Google+

La corsa repubblicana per le presidenziali Usa comincia in Iowa

gennaio 2, 2012 Benedetta Frigerio

Da sempre, chi trionfa in Iowa è il grande favorito per la vittoria delle primarie repubblicane. Il favorito è Mitt Romney, mormone ed ex governatore del Massachusetts, che secondo l’ultimo sondaggio, è al 24%. Seguono Ron Paul, 22%, e la sopresa Rick Santorum (15%), ex senatore cattolico della Pennsylvania

Si apre domani la corsa elettorale all’interno del partito repubblicano, che il 30 agosto prossimo stabilirà lo sfidante di Barack Obama alle presidenziali 2012. Si comincia dallo Stato dell’Iowa, il cosiddetto “granaio degli Usa”, dove nelle ultime ore i candidati hanno tenuto comizi per aggiudicarsi il consenso dei cittadini.

Ad oggi il favorito pare essere Mitt Romney, mormone ed ex governatore del Massachusetts che si propose alla presidenza già nel 2008. Secondo l’ultimo sondaggio, reso noto dal quotidiano locale Des Moines Register, il 41 per cento degli elettori non ha ancora deciso chi votare, il 24 per cento sceglierà Romney e il 22 per cento Ron Paul, il candidato dell’ala libertaria del partito. Ma la sorpresa vera viene da Rick Santorum, l’ex senatore cattolico della Pennsylvania. Ai margini della corsa fino a settimana scorsa, Santorum, secondo i sondaggi, è al terzo posto con il 15 per cento. Dietro di loro, si trovano il seguace di Bush, Rick Perry, e la cristiana evangelica Michele Bachmann, rispettivamente all’11 e al 7 per cento.

Secondo gli opinionisti il risultato di domani è decisivo. Dopo il voto in Iowa, infatti, i sostenitori repubblicani dovrebbero indirizzare i loro fondi di conseguenza. E anche se nel 2008 John McCain non vinse in Iowa, solitamente chi arriva in fondo difficilmente riesce a recuperare terreno. A rischiare l’esclusione immediata alle elezioni sarebbero quindi Rick Perry e Michele Bachmann. Nei mesi scorsi ciascuno dei cinque candidati ha raggiunto, a fasi alterne, la maggior popolarità marcando le differenze con i membri del proprio partito. Ad accomunare tutti, però, c’è il rifiuto dello statalismo, definito anche dal più liberal, Ron Paul, come una vera minaccia.

Intanto Barack Obama punta sul contenimento delle tasse nel breve periodo, sugli aiuti statali per pagare i mutui universitari e sulla creazione di posti di lavoro per i reduci di guerra, abbandonando definitivamente la strategia dell’alleanza con l’opposizione per affrontare la crisi: due settimane fa, dopo essere risalito nei sondaggi, ha ribadito che le maggiori riforme non sono passate per via dell’ostilità del Congresso.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. paolo delfini scrive:

    AMPIA E VARIEGATA POSSIBILITA’ DI SCELTA PER GLI ELETTORI AMERICANI, DEMOCRATICI O REPUBBLICANI, COME SE NOI ANDASSIMO A VOTARE E DOVESSIMO SCEGLIERE SOLTANTO TRA IL PRI ED IL PLI.GRANDE ESEMPIO DI DEMOCRAZIA E DI SOVRANITA’ POPOLARE GLI USA.TUTTI I CETI SOCIALI E LE VARIE REALTA’ ETNICHE, CULTURALI E RELIGIOSE BEN RAPPRESENTATE IN PARLAMENTO.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana