Google+

Corea del Nord, lo zio del dittatore Kim sbranato da 120 cani? È una bufala internazionale

gennaio 7, 2014 Leone Grotti

Dal New York Times al Guardian, tutti i media hanno ripreso una notizia pubblicata in Cina da un blog satirico

La notizia secondo cui il giovane dittatore della Corea del Nord Kim Jong-un ha fatto uccidere lo zio Jang Song-thaek facendolo sbranare da 120 cani affamati è una bufala. Se è vero che il regime comunista è un buco nero di cui è quasi impossibile avere informazioni di prima mano, la modalità con cui sarebbe stato ucciso Jang è un granchio internazionale preso anche da autorevoli testate come New York Times, Guardian, Washington Post, Corriere della Sera, la Repubblica eccetera… fino a tempi.it.

«PEGGIORE DI UN CANE». Se è vero che il terzo Kim ha fatto giustiziare suo zio, dopo averlo umiliato in pubblico perché «peggiore di un cane», con l’accusa di essere il «peggiore traditore della nazione di tutti i tempi» e di voler tentare un «golpe controrivoluzionario» per deporre il dittatore, nessuno sa come sia stato ucciso.

corea-nord-kim-weibo-jangGENESI DI UNA BUFALA. L’11 dicembre è apparso un post satirico su Tencent Weibo, il Twitter/Facebook cinese, che avanzava l’ipotesi dei cani in modo ironico. Il post, visionato 290 mila volte, è stato ripreso da un giornale di Hong Kong, il Wen Wei Po. L’articolo è stato poi ripreso 12 giorni dopo dallo Strait Times di Singapore e, di conseguenza, da tutti i giornali e le televisioni occidentali.

ZIA DI KIM SUICIDA? Dopo la morte del marito, si rincorrono anche la voci sulla sorte di Kim Kyong-hui, moglie di Jang e sorella del Caro leader Kim Jong-il, nonché zia di Jong-un. Dopo l’esecuzione del marito, la donna è scomparsa. Secondo molte fonti sudcoreane la donna è stata portata all’estero per ragioni mediche ma negli ultimi giorni si è fatta strada anche un’altra ipotesi: la zia del dittatore potrebbe essersi suicidata.
La notizia, però, non è confermata anche se secondo un conoscitore della famiglia Kim come Kenji Fujimoto, ex chef di sushi di Kim Jong-il scappato dal paese e poi tornato per farsi perdonare, «la possibilità che Kyong-hui si sia suicidata è altissima dopo l’esecuzione di Jang».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. Cisco scrive:

    Una vicenda che fa riflettere sulla facilità con cui è possibile manipolare le notizie, sia che ci si trovi in un regime democratico oppure comunista.

  2. Luca scrive:

    Ricorda tanto la bufala del panino omofobo pubblicata tempo fa da Cagliostro in uno dei suoi commenti.

  3. Anonimo scrive:

    E pure tempi.it c’è cascata

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Opel torna nel segmento delle SUV medie. E lo fa sbattendo la porta con tanta forza da far tremare i vetri. La nuova Grandland X, terzo atto della saga X dopo Mokka X e Crossland X, è una vettura concreta, spaziosa, confortevole e ben rifinita. Oltretutto forte di un design piacevole. Caratteristiche che, di per […]

L'articolo Prova Opel Grandland X proviene da RED Live.

L’ingresso di Fiat nel segmento dei Pick-up avviene grazie a una importante e strategica collaborazione con Mitsubishi di cui il Fullback è “figlio legittimo”. Stringendo una intelligente partnership con chi è stato ritenuto il miglior interprete di questa filosofia, Fiat ha infatti potuto entrare sul mercato dalla porta principale con un mezzo che, già in […]

L'articolo Prova Fiat Fullback LX 180 CV, buona la prima proviene da RED Live.

Pirelli ci riprova. Dopo il lancio degli pneumatici da bici P Zero Velo riparte dal ciclismo il progetto Pirelli Design, avviato dall’azienda per valorizzare il suo bacino di conoscenze in fatto di tecnologia. Procede dunque in questa direzione la nuova capsule collection con la collaborazione di Castelli, azienda italiana con più di quarant’anni di storia vissuta […]

L'articolo Pirelli Design e Castelli insieme per una collezione speciale proviene da RED Live.

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana