Google+

Contestate le Sentinelle in piedi in diverse piazze italiane. Insulti, sputi e bestemmie. Ora dite voi chi sono i violenti

ottobre 6, 2014 Redazione

Cosa è successo ieri a Bologna, Torino, Aosta, Rovereto. Città per città, la difficile giornata dei veilleurs italiani

sentinelle-in-piedi-sienaIl ritrovo delle Sentinelle in piedi di ieri in cento piazze italiane ha subito contestazioni e aggressioni in diverse città. Le sentinelle, il movimento apartitico e aconfessionale che contesta civilmente e democraticamente il ddl Scalfarotto sull’omofobia, ha svolto le proprie veglie secondo la consueta modalità, pacifica e ordinata, ma questo ha provocato la reazione di alcuni contromanifestanti organizzatisi al solo fine di disturbare l’evento.
Eugenia Roccella, parlamentare di Ncd, ha annunciato che presenterà un’interrogazione parlamentare su «un attacco vergognoso, oltretutto pianificato e organizzato».

BOLOGNA. A Bologna (cui si riferisce il video qui sotto di Radio Città del Capo) durissima contestazione da esponenti delle associazioni Agedo Bologna, Arcigay “Il Cassero”, ArciLesbica Bologna, Boga Sport, Bugs Bologna, Famiglie Arcobaleno Emilia Romagna, Komos – Coro Gay di Bologna, Migrabo Lgbt, Mit, sostenute anche da esponenti dell’Aula C e del Tpo. Le Sentinelle (un centinaio) sono state costrette a cambiare piazza e a trasferirsi da piazza San Francesco a Piazza Galvani, dove, accerchiate dai contestatori, hanno proseguito faticosamente la loro veglia, protette dalle forze dell’ordine. Infiniti gli insulti («merde!», «puttane!», «andate a scopare!») e gli sputi contro i veilleurs italiani. Lanci di oggetti e bottiglie hanno rischiato di colpire anche alcuni bambini (che sono stati fatti immediatamente allontanare).
Ci sono state cariche delle polizia contro i contromanifestanti e scontri tra i contestatori e alcuni militanti di Forza Nuova. Le Sentinelle hanno cercato di terminare la manifestazione, pur in un clima difficile, bersagliati da bestemmie e insulti di ogni tipo. Il portavoce ha raccontato che «circa ottanta persone non hanno potuto raggiungere la piazza per il caos, mentre molte famiglie con bambini sono state costrette a uscire. Una mamma che spingeva una carrozzina con un bambino di un anno è stata coperta di insulti e sputi: questo è il fatto che più di tutti ci ha addolorato».

TORINO. Il clima, in piazza Carignano, a Torino, è stato da subito pesante, anche per efetto della mobilitazione che le associazioni minori del mondo gay e l’extrasinistra avevano lanciato da giorni. Dapprima alcuni contromanifestanti (di una manifestazione, giova ricordarlo, non autorizzata: la piazza era stata concessa ufficialmente alle Sentinelle) hanno cercato di accostarsi alle Sentinelle con cartellli e con l’obiettivo di scimmittare la veglia con la lettura di fumetti. Quando la Polizia li ha allontanati, civilmente, sono come da copione partite le pesanti contestazioni. Senza che dal fronte delle Sentinelle si registrasse reazioni. Alcuni partecipanti alle Sentinelle, particolarmente scossi dal clima, hanno ceduto alle lacrime (rassicurati dagli agenti: «Non sanno più cosa dire, per questo vi insultano»). Va fatto rilevare che, dal fronte delle Sentinelle, protagonista l’ex consigliere regionale Giampiero Leo, s’è tentato una mediazione, anche aprendo a possibili momenti di confronto pubblico, la risposta della contromanifestazione è stato l’insulto e la delegittimazione. Pesanti le parole contro le Sentinelle, dall’invito «a tornare nelle vostre chiese vuote» fino all’accusa di essere «omofobi responsabili della cultura d’odio che porta ai suicidi di tanti ragazzi». Un paio di minuti prima dello scoccare dell’ora di veglia, intelligentemente, la polizia ha consentito a quanti premevano contro le transenne (ci sono stati diversi tentativi di sfondarle) potessero mettere in scena la “riconquista della piazza” con tanto di sventolie di bandiere arcobaleno e bandiere di Rifondazione Comunista. Il “Torino Pride”, il cartello che raccoglie le principali organizzazioni lgbt subalpine, si è dissociata dalla contromanifestazione, con parole forse più gravi, per quanto felpate: «Gli intenti delle Sentinelle sono discriminatori, ma non abbiamo voluto essere presenti per non riconoscerli come antagonisti. L’omofobia non deve avere più cittadinanza in Italia» (Marco Margrita).

sentinelle-in-piedi-tempi-copertinaAOSTA. Ad Aosta, la veglia è stata disturbata da un flash mob di diverse associazioni arcobaleno (Arcigay, Flc-Cgil, “L’altra Valle d’Aosta”, Rifondazione comunista, “Dora”, “Arci VdA”,”Articolo 3″ e “Comitato si può fare”). Come raccontano le cronache locali, «l’immagine, per chi attraversava piazza Chanoux, ha destato un po’ di sconcerto, da una parte le silenziose “Sentinelle” dall’altra gli attivisti che, animati da Francesco Lucat, segretario della Federazione della sinistra della Valle d’Aosta, “cantavano” canzoni partigiane, ma anche di Raffaella Carrà, di Rino Gaetano e Fabrizio De Andrè, facevano i girotondi, si sdraiavano per terra per poi baciarsi ed abbracciarsi collettivamente. Un’attivista, con la scusa di fotografare le “Sentinelle”, ha poi cercato di superare il limite imposto ed è stata fermata dal commissario capo della Polizia di Aosta Donato Marano, che era in borghese: la donna si è messa ad urlare, asserendo di essere stata minacciata e strattonata, ed ha rifiutato di dargli un documento per essere identificata. Gli attivisti si sono quindi avvicinati tutti insieme verso le Forze dell’ordine arrivando così a pochi metri dalle “Sentinelle”, rimaste imperturbabili: alla fine, di fronte alla prospettiva di essere accompagnata in Questura per l’identificazione, la donna ha tirato fuori la sua carta d’identità, mentre gli altri manifestanti di sinistra hanno iniziato a discutere con Marano, mentre una bimba piccola che, giocando con un palloncino, ha superato la barriera ed è finita a giocare proprio in mezzo alle “Sentinelle”. Un secondo tentativo di superare la barriera, da parte di alcuni attivisti, c’è stato quando uno dei manifestanti delle “Sentinelle” ha accusato un malore: in piazza è arrivata un’ambulanza del “118” ma l’uomo, ripresosi, si è poi seduto insieme ai soccorritori. Durante il discorso finale delle “Sentinelle” gli attivisti hanno fischiato e fatto applausi di scherno ma sono stati mantenuti comunque a distanza da parte di Polizia e Carabinieri e non si sono così verificati scontri: “beh, un po’ di casino lo abbiamo fatto, no?” hanno detto due manifestanti mentre lasciavano la piazza».

ROVERETO. A Rovereto un gruppo di anarchici ha intimato alle Sentinelle di abbandonare la piazza, nonostante queste ultime avessero l’autorizzazione della questura. Dopo insulti, spintoni, minacce, lanci di uova, gli aggressori hanno rovinato il materiale con cui le sentinelle sono solite spiegare le ragioni della loro iniziativa. La polizia, arrivata solo in un secondo momento, ha potuto solo constatare i danni causati dagli aggressori. Due persone, tra cui un sacerdote, sono state condotte in ospedale dopo le aggressioni per il setto nasale fratturato.

sentinelle-genova.JPG01GENOVA. Un folto numero di persone dei centri sociali e dell’arcigay (foto sopra) ha pesantemente e continuamente disturbato il regolare svolgersi della veglia. Mentre le sentinelle vegliavano leggendo un libro in silenzio, molti giovani si sono inseriti tra loro, disturbando la lettura, anche con cani, insultando e deridendo i veglianti, mimando scene erotiche, e creando capannelli. Un fumogeno, poi spostato dalle forze dell’ordine, è stato lanciato contro il bastone di una persona invalida che partecipava alla veglia. Una parte dell’area coperta dalle sentinelle è stata completamente invasa dai contromanifestanti. Anche in quella zona, sebbene attorniati, i partecipanti sono rimasti impassibili, senza rispondere alle provocazioni. Tutta la veglia si è svolta tra cori e rumore. Al termine, il saluto finale del portavoce è stato nuovamente coperto di cori e grida. Vari adesivi LGBT sono stati applicati sul banner manifesto delle Sentinelle, che poi è stato rotto.

PISA. A Pisa la manifestazione è stata interrotta dalla Digos dopo 35 minuti. Appena iniziata la veglia, infatti, un gruppo di contestatori, probabilmente appartenenti ai centri sociali, hanno cominciato ha urlare slogan, insulti e bestemmie contro le Sentinelle che sono state “accerchiate” dai manifestanti mentre le forze dell’ordine, anziché intervenire, hanno chiesto alle Sentinelle di lasciare la piazza.

NAPOLI, MILANO, TRIESTE. A Napoli, insulti, spintoni, urla, lanci di uova. È dovuta intervenire la polizia per placare gli animi. Anche a Milano e Trieste le contestazioni sono state pesanti con insulti e minacce di ogni tipo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

114 Commenti

  1. Pippo scrive:

    gli alleati di forza nuova

    • Giulio Dante Guerra scrive:

      Scusa, dov’era Forza Nuova, qui a Pisa? Siamo stati bloccati dopo 35 minuti (durante i quali sono state continue le provocazioni intrise di volgarità e bestemmie) quando un rappresentante della Digos ci ha invitati a sospenderla perchè non potevano garantire per la nostra incolumità. Qualcuno è rimasto in piazza e costretto ad allontanarsi dall’incalzare dei contestatori, che, mi è sembrato, sono anche andati ad inseguire in massa una coppia di coniugi che si stavano allontanando silenziosamente in una strada laterale. Le forze dell’ordine erano completamente assenti (4 o 5 in divisa) e a domanda di un dirigente ha detto: A Pisa è così.
      Questa è la cronaca. Triste. Si è giocata una partita che sapevamo impari, ma l’arbitro giocava con una delle due squadre. Ovviamente la vincente. Quale mai “circolare segreta” – del genere: non contrastare i soprusi degli “azionisti” (o non, forse, “mercenari prezzolati”) della “LBGT International Inc.” – aveva ricevuto dall’ineffabile Ang. Alf.?

    • angelo scrive:

      Pippo, non siamo idioti. Conosciamo i soliti metodi usati dai tiranni (come te) per giustificarsi. Il più tipico è dare del “fascista” agli altri.
      Ma qui è bene chiarire che i veri e unici fascisti e nazisti siete voi !!!

    • diabolik scrive:

      invece quelli che hanno aggredito le Sentinelle in Piedi sono alleati degli islamisti !

  2. Piero scrive:

    Le squadracce gay come le squadracce fasciste, è così che iniziano i regimi….
    Resistere, resistere, resistere……

  3. Kravmaga scrive:

    Il nuovo fascismo LGBT non ha pietà neanche di vecchi e bambini.

    • Chris scrive:

      fossi in te, lascerei perdere il discorso sui bambini!!!

      • Giannino Stoppani scrive:

        Sì, è meglio lasciarli stare, i bambini:
        «sappiamo vedere nel bambino l’essere umano potenzialmente libero. Noi, si, possiamo amare i bambini. Possiamo desiderarli eroticamente rispondendo alla loro voglia di Eros, possiamo cogliere a viso e a braccia aperte la sensualità inebriante che profondono, possiamo fare l’amore con loro. Per questo la pederastia è tanto duramente condannata: essa rivolge messaggi amorosi al bambino che la società invece, tramite la famiglia, traumatizza, educastra, nega» Mario Mieli, “Elementi di critica omosessuale”, 1977.

  4. angie scrive:

    Come mai ‘ste contestazioni non succedono a quella pagliacciata del gay pride?

    • yoyo scrive:

      Dovremmo farlo. Sai che titoloni!

      • Gabriele scrive:

        Eh, ma temo che ci scapperebbe pure il morto. Già in questo caso, non hanno avuto problemi a lanciare bottiglie in una zona dove c’erano bambini.

  5. Kan63 scrive:

    Ormai questo é il clima “democratico” in cui i cattolici si trovano a cercare di esprimere non più le loro idee ma anche il solo e semplice diritto di esprimerle.

    • Filomena scrive:

      Cattolici? Ma se nell’articolo si dice che le sentinelle sono aconfessionali e apartitiche.

      • Cisco scrive:

        @Filomena
        Infatti le sentinelle sono un movimento aconfessionale e apartitico, ma è chiaro che le persone che lo compongono sono in carne ed ossa, quindi hanno la loro confessione (spesso cattolica) e votano alle elezioni!

        • Filomena scrive:

          E però kan63 ha detto una cosa diversa, e cioè che i cattolici si riconoscono nel movimento, altro è dire che dentro al movimento ci possono essere anche persone di fede cattolica.
          Se il movimento è aconfessionale il fatto che i cattolici esprimano le loro idee religiose è irrilevante ai fini del movimento.

          • yoyo scrive:

            SI riconoscono nel senso che condividono i principi del movimento.

          • Cisco scrive:

            @Filomena
            Il fatto che i cattolici vi si riconoscano non significa che il movimento e’ confessionale, ma che i cattolici condividono una certa visione del mondo con altri.

            • Piero scrive:

              Ma gli stai anche a rispondere !!
              Delle due l’una o ci è o ci fà, Non vedi che di fronte alle violenze e ai pestaggi l’unica cosa che riesce a dire è puntualizzare su dettagli insignificanti, senza prendere una posizione chiara sulle squadracce nazi-gay?
              Adesso mi aspetto il solito noioso intervento, “..io sono contro la violenza MA voi non …”e bla, bla, bla e giù 40 righe di luoghi comuni, frasi fatte e slogan….

  6. Gabriele scrive:

    I fatti di ieri non sono sfuggiti al Corriere, che però non solo gli dedica un articolo brevissimo, ma si limita ai fatti di Bologna (della serie ‘se proprio non possiamo boicottare ste’ Sentinelle, cerchiamo almeno di minimizzarle) il più possibile ed è pure abbastanza ambiguo: infatti le definisce ‘gruppo ultra-cattolico’ (che sembra suggerire un fanatismo settario) e dice che si sono scontrate con i manifestanti della parte opposta (suggerendo che le Sentinelle abbiano reagito alla violenza con la violenza) e senza nemmeno specificare chi è stato ad iniziare. Ma neppure il partigiano gay-friendly Corriere può nascondere del tutto la realtà, e dal filmato che hanno inserito si capisce bene chi era il violento e chi no.

    • Giulio Dante Guerra scrive:

      Allo stesso modo s’è comportato il TG1 di oggi, parlando di “scontri” e tirando in ballo la solita Forza Nuova, che per questi cronisti dovrebbe avere o migliaia di attivisti sparsi per tutta l’Italia, o possedere il dono dell’ubiquità. Mi sembra che la prima ipotesi non sia troppo meno irrealistica della seconda.

      • Filippo81 scrive:

        Non ho capito perche i media tirino sempre in ballo Forza Nuova.Alcuni simpatizzanti di tale movimento erano a Bologna, ma non certo per insultare o aggredire le Sentinelle in Piedi.I media cercano sempre di giustificare gli ultrasinistri, cosi come gli islamisti. Io sono un’elettore di Forza Nuova e non vado mai a rompere le pa..e alle manifestazioni altrui.Non rompessero l’anima !

  7. Quercia scrive:

    La cosa che spaventa davvero è la reazione dei politici, degli intellettuali VIP e dei media di fronte a questi fatti di pura intolleranza.

    Ma ci rendiamo conto? migliaia di cittadini italiani che manifestano in maniera pacifica e autorizzata, tra l’altro delle idee sancite dalla nostra costituzione (art.29), alle volte accompagnati dai figli piccoli, altre volte anziani vittime di aggressioni anche molto violente del tutto ignorati dai media e alle volte, nei giornali maggiori, c’è perfino una velata giustificazione delle aggressioni oppure l’equiparazione delle vittime con gli aggressori.

  8. Cisco scrive:

    Allo squadrismo gaio e anarchico sono saltati i nervi… Altra vittoria sofferta per le Sentinelle! D’altra parte solo soffrendo si vince il campionato.

  9. piero scrive:

    Il silenzio costringe a pensare, ma se uno ha l’animo occupato ad inveire ed insultare, accecato dalla sua ideologia, difficilmente lo potrà fare.
    Vedendo queste immagini mi chiedo perché le sentinelle diano così fastidio, stanno esprimendo un’opinione, non stanno costringendo nessuno a pensarla come loro, tant’è che il mondo sta andando da tutta un’altra parte, per ora.
    Forse gli dà così tanto fastidio perché le sentinelle, in fondo, stanno testimoniando una cosa vera per tutti gli uomini, che tutti, se fossero sinceri con se stessi, ammetterebbero la sete di famiglia vera che c’è in ognuno i noi.

  10. Toni scrive:

    “anziché intervenire, hanno chiesto alle Sentinelle di lasciare la piazza.”
    Poi la chiamano democrazia.
    Lucillo, se ci sei, ti piace questa democrazia?
    Filomena…. la democrazia sospesa va bene nei confronti di B e del Sentinelle?
    Shiva101?… anzi no…scusa …. continua a giocare!

    • Shiva101 scrive:

      Lo Stato è obbligato a insegnare la vostra religione nelle scuole in “conformità alla dottrina cattolica”.
      Pretendete privlegi, non rispettate le leggi ne la libertà altrui, vi approfittate dei bambini (dalla pedofilia al pedobattesimo) ..
      seminate vento pertanto raccogliete solo tempesta.. e così sarà anche in futuro.

      Il cristianesimo sopravvive solo grazie alla corruzione della politica e ad una certa indifferenza della società che non pratica la vostra religione e pertanto, non conoscendo la vostra vera faccia, non vi percepisce come un pericolo sociale.

      Siete su un binario morto.

      • Q.B. scrive:

        E shiva ha scelto la lettera b. !!

        (b.copiaincollano da qualche sito pervertito e devastato una supercazzola priva di senso).

        Le altre due possibilità erano:

        a. abbandonano la discussione per riapparire pari pari con le stesse scolature di idee in calce a un altro articolo;
        c. strillano istericamente e buttano li un “omofobo” come farebbe un bimbo capriccioso che dice “cattivo” al genitore perché non gli regala il giocattolo nuovo

      • yoyo scrive:

        Non si sputa così tanto livore su una cosa morta e quindi inoffensiva. O vi tubano pure i fantasmi?

      • Toni scrive:

        @ Shiva101
        Ti avevo detto di giocare… perché so che quando ragioni diventi un petomane.
        La pedofilia ed altre malattia hanno tutte la stessa radice e provengono dalla gentaglia che frequenti tu. Gente che ha fatto del sudiciume il loro stile di vita chiamandolo “diritto” e “liberta”.
        Non la prendo tanto con te… perché ti misuro anche da casa, seduto al computer, e sono consapevole che se prendesse il sopravvento il mondo che temo , tu saresti con un guinzaglio al collo in qualche club sado-maso, perché non vedo altri orizzonti che le tue capacità ti consentono.

        REDAZIONE DI TEMPI, così non va, non potete (ad un m a i a l e) fare scrivere del battesimo quello che ha scritto.

      • Il cavaliere oscuro scrive:

        Ah be’ se questi sono i gravi problemi che i cattolici creano nel mondo… invece i contromanifestanti di ieri sono tutti civili, pacifici, altruisti, non violenti, giusti, santi, rispettosi della legge, del prossimo, del pluralismo e via così! Eh già, punti di vista (molto discutibili però)…

      • Andrea UDT scrive:

        Shiva101:

        La gente che sputa, insulta, che cerca di intimidire chi LEGITTIMAMENTE esprime la propria opinione è semplicemente I-N-D-I-F-E-N-D-I-B-I-L-E.

        Visto che questi episodi non sono isolati, visto che si ripropongono tutte le volte che le Sentinelle in Piedi manifestano (in maniera ineccepibilmente civile) non si tratta del solito idiota che inevitabilmente si intruppa nella folla.

        E’ un metodo, una mentalità da condannare senza se e senza ma a prescindere da come uno la pensi sui temi in questione.

      • vitus1976 scrive:

        Shiva 101 non so se la tua sia ignoranza o disinformazione, visto che la religione cattolica non è obbligatoria ma lo studente può allontanarsi dall’aula e fare altro.
        La pedofilia è un orrendo reato che non riguarda solo i preti, ma purtroppo tantissimi zozzoni magari rispettabili uomini sposati che vanno in Thailandia o altrove a fare cose vergognose.
        Se poi in luogo della religione cattolica preferisci un certo islam puoi sempre farti un viaggio in Siria o Iraq così vedi cosa significa deriva oltranzista di una religione.
        In ogni caso leggi di più ciò che dice la Costituzione e non fermarti ai primi tre articoli.

    • Menelik scrive:

      Scusa Toni, ma a te frega qualcosa del commento di quei tre che hai menzionato?
      Filomena è l’unica furba dei tre.
      Ma tu chiedi il loro parere in merito ad una cosa nostra?
      Ma chi sono quei tre?
      Fregatene, come faccio io, sono meno di niente per noi.
      Ieri, per esempio, a messa, la chiesa era piena al punto che le panche erano tutte occupate, e al momento della comunione il prete ha dovuto spezzare le ostie in due per farle arrivare alla fine della fila.
      Ed ‘ una chiesa, non tanto piccola ma molto carina, di una frazione di un paese di provincia.
      La frazione, comprese le case sparse, è ben al di sotto si mille abitanti.
      La domenica prima sono stato a messa nel capoluogo comunale, è la chiesa era ancora piena.
      Questo conta ed è una forza.
      Abbiamo la forza dei numeri e delle idee.
      Quelli che HANNO TENTATO SENZA RIUSCIRVI di rovinare la manifestazione sono quattro cazzoni disperati.
      Ve lo ripeto, quelli per noi dovrebbero contare meno di niente.
      Chi se ne frega della loro opinione?

      • Toni scrive:

        @Menelik

        avvolte faccio dei post preso dall’indignazione, quindi poco ponderati, faccio invio… e non posso tornare indietro.
        Devo dire che da Lucillo , in base ad una vecchia di discussione, mi aspetto una legittimazione della violenza in nome di una certa “dialettica hegeliana” (lui ama gli arzigogoli) . Di Filomena mi piace la sfacciataggine con cui usa la parola “democrazia” …. per lei se la maggiorala stabilisce che il nero e “bianco” va bene (tranne se a farlo e Berlusconi).
        Si,…..comunque, hai ragione!

  11. Quercia scrive:

    Io mi auguro che il ministro degli interni riferisca in Parlamento e che tutto l’arco parlamentare, presidente del consiglio e della repubblica in primis, condannino senza se e senza ma questi atti prepotenti e intolleranti, che l’Italia ha già purtroppo conosciuto.
    Anche se non si condividono le idee delle Sentinelle non si può rimanere indifferenti di fronte all’aggressione, anche violenta, di libere, pacifiche e autorizzate manifestazioni. Altrimenti poi non ci lamentiamo se in Italia vigerà la legge del più forte.

    A tutte le Sentinelle, in particolare gli anziani e i genitori che sono scesi in piazza (anche con i figli), GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE!!!!!!

  12. beppino scrive:

    Adesso comincio a capire cosa é e da dove deriva la tanto declarata omofobia.

  13. Bruno Arceri scrive:

    Solidarietà ai nostri colleghi sentinelle di Bologna , Rovereto Torino Napoli Pisa (edaltro se mi fossi dimenticato qualcuno) che hanno dovuto subire insulti di ogni genere che hanno messo a dura prova la pazienza. A Bolzano sinceramente è andata molto più tranquillo a parte qualche insulto , ma forse la freddezza tipica della mia città si ripercuote anche in questi eventi. Il nostro responsabile poi il pomeriggio era a Rovereto per aiutare alcuni amici nella loro veglia ed è stato aggredito insieme ad un sacerdote da gruppi anarchici. Alla fine la verità trionfa sempre , anche a costo di sacrifici La tristezza è questa grande arroganza di queste persone che denota una non paura derivata dal fatto che avendo sempre pronta gente a difenderli a livello di magistratura e di governo fanno quello che vogliono. Che tristezza vedere questi poveri Carabinieri e Poliziotti sempre minacciati da tutti, come a Genova nel 2001. Spero che il nostro caro Renzi apra gli occhi anche su queste cose , se gli rimane tempo e voglia , perchè non c’è da scherzare. Qui c’è in ballo la libertà di opinione e la sinistra che ora è allo sbando ha grosse responsabilità per queste cose. Strano , perchè ha sempre combattuto per queste cose. Come cambia il mondo !!!!!

  14. Fael scrive:

    Non dimentichiamoci che con lo stesso sistema hanno fatto togliere l’ omosessualità dal DSM, allora non si conosceva la loro strategia, ma ora non avranno vita facile.

    • Q.B. scrive:

      Credo si possa affermare che la guerra sia stata dichiarata. Almeno ora si smette di cazzeggiare con i distinguo e i si ma anche: o ci si allinea con gli spalleggiatori di questa ondata violenta e totalitaria, o ci si erge contro. Basta tergiversare.

  15. Shiva101 scrive:

    I violenti siete sempre voi, perche falso, violento e incivile è il messaggio che diffondete.

    • Fael scrive:

      Quale messaggio? che i bambini nascono da un uomo e uno donna, chi nega la realtà così evidente?
      Che per soddisfare i vostri desideri sfruttate delle povere persone bisognose? E tanto altro …
      Faccio mio il messaggio che ti ha dato qualcuno prima di me .. torna a giocare.

      • Shiva101 scrive:

        Ma che cacchio centra la gravidanza??

        I gay chiedono di potersi unire civilmente come coppia ed eventualmente adottare
        nessuno ha mai detto che i bambini nascono diversamente!!

        Siete proprio fuori di testa… e falsi come le banconote del monopoli.

        E sapete solo rubare, quello vi riesce benissimo.

        • Giannino Stoppani scrive:

          Lo so che sono autolesionista ma provo a farti ragionare su un punto:
          se per fare un bambino ci vogliono una mamma e un babbo non è più logico e naturale che ad allevare il suddetto bambino siano i medesimi mamma e babbo?
          Si può sapere per quale diavolo di ragione gli volete negare questo diritto volendo sottomettere una creatura innocente ai vostri capricci?
          Insomma, anche se in tutti i media ci dicono che le mele di polistirolo espanso son buone e fanno bene, la vuoi concedere la possibilità di parlare a chi dice che le mele che nascono sui meli son più buone, o bisogna ingozzarsi di polistirolo e zitti?

        • Toni scrive:

          No, sei tu falso, …. chiedono pure di comprarsi un utero, lo fanno, vanno da gente indigente e ne approfittano dei loro bisogni.
          Tu sei una vergogna, e queste cose non le capisci. Tu quando dici “eventualmente adottare” ti confermi che non sai una differenza tra maschio e femmina, tra uomo ed animale e da animale e vegetale.
          Sul rubare…. se le tue qualità sono quelle che esprimi qui…. hai campato tutta la vita sulle spalle degli altri.
          Vai a lavorare e cerca di capire come sono fatte le cose.

        • Fael scrive:

          Di falso c’è solo il far passare un uomo per una donna o viceversa, e chiamare mamma un uomo o papà una donna e privare una figura genitoriale un povero bambino, stravolgere la realtà con pronomi neutri o niente colori rosa o azzurro perché se no vi sentiti discriminati, ma la cosa peggiore è che tutti devono uniformarsi alla vostra ideologia.
          E portare via un bambino alla sua mamma cosa è se non rubare, ma voi siete di vedute larghe, il vostro amore è superiore a quello etero e per questo che non capite questi furti, o rimorsi di coscienza della povera donna che ha affittato l’utero, avete soddisfatto i vostri desideri il vostro egoismo dunque chissenefrega degli altri.

    • Gabriele scrive:

      Suvvia, caro Shiva, almeno un commentino piccolo piccolo sull’atteggiamento dei tuoi ‘compagni di pensiero’ ce lo puoi dare? Sono certo che le sue saranno parole assennate e vibranti, che sapranno ben distribuire torti e ragioni:D
      Sennò, vede, se non risponde forse qualcuno potrebbe pensare che la violenza della LGBT & company è talmente inaccettabile e indiscutibile, che persino lei preferisce sviare piuttosto che affrontare questo argomento.

    • Q.B. scrive:

      Qui invece shiva ci offre una reazione tipo c:

      c. strillano istericamente e buttano li un “omofobo” come farebbe un bimbo capriccioso che dice “cattivo” al genitore perché non gli regala il giocattolo nuovo.

    • Cisco scrive:

      @Shiva
      Noi ti amiamo, cosa faremmo senza di te? Chi ci allieterebbe il blog? Per favore non lasciarci!

    • Il cavaliere oscuro scrive:

      Ah ci rinuncio: coi dischi rotti ‘n ci sta nient’a fa’!

  16. Controcorrente scrive:

    Francesca Pascale, la fidanzata di Silvio Berlusconi:la sua iscrizione all’Arcigay è stata apprezzata da Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center: “L’apertura di Francesca Pascale – ha sottolineato Marrazzo – è un primo passo come l’annuncio della presentazione di una proposta di legge che speriamo per Forza Italia non assomigli a quella di Brunetta dei Di.Do.Re. ma possa partire invece, ad esempio, da quello già depositato da Galan”.
    Una sentinella.

    • Raider scrive:

      Infatti, non voterò più per FI, la fidanzata di B. Partiti identitari, localistici o nazionalistici, ce ne sono ancora. Di fronte allo sciocchezzaio e all’arroganza LGBT, che aggredisce e accusa gli aggrediti di essere violenti, che offende, insulta, minaccia e fa la vittima, che farnetica di diritti invocando una legislazione che li toglie a genitori surrogati e bambini come merce a prezzo trattabile, di fronte alla pavidità dei Partiti eredi di una tradizione parlamentare svenduta all’europeismo disgregatore che ci sta portando alla rovina da ogni punto di vista, meglio votare Lega, Fratelli d’Italia o Forza Nuova e mandare gli altri a percentuali degni del sacro vincolo del 3%; o anche meglio forse, non votare affatto, piuttosto che legittimare col voto un sistema politico che sta riducendo a ludi cartacei la democrazia e alla miseria interi Paesi.

  17. Ottavio Mennella scrive:

    Ieri ero a Padova con amici per l’appuntamento annuale per la visita a S. Antonio. Nel pomeriggio durante la passeggiata ci siam imbattuti nella manifestazione delle Sentinelle in piedi (che non conoscevamo). Siamo rimasti disgustati dalle urla, insulti e quant’altro che un gruppetto di esaltati gridava all’indirizzo di tante persone che composti leggevano ognuno un libro. Ci siamo informati, condividiamo il pensiero delle Sentinelle in piedi e non approviamo la contromanifestazione che parlando (urlando) di libertà ne proibivano la pacifica manifestazione.

  18. H1ugo scrive:

    Quel piattume di giornale del corriere.it ha definito le sentinelle come “attivisti ultra cattolici”.
    (http://video.corriere.it/bologna-insulti-botte-le-sentinelle-piedi/98082a12-4d31-11e4-a2e1-2c9bacd0f304)

    Come se pregare e difendere la famiglia(tra l’altro in silenzio, senza disturbare nessuno) è da ultra-cattolici!

    E’ in corso una battaglia culturale(che inevitabilmente spinge il popolo-bue a trasformarla in fisica) per fare passare i veri cattolici come “obsoleti o estremisti o peggio omofobi”.
    Su questo piano(e solo su questo) dobbiamo imparare a difenderci e a lottare affinchè la Verità esca sempre fuori.

    Non facciamoci abbattere da questa povera e ignorante gente.

  19. Astorri Arturo scrive:

    La cosa peggiore è il TG1 delle 13.30 di del 6/10 dove le sentinelle sono state definite “ultraconservatori” ! Bel servizio pubblico : e’ una vera giustificazione della violenza. Voglio vedere se qualche parlamentare protesta .

  20. Anna scrive:

    Anche a Genova manifestazione contestata. Urla, dileggio, spintoni ed insulti.
    Vorrei solo ricordare che le Sentinelle è un modo di manifestare, ma NON è un movimento cattolico o politico. Infatti si possono trovare cattolici, atei, musulmani, buddhisti. E so a che confessione appartengono alcune solo perché li conosco, dal momento che si chiede di non indossare simboli religiosi né politici.
    Le Sentinelle manifestano, pacificamente, per il diritto di tutti di avere un padre ed una madre. E per il diritto di poter esprimere la propria opinione. Questa violenza dei gruppi LGBT e dei centri sociali ed il silenzio dei giornali dimostra quanto la democrazia sia in pericolo.

  21. Anna scrive:

    Anche a Genova manifestazione contestata. Urla, dileggio, spintoni ed insulti.
    Vorrei solo ricordare che le Sentinelle è un modo di manifestare, NON un movimento cattolico.
    Le Sentinelle manifestano, pacificamente, per il diritto di tutti di avere un padre ed una madre. E per il diritto di poter esprimere la propria opinione. Questa violenza dei gruppi LGBT e dei centri sociali ed il silenzio dei giornali dimostra quanto la democrazia sia in pericolo.

  22. Cristiano Sala scrive:

    La violenza terrorista dei gay si commenta da sola: roba da regime staliniano.

  23. Giuseppe scrive:

    A Monza è andata decisamente meglio. PS e CC presenti, attenti e discreti.
    Qualche insulto (anche a mia moglie) e due coppie di ragazze che si son messe a limonare davanti al duomo.
    E non è affatto vero che la gente non è stata solidale con le Sentinelle; diverse persone alla fine hanno chiesto anche a me lumi sull’iniziativa e si sono mostrate intreressate [Sig. D’Amore di CT, che cavolo vai dicendo?].
    A quelli che ritengono esagerato parlare di aggressione di tipo nazifascista [es. Sig. Casasanta di RM] consiglio di leggersi sul sito del Fatto quotidiano i blog di tale Scilian Gastaldi [patetico nel paragonarci addirittura ai membri del ku klux klan, nientepopodimeno ….] e di tal altro Giuseppe Tipaldo [che si dice sociologo cristiano e ci sciorina un’omelia dalla quale si capisce che lui si ritiene la bella copia di Papa Francesco]. Ci vuole un po’ di pazienza e tanto sangue freddo per non arrabbiarsi, ma la lettura è istruttiva.
    Buona serata a tutti.

    • Raider scrive:

      Che bello! Leggere i vostri commenti pro-vita, pro-famiglia, contro le mistificazioni del Pensiero Unico e dei suoi servi, a cominciare dal Corsera, passando dalle reti televisive unificate dall’omertà gay friendly e dal conformismo, è bello, amici del blog! Dimostra che, nonostante l’ostilità diffusa e crescente del regime a Pensiero Unico, il disinteresse, la viltà o l’opportunismo dei Partiti – (quasi) tutti, chi più, chi meno – e talvolta, il silenzio delle gerarchie, c’è un popolo cattolico, ma anche laico e ateo devoto, che reagisce, che non ‘ disposto a chinare la testa, a vivere nel silenzio e nell’indifferenza! Grazie, grazie a tutti di esistere!

  24. Donma scrive:

    Ritengo che possiamo scrivere un necrologio: LA DEMOCRAZIA E’ MORTA, ne danno il triste annuncio tutte le persone che si sono illuse di poter esprimere pacificamente la propria opinione.
    Gli organi di disinformazione asservite al pensiero unico dominante, in modo del tutto arbitrario, quando si degnano di parlarne, descrivono le sentinelle come “attivisti anti-gay”, ultraconservatori assimilati a “forza nuova”, ultracattolici (cosa vuol dire?).
    La dittatura ha finalmente gettato la maschera.
    Cosa accadrà alla prossima manifestazione? Ci arresteranno tutti prima che venga approvato il ddl scalfarotto?
    Vi informo sugli slogan utilizzati a Cagliari dai contestatori, durante la manifestazione delle sentinelle in piedi, dove erano presenti molti bambini (mi scuso se riferisco per intero le frasi usate) : “sulla famiglia noi ci caghiamo sopra e ci pisciamo pure” , “la vita fa schifo” , “la vita è una merda” con intermezzi canori e musicali. Non nascondo di aver provato una grande tristezza per il vuoto, l’ignoranza e la disperazione che evocano le frasi pronunciate da giovani ignari, strumentalizzati dalle lobby lgbt. Non c’è stata alcuna violenza fisica.

    • vedetta seduta scrive:

      Che questi fossero slogan è una bugia a uso e consumo di una strumentalizzazione indecente. Il nostro slogan era “FAMILY IS LOVE” e ne avevamo ben donde, visto che erano presenti tanti bambini tra noi. Se qualche avventore del parco (che è un luogo pubblico) ha deciso di sua spontanea volontà di insultare la famiglia è un suo problema. La contromanifestazione è stata pacifica e nessuno ha urlato insulti, figuratevi se saremmo stati tanto idioti da farvi questo favore, non aspettate altro!

      • Giulio Dante Guerra scrive:

        Ah, quelli/e che a Pisa urlavano insulti a base d’oscenità e bestemmie, inalberando cartelli con su scritte le medesime, erano “avventori di Piazza dei Cavalieri” e non “i contromanifestanti”, secondo te “pacifici”? Ma dov’eri domenica pomeriggio? Per piacere, non raccontare novelle!

  25. Giannino Stoppani scrive:

    Non possiamo non constatare che le Sentinelle sono sempre di più e ora fanno letteralmente paura.
    Ma fanno paura non tanto ai soliti pulciosi bastonatori a cottimo in servizio permanente effettivo, ma alle cosiddette autorità serve del pensiero unico che li foraggiano.
    Curiosa poi l’avversione per certi presunti infiltrati di Forza Nuova, che rispetto a quelli che li prendono a calci e sputi sembrano educande, dimostrando che i fascisti non sono sempre quelli vestiti di nero.
    Insomma, avanti così ragazzi, ché ci si diverte.
    P.S.: ho letto i commenti sul fatto quotidiano e c’è roba che se la leggessero i nostri nonni riprenderebbero il mitra e tornerebbero in montagna.

    • Shiva101 scrive:

      Quali autorità? I baciapile di Renzi e Napolitano?
      I ministri dello Stato tutti clericali?

      Fate paura perché dimostrate di essere discriminatori e incivili.

      E così passerete alla storia.

      Non avete più il potere di uccidere e bruciare gli avversari come fanno ancora oggi gli islamici.

      Questo io vi dico: presto sarà resa pubblica la vostra vera faccia e non vi sarà posto per l’indifferenti sarete causa di grandi divisioni per la società e grandi violenze nasceranno dai cristiani.

      • Toni scrive:

        Lascia perdere la civiltà …. non è quella cosa laida che credi tu …. tutte le civiltà quando sono giunte al tu credo da laido sono collassate.
        Lascia perdere i roghi ecc ….. se dipendesse da uno come te l’umanità non durerebbe un giorno.
        Lascia perdere la Storia ….. tu ti incarti e la confondi con le vicende di Paperopoli.

      • Piero scrive:

        Shivetto bello, ti scongiuro, curati, prendi le medicine che ti danno i medici, lo vedi che stai sempre più peggiorando? Adesso ti metti anche a profetizzare, dai, la tua paranoia da psicopatico sta crescendo esponenzialmente, e dimmi, i tuoi due compagni di stanza Napoleone e Nerone , come stanno ?

    • Chris scrive:

      ” le Sentinelle sono sempre di più e ora fanno letteralmente paura” ahahahaha mi sa che stasera hai saltato le medicine o il rosario di radio maria! Ho visto la Francia che paura ha avuto di 4 invasati ahahahah. Le sentinelle sono solo lo specchio deplorevole e disperato della fine della vostra cultura dell’odio. La felicità vi seppellirà.

      • Toni scrive:

        La felicità alla quale ti riferisci è quella che si coltiva nei centri sociali? Quella che passa attraverso gli stupefacenti, gli espropri proletari, il danneggiamento di beni di chi costruisce infrastrutture per una nazione, il becero animalismo, il pacifismo dei vili, l’ecologismo fanatico. Penso di si… e tu mi pari da centro sociale.
        Niente ci seppellirà via … in passato hanno fallito gente di tutt’altra statura figurati se ci riescono i quaquaraqua odierni.

  26. Toni scrive:

    Già i telegiornali hanno parlato per mettere l’accento sugli ultracattolici. Giusto per farla passare come una cosa che “in fondo se la sono cercata”. Dubito che ci possiamo aspettare qualcosa dalle istituzioni. …. sappiamo la dignità che hanno. Ma se le sentinelle stanno aumentando di numero…nonostante l’attacco delle carogne… è una bella notizia.

  27. Sean scrive:

    Cosa vi aspettavate? Che vi riempivamo di baci?

    • Cisco scrive:

      @Sean
      Riempirci di bacetti magari no (con tutto il rispetto mi farebbe abbastanza schifo), ma almeno non riempirci di insulti si: in fin dei conti e’ il classico boomerang, e in più fa male al fegato.

    • Antonio scrive:

      bleargh

    • yoyo scrive:

      Siamo alla apologia dello squadrismo?

    • Carlo2 scrive:

      @Sean: cosa ne diresti di iniziare a parlare chiaro?

      Domanda: è giusto aggredire le sentinelle? Nota bene: AGGREDIRE. Fisicamente. Hai presente?
      Risposta: SI’ oppure NO. Quale delle due?

      Almeno sotto anonimato, assumiti la responsabilità di quello che scrivi.
      Resto in attesa.

    • Raider scrive:

      E’ proprio di fronte ai peggiori nemici che ognuno esprime il meglio di sé. Alcuni, cantano, pregano, cercano di discutere, meditano in silenzio, leggono; altri, sbraitano, strepitano, insultano, provocano, sputacchiano, strattonano, spintonano, scalciano, picchiano.
      No, effettivamente, da militanti gay, filo-gay e genderisti non ci si aspetta nulla di diverso da quello che sono.

    • mike scrive:

      che è un parlare chiaro? stai forse dicendo che non esitereste a ricorrere alla violenza? se così sei inquietante più del filmato.
      io mi aspetterei la ragione si cui si fondano le vostre richieste. sarebbe ora. non citare l’APA, io di come agisce l’APA con tutto il rispetto me ne infischio altamente. in fondo è come voi. asserisce e non spiega. voi asserite, non spiegate e picchiate (salvo a fermarvi le forze dell’ordine) che tanto chi non pensa come voi è fascista. siamo nel XXI secolo, l’età della pietra è passata da tempo ma non ve ne siete accorti.

  28. Alessandro scrive:

    Non me ne vogliano a male tutte le Sentinelle che rispetto ,non è mia intenzione “bacchettare” ma Gesù Cristo non manifestava,camminava per la sua strada,e quando pregava si ritirava dove nessuno lo vedeva.

    • claudio scrive:

      Ma sei sicuro che sa Gesù Cristo? Quello che caccia i mercanti dal Tempio, scrive nella polvere e fa miracoli?

  29. Laura scrive:

    Mi sembrate eccessivamente colpiti dagli eventi.
    Quello che è successo era scontato così come e’ scontata la reazione dei mezzi di comunicazione.
    Sappiamo bene che il pensiero unico e’ dominante e manipola menti e coscienze.
    Quello che conta e’ l’eco che le Sentinelle hanno ottenuto. La gente inizia a conoscerle e a riconoscersi nel loro messaggio.
    Come si sarebbe potuto incontrare tanta gente non piu’ motivata al dissenso, se non grazie a queste manifestazioni e alle contro manifestazioni?
    A ben vedere dovremmo dare una medaglietta agli urlatori esagitati che si sono tanto impegnati per dare spettacolo in un tedioso pomeriggio di domenica, ottenendo l’effetto opposto a quello che si ripromettevano.
    Pensiamo alla Francia.

  30. Chris scrive:

    è dal tempo dei romani che gli invasati catto-talebani usano la tecnica del chiagne e fotte… solo vittimismo

    • Giannino Stoppani scrive:

      Certo, come no, si vede dai filmati.
      Fedeli alla linea più che ai propri occhi!
      Ah, ah, ah!

    • Carlo2 scrive:

      @ Chris: eccone un altro. Ma si può sapere cosa vi costa parlare chiaro?
      Come ho chiesto a Sean: sei favorevole o contrario alle aggressioni che si sono verificate? Perché l’articolo parla di questo.

      Hanno fatto bene a rompere il setto nasale ad un prete SI’ o NO?

      • Filomena scrive:

        Rispondo io. La violenza non è mai tollerabile e questo vale sempre in ogni occasione che si tratti di sentinelle , di preti o di chi volete voi. Ritengo inoltre anche sbagliato provocare con insulti, sputi e gestacci. Una sola cosa concedermi perché è toccata a me che passavo per caso tempo fa davanti a una di queste manifestazioni. Mi è scappata una risatina guardando quelle persone la in piedi impalate e molta gente normalissima che passava sorrideva. Questo però non è impedire la libera espressione, è solo la reazione di chi non condivide il vostro pensiero. Per quanto mi riguarda potete benissimo continuare a manifestare e io di sicuro non farò ostruzionismo….contenti voi di stare una ora buona in piedi, contenti tutti. Io però ho lo stesso diritto che avete voi in modo non violento di dire che sbagliate

        • Giannino Stoppani scrive:

          Filomena, possibile che ancora non hai capito che le sentinelle manifestano proprio perché tu possa esprimere tutti i tuoi dissensi?

        • Toni scrive:

          Figurati se non ti distinguevi … la violenza “non è mai tollerrabile ” … neanche quella delle “sentinelle”. Tu puoi dire che uno che protesta in silenzio con un libro in mano non ti piace (sicuramente perché tu sei per la discussione… sapendo quanto vale oggi) ma chiamarla la sua “violenza” contribuisce a creare un nemico aggressivo comunque da attaccare.

          • Toni scrive:

            @ Filomena,
            ho letto male il tuo post, per cui ho tirato una conclusione formalmente sbagliata. Ti viene lo stesso tipo di sorrisino quando passi vicino ad un gay pride?

            • Filomena scrive:

              Se un gay ad un Paride si comporta in modo ridicolo, rido perché no? È forse vietato?

              • Toni scrive:

                Hai una diversa misura per l’ilarità…. una persona con un libro in mano … non è un osceno che danza su un carro. Ma tu sorridi volentieri al primo per disprezzo…. ed io non te lo vieto ma te lo dico.

        • Carlo2 scrive:

          @ Filomena: vediamo di non mischiare le carte. Io non ho MAI scritto che tu, Chris, Sean ecc. ecc.non abbiate il diritto di dire alle sentinelle, in modo non violento e provocatorio, che stiano sbagliando. Quindi non capisco perché ne parli con me. Prendo atto della tua precisazione, ma è assolutamente superflua.

          Quello che ho chiesto io (e, guarda caso, Gianni e Pinotto non mi hanno risposto) è di chairire il senso delle provocazioni: la violenza verso le sentinelle è giustificata? Sì o no? E’ una domanda precisa, rivolta a due persone in particolare.
          Anche se mi pare che ti sia costato qualcosa, ti do atto di esserti espressa chiaramente.
          Almeno tu nell’universo.

          Ma se permetti, continua ad interessarmi di più la risposta di Sean e Chris.

    • Toni scrive:

      Chris
      Era un bel poco che non si sentiva il tuo alito pesante. Il vittimismo lo fanno quei piagnucoloni che si inventano vittime, anche se inciampano in un gradino, e chiedono una legge di protezione. E magari sono difesi dai quei quattro zozzi dei centro sociali a cui tu appartieni

  31. enrico scrive:

    Sentinelle in piedi forever. Quelli sono gli orfanelli delle ideologie del XX secolo che si inventano una “fede” ogni 10 anni senza mai credere in niente.

    • Hector Hammond scrive:

      La soldataglia dell’inferno ha colpito ancora ma forza Sentinelle , nulla rimarrà impunito !

