsignor Mariano Crociata. Ecco l’articolo dell’Avvenire http://www.avvenire.it/Chiesa/crociata+conferenza+stampa+assemblea+cei_201105241323230230000.htm

    Se la Chiesa mi lascia libero, non capisco quei cattolici che mi vorrebbero invece cooptato in qualche senso. Sulla scelta Pisapia/Moratti non si gioca una partita di fede o di religione. Ma solo di amministrazione. Si può discutere. Ma quello a cui state dando vita qui va decisamente oltre. Approfondisco quello che penso qui http://estroverso.tumblr.com/post/5797456364/non-ne-vale-piu-la-pena

    A Mereghetti: non si tratta altro che di decidere dove scommettere. Lei ritiene di farlo sulla Moratti, sapendo bene come sono andati questi 5 anni perchè le sembra un salto nel buio il Pisapia. Io invece voto Pisapia perchè l’idea di altri 5 anni così non li posso sopportare. Non credo di essere meno cattolico per questo.

    P.s. Meno male che c’è la Chiesa.

    Lorenzo Maria Alvaro

  47. malta1565 scrive:

    Achille Lissoni, che strazio sentirti parlare agli altri della carità mancata: si potrebbe seriamente rispondere con le centinaia di opere di carità di CL ma più semplicemente basterebbe ricordarti il tuo sostegno agli abortisti per farti tacere nell’imbarazzo

  48. malta1565 scrive:

    che lucida analisi! Fatti catechizzare da Scalfari, magari riesci pure a scrivere qualcosa di più intelligente. Cmq ce l’avete nel sangue voi di sinistra la superiorità culturale: VOI Sì che siete liberi, ragionate con un cervello libero, siete irriducibili nella morale e nell’onestà. Tutti gli altri caproni che si fanno indottrinare. Grazie per questa analisi! GRAZIE PER AVERMI APERTO GLI OCCHI! ora sì che vedo la luce! Mi vogliono fregare i ciellini con i loro libri!!! GRAZIE ORA CI VEDO !!! MIRACOLO!!!

  49. non se ne può più scrive:

    Quanta presunzione…. Quindi lei è convinto di avere la verità in tasca, di essere uno degli Eletti che non cadono nel tranello….
    I famosi Illuminati!
    Si dovrebbe vergognare di tutta la sua superbia.
    Mi piacerebbe capire chi le garantisce di non essere proprio uno di quelli che si sono ingannati, sa?
    La causa del Cristianesimo ha bisogno di gente umile e amorevole, non di accusatori spietati. Ma soprattutto ha bisogno di gente di buon senso: perchè bisogna essere davvero contorti per pensare che siccome Berlusconi è così penoso e corrotto in tutto (in tutto, a livello personale e nazionale!) chi porta una ventata di freschezza potrebbe essere il Male travestito.
    E’ terribile l’idea che lei si è fatta di Dio… un mostro che inganna in questo modo! Ma ci crede davvero? Crede davvero che per proporre il Bene, questo suo Dio non abbia altre carte da giocare che il premier?
    Ipocrisia.
    Lo dicevano anche a Gesù, si ricorda? Che compiva i miracoli con la forza di satana. E ricorda cosa ha risposto Gesù? Con insolita durezza, ha dichiarato che l’unico peccato che non sarà perdonato è quello contro lo Spirito Santo, cioè quello di chi nega perfino l’evidenza.
    Perfino alcuni vescovi si stanno ingannando, lei dice! Ma non si avvede di quanto è fuorviato il suo giudizio?
    Il male è male. La corruzione, l’ingiustizia a spese dei poveri, l’adorazione del denaro e del potere, la menzogna, la violenza verbale, non potranno mai, mai, mai, si rassegni, essere chiamati Bene.

  50. malta1565 scrive:

    Forza compagni, rovesciamo tutto! Hai in mente i maiali di Orwell? Vabbè, lo so. Non sai di cosa parlo: informati su wikipedia

  51. malta1565 scrive:

    Gli rode ancora il 1994

  52. malta1565 scrive:

    e con affetti da demenza senile avanzata?

  53. malta1565 scrive:

    Vorresti? con Pisapia è gratis! Votalo

  54. malta1565 scrive:

    Achille Lissoni, che strazio sentirti parlare agli altri della carità mancata: si potrebbe seriamente rispondere con le centinaia di opere di carità di CL ma più semplicemente basterebbe ricordarti il tuo sostegno agli abortisti per farti tacere nell’imbarazzo

  55. pse scrive:

    Di che cosa sta parlando? La legge 194 è composta di 22 articoli, nessuno dei quali demanda ai comuni scelte e politiche da compiere. Vada a leggersela per bene, prima di dire cose non vere (http://www.mpv.org/mpv/allegati/1075/Legge%2022%20maggio%201978%20n.pdf)
    Sembrano i vostri Lupi, Masseroli, Vittadini, Formigoni e compagnia bella (e chi li appoggia) degli innocenti beati che difendono la Moratti e la sua giunta per grandi principi etici e non per difendere i giri di affari che contano di concludere con una amministrazione comunale compiacente.
    Buona giornata

  56. ACHILLE LISSONI scrive:

    La fattoria degli animali l’ho letta più di trent’anni fa. E l’ho anche riletta.

  57. Lele scrive:

    Mi pare che i toni di molti di questi messaggi si commentino da soli. Abbiamo tutti perso la testa. E molti hanno perso la testa in nome dello stesso Vangelo.Sono cristiano, prima che cattolico, ho votato Pisapia ed ho cercato di scomodare poco il Vangelo in tutta la campagna elettorale. Non ho mai pensato che chi non la pensa come me sia meno cristiano di me.La coerenza agli ideali è una cosa troppo grande perchè la si commenti con i toni che ho letto sinora.
    Credo, come diceva Martini, che non si possa isolare una singola questione e giudicare da quella un piano di governo cittadino. Come se non si votasse l’uno o l’altro candidato perchè uno è favore dell’aborto ( tema nazionale) e l’altro a favore della pena di morte ( altro tema nazionale). Ho votato Pisapia per tre ragioni.La Moratti ha stata un pessimo sindaco e chiaramente qui non posso elencarne le ragioni ( ma per chi fosse interessato le ho). Il programma di Pisapia ed il coinvolgimento ampio di molte forze hanno mostrato un approccio complessivo ai grandi temi di governo della città più vicino al mio modo di pensare alla società ed al rapporto fra le pesone. Il terzo motivo è più di tipo sociologico. Basterebbe leggere “Voglia di comunità” di Zygmunt Baumann. Non ho creduto al soffio della paura. Della paura sociale, delle paure sopite, della paura sorda ed ignorante.La paura è una macchina orrenda ben più pericolosa di quella del fango e genera sospetto, insicurezza,difesa. La Moratti ha soffiato a pieni polmoni il vento della paura. Ed io la mia città la voglio fiduciosa, aperta, allegra e fiduciosa verso il futuro.
    Buona giornata
    Gabriele

  58. roby scrive:

    Francamente non riesco a capire il livore che emerge da alcuni interventi.
    Se si rilegge il Vangelo, ed invito a farlo sopratutto quelli che si esprimono con così tanto livore, troveranno che la loro posizione è molto simile a quella dei sacerdoti del sinedrio che hanno condannato a morte Gesù e fatto salvare Barabba. Le accuse più folli stavano nei loro cuori prima che sulle loro bocche.
    Gesù parlava con dolcezza a tutti i peccatori invitandoli a convertirsi e si scagliava invece contro i duri di cuore, contro quelli che dicevano grazie che mi hai fatto così buono, contro i mercanti del tempio, contro quelli che passavano e non soccorrevano i feriti, ecc, ecc.
    Ma come si esprime l’invito ad amarsi come fratelli se le accuse che leggo e che possono essere rivolte anche a me come ex sessantottino (già perchè in azienda ero contro le mense separate tra operai e impiegati, contro le discriminazioni salariali, contro i diversi conteggi sull’anzianità, contro i soprusi aziendali, contro la corruzione, ecc) sono accusato di essere uno che distribuisce spinelli(mai fumato in vita mia), di tirare molotov (fatto il militare in sanità), di distruggere la famiglia (sposato da 37 anni con la stessa persona) ecc, ecc.
    Ma di chi parlano queste persone?
    Capisco la fragilità umana, ma desidererei tanto che le persone, sopratutto quelle che si dicono cristiane, cercassero di capire prima di giudicare e non scagliassero pietre di continuo contro tutti quelli che dissentono dal loro modo di interpretare la realtà.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana