Google+

Eletta Miss Arabia Saudita. Che, a quanto pare, è “bella dentro”

ottobre 10, 2012 Redazione

Si chiama Maram Zaki al-Saif ed è la nuova Miss Arabia Saudita. Solo che, a differenza che nel resto del mondo, la ragazza non è stata scelta per la sua bellezza, ma per i suoi “valori etici”

Si chiama Maram Zaki al-Saif ed è la nuova Miss Arabia Saudita. Solo che, a differenza che nel resto del mondo, la ragazza non è stata scelta per la sua bellezza, ma per i suoi “valori etici”. Molte delle partecipanti alla “Reginetta dell’etica” indossavano un velo integrale che non lasciava scoperti nemmeno gli occhi. Maram, originaria dell’isola di Tarout, ha partecipato a volto scoperto, ma con un grande velo nero che le copriva i capelli, il collo, le spalle e tutto il resto del corpo.

Le miss partecipavano, quindi, più che a un concorso di bellezza, ad un “test morale”, il cui tema era “La mia etica, la mia identità”, che si è svolto nella provincia orientale di Qatif e ha visto in gara 285 ragazze tra i 16 e i 24 anni. La giuria ha preso in esame i valori etici delle reginette, ma anche il loro carisma, le loro performance teatrali e la loro cultura. Oltre alla corona e alla fascia, Maram ha vinto un premio in denaro pari a circa 2.700 dollari.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

Commenti Facebook

1 Commenti

  1. Mappo scrive:

    NUDE, LE VOGLIAMO VEDERE TUTTE E 258 NUDE.

L’Osservatore Romano

L'Osservatore Romano

Tempi Motori – a cura di Red Live

SHARK-HELMETS lancia Explore-R, il casco che da integrale si trasforma in off-road con la semplice aggiunta di accessori

Tre cilindri che sorprendono: sono quelli del nuovo motore EcoTec 1.0 da 90 cv che equipaggia la Corsa. Effetto Oh! anche sotto al cofano

Dopo aver trascorso in altitudine l'ultimo periodo di allenamenti per prepararsi ai grandi giri, Nibali è tornato alle gare all'Amstel Gold Race. A partire dalla Liege-Bastogne-Liege, lo Squalo pedalerà in sella a una Tarmac custom realizzata per lui con grafiche e colori inediti

La SUV nipponica sviluppata per il mercato cinese ha una linea shockante: a metà strada tra una crossover e un’auto del film Transformers, abbina lusso ed eccentricità. Se avrà successo, debutterà anche in Occidente.

Il KYMCO Oral Racing Team debutta in pista inaugurando la stagione 2015 del CIV nel nome della nuova partnership siglata da KYMCO e Oral Engineering

Speciale Nuovo San Gerardo