Google+

“Give Till it’s Gone”: Ben Harper, il vero erede di Marvin Gaye

maggio 17, 2011 Carlo Candiani

Torna Ben Harper con il suo nuovo lavoro, “Give Till it’s Gone”. Il cantante ci regala uno splendido slalom tra pop, folk, spiritual, ritmi caraibici e rock e blues

Dubbi non ve ne sono più: Ben Harper è il legittimo erede dell’arte blues di Marvin Gaye e di tutta l’epopea del rock, che ha attraversato il decennio dei ’60 e il suo culmine, rappresentato dalla parabola breve ma intensa e “rivoluzionaria” del grande Jimi Hendrix.
 Fin dal primo album, uscito nel 1993, Harper ha dimostrato una versatilità e una non comune vena creativa che, piantate nelle radici della tradizione soul, gli ha permesso di tuffarsi nel “mare magnum” delle atmosfere black, senza mai snaturarsi nella routine seriale.
 Con la sua voce, la sua fida slide guitar, sostenuto da valenti session men, l’artista californiano, da quasi vent’anni tocca il cuore dei suoi ascoltatori, in uno splendido slalom tra pop, folk, spiritual, ritmi caraibici e forti richiami al più puro rock-blues, coinvolgendoli con testi mai banali, tra quadri di realtà quotidiana e vere e proprie preghiere cristiane.

 

Senza mai deludere Harper non si adagia con scontatezza sui precedenti lavori, ma vive una perenne ricerca musicale, confermata da due album in particolare: la galleria di gospel, composti ed eseguiti insieme ai Blind Boys of Alabama (“There Will be a light”) e lo splendido esempio di album analogico “Lifeline”, galleria di brani senza tempo, né schemi.
 “Give till it’s gone”, ultimo nato in casa Harper, è l’ennesimo tassello di questa splendida carriera: scritto in condominio con la band che lo accompagna per l’occasione, vanta la collaborazione del “beatle” Ringo Starr e di Jackson Brown, e spazia tra appassionate ballate con tanto di orchestra classica e torrenziali inserti chitarristici che rendono sulfureo il suono, rimandando alle spericolate jam session di Woodstock e dintorni. 
E ancora una volta la scommessa è vinta, ancora una volta l’alto artigianato di Harper sfida i mostri sacri e ci regala un’altra perla, riconciliandoci con il vero rock, facendoci uscire dallo stordimento quotidiano della musica di plastica.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.