Google+

Jugendamt, lettera di Marinella Colombo. “E’ questa la giustizia?”

dicembre 27, 2012 Marinella Colombo

“Nella nostra civilissima Europa, i diritti fondamentali sono sistematicamente calpestati e i minori rovinati in nome di una presunta tutela”

Gent.le Direttore Amicone,
gent.le redazione e gent.mi collaboratori di Tempi,

passato lo sconforto di questo secondo Natale per il quale, e come ormai da due anni, non è stato permesso ai miei figli neppure di chiamarmi, riesco a ritrovare le forze e scrivervi per augurarvi buone feste e un ottimo 2013 e soprattutto per ringraziarvi.

Ringraziarvi per aver reso pubblico quanto succede in questa nostra civilissima Europa, di come i diritti fondamentali vengano sistematicamente calpestati e i minori rovinati in nome di una presunta “tutela” delle istituzioni tedesche, alle quali quelle italiane hanno fino ad ora risposto con estremo zelo, e anche di più.

Rileggendo quanto comunicatoci dai media in questi ultimi sei mesi, mi sono resa conto di come sia stata data estrema visibilità agli arresti e alle estradizioni richieste dalla procura di Milano in accordo con quella di Monaco di presunti appartenenti ad una pericolosa associazione di genitori che si battono affinché vengano riconosciuti i loro diritti, si è parlato di due persone che si apprestano a subire un processo (e siamo ansiosi di vedere le prove dell’accusa), ma si è completamente (volutamente?) omesso di informare l’opinione pubblica del fatto che altre due delle persone arrestate e descritte come pericolosi e biechi delinquenti abbiano subito ogni sorta di soprusi (per es. traduzione in carcere di un neonato di tre mesi), siano stati calunniati, rovinati economicamente (non so se sia possibile stendere “un pietoso velo” sulle pretese di certi avvocati) per essere poi rimessi in libertà e autorizzati dal tribunale a tornare nel loro paese senza che si sia tenuto un processo. A che pro dunque tutta la messinscena? Per poter far pubblicare un paio di articoli diffamatori? Per proteggere chi non ha prove? E’ questa la giustizia? E’ questa la corretta informazione? Chi li ripagherà dei danni materiali, ma soprattutto morali che questa esperienza ha provocato nelle loro vite?

E’ pertanto questo il mio augurio per l’anno nuovo, che il 2013 ci dia la possibilità di tornare a credere nella Giustizia, che la parte sana della magistratura e della politica si schieri a difesa di una morale ormai persa, ma che non disperiamo di ritrovare.

E a voi l’augurio di poter continuare a percorrere la strada intrapresa, e il mio grazie.

Dr.ssa Marinella Colombo

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Enrico scrive:

    Provo ammirazione per questa donna e per come sia capace di gestire una situazione così lacerante.
    Non esistono parole per dare un nome ad un sistema così ingiusto, perverso e violento, e fuori agenda.

    • Gabry scrive:

      Ho letto che nella sua situazione sono molti cittadini europei mi chiedo cosa stia facendo lo stato italiano manda in carcere i genitori e non fa nulla contro le istituzioni tedesche?E` un vero scandalo i nostri politici hanno perso credibilità

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana