Google+

Eletta Miss Arabia Saudita. Che, a quanto pare, è “bella dentro”

ottobre 10, 2012 Redazione

Si chiama Maram Zaki al-Saif ed è la nuova Miss Arabia Saudita. Solo che, a differenza che nel resto del mondo, la ragazza non è stata scelta per la sua bellezza, ma per i suoi “valori etici”

Si chiama Maram Zaki al-Saif ed è la nuova Miss Arabia Saudita. Solo che, a differenza che nel resto del mondo, la ragazza non è stata scelta per la sua bellezza, ma per i suoi “valori etici”. Molte delle partecipanti alla “Reginetta dell’etica” indossavano un velo integrale che non lasciava scoperti nemmeno gli occhi. Maram, originaria dell’isola di Tarout, ha partecipato a volto scoperto, ma con un grande velo nero che le copriva i capelli, il collo, le spalle e tutto il resto del corpo.

Le miss partecipavano, quindi, più che a un concorso di bellezza, ad un “test morale”, il cui tema era “La mia etica, la mia identità”, che si è svolto nella provincia orientale di Qatif e ha visto in gara 285 ragazze tra i 16 e i 24 anni. La giuria ha preso in esame i valori etici delle reginette, ma anche il loro carisma, le loro performance teatrali e la loro cultura. Oltre alla corona e alla fascia, Maram ha vinto un premio in denaro pari a circa 2.700 dollari.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

Commenti Facebook

1 Commenti

  1. Mappo scrive:

    NUDE, LE VOGLIAMO VEDERE TUTTE E 258 NUDE.

L’Osservatore Romano

L'Osservatore Romano

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dalla partnership tra Peugeot e la Casa motociclistica Bimota nasce una one off su base RCZ R. Il 1.6 turbo passa da 270 a 304 cv grazie allo scarico racing e al filtro dell’aria conico.

Ha più potenza, più coppia, più elettronica, più tutto. Non è semplicemente una Panigale "pompata" ma un progetto che evolve ulteriormente la bicilindrica più potente del mondo. Guidarla è goduria pura, ma serve il fisico perché va veramente forte

Ha la polivalenza nel sangue: grazie all’altezza da terra di 22 cm, alle 4WD e ai sistemi d’assistenza alla guida, off road è più performante della media delle SUV. Brillante su strada, vanta una dotazione di sicurezza raffinata.

Sono pochi i biker che guidano come K-Weed, uno dei più stilosi pro della scena mountain. Uomo immagine di Ibis, il suo nome è di casa sia nelle prime righe delle classifiche delle gare di Enduro Usa, sia nei titoli dei video più cliccati sul web.

Pesa 5.86 kg la Scott più leggera; ha geometrie racing e predilige la salita ma si pedala bene in ogni situazione grazie all’ottimo equilibrio tra rigidità e comfort. Costa 7.299 euro

Speciale Nuovo San Gerardo