  32. Gianluca Alberti scrive:

    Non so cosa pensare: voglio solo far notare che dalla lettura dei commenti ognuna delle parti contrapposte accusa l’altra di intolleranza, fascismo e discriminazione! Tutti credono di essere i difensori della vera libertà, di essere i veri discriminati ed oppressi dal modo di pensare dell’altro, di difendere i giusti diritti di espressione e di opinione, di sapere cosa davvero significhi la parola “amore”! Nessuno che si metta in discussione, che eviti di offendere l’altro, che cerchi di capire le ragioni dell’altro o di mettersi nei panni dell’altro! Davvero è reale quella massima secondo cui odiamo e disprezziamo negli altri quei nostri difetti che non accettiamo di avere e che per questo maggiormente nascondiamo a noi stessi. *Gian

    • Raider scrive:

      Lei non sa cosa pensare leggendo i commenti? E quello che è accaduto, Gian? Non le dice abbastanza, su quello che, a proposito di gente che non “si mette in discussione”, la stampa, oh-oh, “libera” “maggiormente nasconde” all’opinione pubblica’ E che pensare di lei? A leggere il suo commento, non sembra che lei lo abbia scritto standoci a pensar su più di tanto. Né che abbia “messo in discussione” se stesso più di quanto le pare che gli altri non abbiano fatto. Di fronte a flagranti aggressioni, a tentatici di linciaggio fisico e morale, lei avrebbe potuto evitarsi lo stesso il fastidio di sforzarsi più di quanto non abbia fatto e esprimere la solidarietà agli uni o agli altri. Almeno, si sarebbe capito meglio quello che “maggiormente nasconde” a se stesso. e nel caso, anche agli altri.

    • Piero scrive:

      Miihhh, ecco un altro cerchiobottista, vediamo di spiegargli , magari capisce :
      da una parte ci sono delle persone che hanno chiesto l’autorizzazione per una manifestazione (che ognuno può condividere o no), l’hanno ottenuta, l’hanno fatta, senza urlare slogan, insulti, senza pestare nessuno, senza sfasciare auto e vetrine di negozi…
      Dall’altra ci sono delle squadracce fasciste che senza autorizzazione hanno cercato con aggressioni fisiche di impedire un diritto sancito dalla “Costituzione più bella del mondo”.
      Ti vorrei tanto vedere mentre ti becchi uno sputo o peggio un pugno sul naso, “metterti nei panni del’altro….”

    • Ponzio Pilato scrive:

      Gianluca Alberti, amico mio carissimo, quando ci vediamo per un caffè qui da me e Gerusalemme?

  33. laura-clara mantovani scrive:

    Le cronache del Corrierone e della Repubblica definiscono le Sentinelle come “ultracattolici”, così insinuando l’idea dell’estremismo e , per analogia, di contiguità con l’aggressività dei delinquenti fans delle squadre di calcio.
    C’è sempre il solito pasticcio, alimentato in buona o in pessima mala fede, tra religione e natura. In altre parole: che i bambini nascono naturalmente soltanto dall’unione tra un uomo e una donna è un fatto di natura; che dall’unione intima di due persone dello stesso sesso non può nascere nulla non sta scritto in nessuno dei testi canonici della Chiesa Cattolica.
    La religione non c’entra, e a mio avviso, sbaglia chi ce la fa entrare anche perché da che mondo è mondo, mai, in nessuna epoca, in nessuna civiltà o cultura, in nessuna latitudine o longitudine, neppure in Giappone – dove in materia di comportamenti sessuali era tutto consentito – nessuno, lo ripeto, mai ha pensato di dare riconoscimento alle coppie dello stesso sesso.
    E “riconoscere” significa distinguere, separare, discernere dagli altri; “riconoscere”, distinguere la coppia eterosessuale, capace per natura di generare , dagli altri tipi di coppie o convivenze è stato nella storia dell’uomo un passaggio epocale di civiltà. ora questa smania di riconoscere tutto, ossia di non più distinguere, è una nostalgia del caos originario, un retrocedere sulle posizioni dell’orda selvaggia.

  34. Geronimo scrive:

    E’ un dato di fatto che rispetto agli Usa e altri paesi anglosassoni, le “lobbies” dei diritti civili- in questo caso dell’ omofobia- in Italia sono le più estremiste-tutte hanno radici più o meno comuniste, basta vedere le sigle, sempre le solite-sordi al dialogo e alla discussione, più inclini alla prevaricazione e violenza non solo verbale. Grazie anche all’apporto dei soliti centri sociali che con il cervello all’ammasso contestare ignobilmente un Papa, un Ministro o Professore Israeliano o Famiglie con Bambini come successo alle “Sentinellle” è la stessa cosa.

  35. francesco tessadri scrive:

    questo utente mi sta diffamando in vari siti , su twitter e altro, utilizzando impropriamente il mio nome . invito a provvedere.

  36. Fulvio Rogantin scrive:

    “Anche a Milano e a Trieste le contestazioni sono state pesanti con insulti e minacce di ogni tipo”

    Non si dicono le bugie. A Trieste non ci sono state minacce. Se poi aver detto a me, da parte di uno del servizio d’ordine “radical- fascista di m.” ci sono stati insulti, ma da chi stava in piedi.

    • Giannino Stoppani scrive:

      Dunque tu, caro Fulvio, passavi di lì, magari passeggiando tranquillamente pensando ai casi tuoi, e ri-magari gustandoti sovrappensiero un bel cono gelato artigianale, e quel tipaccio del servizio d’ordine (?), tutto a un tratto ti ha detto: “radical-fascista di m.”?
      Certo che la gente è strana forte, eh?

  37. vincenzo russo scrive:

    Nell’antichità anche a Sodoma e Gomorra, i Gay, essendo divenuti ormai la grande maggioranza della popolazione, divennero violenti.
    Infatti quando Lot il parente di Abramo si rifiutò di far uscire i suoi ospiti, per non cederli alla libidine degli abitanti infoiati di Gomorra, quegli tentarono di impadronirsi con la forza degli ospiti di Lot, per possederli ad ogni costo.
    Concludendo: i gay ora che sono sostenuti da molti nella società disordinata di oggi, si stanno dimostrando e proponendo sempre più violentemente.
    In pratica ci stanno già violentando, vietandoci la libertà di pensiero.
    Poi cosa vorrebbero fare in seguito?
    Io chiederei allora ai mussulmani di dire la loro in proposito, così i gay avranno pane per i loro denti. Altro che linciare le povere sentinelle buoniste dell’aria cattolica tradizionale, insieme alla violenta sinistra antagonista.
    Ora la sinistra scelga se appoggiare i mussulmani oppure i gay.

  38. Andrea scrive:

    È la prima volta che vedo queste immagini e sono esterrefatto dal l’aggressività e dalla violenza non solo verbale ma anche fisica verso chi esprime la propria opinione. E tutto questo da chi, per contro, pretende rispetto che nessuno ha mai negato. “Vi porteranno in piazza e v’insulteranno dicendo ogni sorta contro di voi”…

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L'abbinata Q+ composta da ruote Qurano 46 e tubolari Corsa Speed ha fatto bella figura: scorrevolezza, efficacia, feeling e comfort si trasformano in piacere di guida. E il tutto orgogliosamente tricolore

Le calzature top della gamma Road e Mtb si apprestano ad affrontare la nuova stagione con una serie di migliorie che ne alzano ulteriormente il livello tecnico e le prestazioni

Al Motor Show di Bologna debutta la smart forfood, che gioca a fare il piccolo ristorante stellato su ruote. Padrino dell'operazione è lo chef Davide Oldani

L’annuncio-shock di Nico Rosberg fa quasi storia a sé: come lui solo Mike Hawthorn, Jackie Stewart e Alain Prost

500 km in otto giorni, fra la vigilia di Natale e Capodanno. È la sfida che, dal 2010, Rapha organizza per invitare ogni ciclista a celebrare il proprio impegno per la causa.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana