Google+

Effetto Angelina Jolie. Corsa ai test genetici, ma per gli esperti «è immotivata»

maggio 31, 2013 Redazione

Gli esperti mettono in guardia dall’imitare l’attrice che si è fatta rimuovere entrambi i seni per prevenire il cancro. «I test genetici non sono tutti uguali»

Lo chiamano “effetto Angelina Jolie” ed è la corsa ai test genetici generata dal notizia che la famosa attrice si è sottoposta a duplice mastectomia preventiva per ridurre il rischio di cancro. La richiesta negli ospedali è aumentata addirittura dell’80 per cento.
Parlando del caso, Paola Ricci Sindoni e il genetista Domenico Coviello, presidente e copresidente dell’Associazione Scienza & Vita, hanno detto che «rischia di essere immotivata la corsa ai test genetici che si è scatenata negli ospedali italiani a seguito del grande risalto mediatico della vicenda medica di Angelina Jolie, che pure ha contribuito al dibattito sulle terapie per sconfiggere il cancro».
«I test genetici – hanno spiegato i due esperti – non sono tutti uguali. Alcuni sono molto precisi e utili, altri, pur nell’accuratezza, non sono sempre utili, ma rischiano addirittura di creare situazioni d’ansia. Questo effetto è tanto più evidente nelle malattie complesse (o multifattoriali) dove il test fornisce informazioni difficili da interpretare e in cui il manifestarsi della malattia dipende da più fattori genetici e spesso anche ambientali».

SORVEGLIANZA. «È questo il caso del tumore della mammella, dove la presenza di una mutazioni del gene BRCA1 o BRCA2, non comporta necessariamente lo sviluppo della malattia, ma indica che, per la donna che ne è portatrice, il rischio di ammalarsi è più alto rispetto alla popolazione che non presenta la mutazione. In questi casi è fondamentale che venga attuata una sorveglianza più accurata, ma non è detto che si debba giungere all’asportazione chirurgica di entrambi i seni, tanto più che anche effettuando questo tipo di intervento preventivo non vi è sicurezza che il tumore non si manifesti in un altro organo, anche molti anni dopo».
«Per questi motivi è importante rivolgersi a medici specialistici per valutare l’utilità e la necessità di un eventuale test genetico, che va comunque eseguito solo a seguito di un’adeguata consulenza con un Genetista Medico che valuti l’entità del rischio, che è in ogni caso individuale».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana