Google+

Cina, si fanno il segno di croce: 15 cristiani arrestati

maggio 10, 2011 Benedetta Frigerio

Da un mese nel mirino della polizia cinese, che ne ha già arrestati 260, i cristiani di Shouwang, che non sono riconosciuti dal governo, sono costretti a pregare all’aperto e per questo arrestati. Alcuni dei fedeli dichiarano «di sentirsi felici» perché il carcere è stata la possibilità di mostrare che la fede è irriducibile al potere

Colti in flagrante mentre si facevano il segno di croce, altri 15 cristiani sono stati arrestati l’8 maggio dalla polizia cinese. Le autorità di Pechino, dopo i 260 arresti dell’ultimo mese (alcuni sono stati rilasciati, altri si trovano agli arresti domiciliari), continuano a minacciare la comunità protestante di Shouwang. Questo succede da tempo senza alcun richiamo da parte della comunità internazionale e nonostante le proteste di attivisti democratici, che anzi vengono a loro volta arrestati.

La comunità di Shouwang, che possedeva edifici e luoghi di culto espropriati dallo Stato, ha iniziato a pregare all’aperto nell’attesa di essere riconosciuta dal governo come chiesa ufficiale. In Cina, infatti, non è concesso a nessuno di vivere la propria fede, sia privatamente sia pubblicamente, se non in chiese ufficialmente riconosciute dal Partito. Nel caso specifico le autorità pechinesi chiedono che tutti i protestanti si riuniscano in un solo gruppo, il Movimento delle tre autonomie, l’organizzazione ufficiale controllata dal governo.

Ma i Cristiani di Shouwang si sono sempre rifiutati di aderire a un Movimento che ritengono «troppo sottomesso al partito e non a Dio». Per questo il governo non prende in considerazione la richiesta di riconoscimento della comunità, che non è disposta a vivere la fede secondo i dettami statali. Anzi. Con i numerosi sfratti, che hanno lasciato molti cristiani senza casa, gli arresti, le angherie, le minacce e i fermi domiciliari, la convinzione e la forza di questa comunità sembrano irrobustirsi. Alcuni dei fedeli hanno addirittura dichiarato «di sentirsi felici» perché il carcere è stata la possibilità di mostrare che la fede è irriducibile a qualsiasi potere. Anche in prigione infatti hanno pregato e cantato insieme, «contenti di annunciare il Vangelo alle guardie della prigione».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi