Google+

Il grande Liga acustico di Arrivederci, mostro!

gennaio 25, 2012 Carlo Candiani

È uscito ieri l’album di Ligabue in versione acustica di Arrivederci, mostro!, che ha vinto il premio Tenco 2011 come miglior disco: decisamente meglio della precedente versione

L’impressione è che sotto sotto il buon Liga non fosse completamente convinto della produzione e degli arrangiamenti di Corrado Rustici, nel suo ultimo lavoro, quell’Arrivederci, mostro!, che ha stazionato per più di un anno ininterrottamente nei piani alti delle classifiche di vendita; altrimenti non avrebbe sentito l’esigenza di realizzarne, in contemporanea, una versione acustica e molto spartana che, dopo essere stata pubblicata in un cofanetto “natalizio” nel 2010, esce ora in edizione singola. Onestamente, anche noi, eravamo rimasti un po’ perplessi all’ascolto della versione “ufficiale”: suoni maledettamente compressi (ormai non più una novità nel mondo del pop-rock) dove viene annullata la profondità e aumentato il rumore fastidioso, trasformando il piacere dell’ascolto in una fatica soffocata in una nebbia di chitarre e suoni elettrici avvolgendo parole e voce in entità indistinte.

La versione acustica di Arrivederci, mostro! ci arriva come un giorno di sole, gradevole e primaverile; la voce calda e matura del Liga è convinta, nell’interpretazione di brani che rivivono spogliati e spolpati (come il pesciolino in copertina) a nuova esistenza, quasi come inediti. E nella nudità di questi arrangiamenti, si impongono, sotto luce nuova, testi che sarebbe stato un peccato non valorizzare e che ora si riprendono la ribalta: per esempio quelli di Atto di fede (“Ho visto in sala parto la potenza delle cose… vivere è un atto di fede, mica un complimento, questo è il mio atto di fede”), di Il peso della valigia o La verità è una scelta. Ligabue li ricanta come se fosse la prima volta, con passione tale da farci credere che fosse questa la versione definitiva: giusta intuizione, tanto da convincere la giuria del Premio Tenco 2011, ed eleggerlo miglior album dell’anno.

Sicuramente molti dei suoi fan preferiranno la versione elettrica; per il titolare di questa rubrica, questo Arrivederci, mostro – acustico è, indiscutibilmente, un’opera sincera di buon (ottimo?) folk – rock italiano.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Wow! Thank you! I continuously needed to write on my site something like that. Can I include a portion of your post to my site?

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.