Google+

Cattoliche, irachene, 80 anni. Ma davanti ai jihadisti non hanno tremato: «Per la nostra fede siamo pronte a morire qui e ora»

ottobre 8, 2014 Leone Grotti

La testimonianza di Victoria e Gazella, due anziane finite nelle mani degli uomini del Califfato che hanno intimato loro di convertirsi.

victoria-iraq-cristiani-kurdistan-stato-islamicoQuando lo Stato islamico ha invaso ad agosto il villaggio di Caramles, nella piana di Ninive, tutti i cristiani sono scappati di notte verso il Kurdistan. Invece Victoria (a fianco, © Aid to the Church in Need), 80 anni, non si è accorta di niente. Quando la mattina seguente si è alzata, come ogni giorno si è recata in chiesa e per la prima volta l’ha trovata chiusa. Vedendo le strade deserte, la vedova cattolica si è allora resa conto che i jihadisti erano arrivati.

«SOSTENUTE DALLA FEDE». La storia di Victoria è stata raccolta dal Catholic Herald, che ha incontrato la donna sana e salva ad Ankawa (Kurdistan), dove è rifugiata oggi. La vedova è rimasta chiusa in casa per quattro giorni insieme alla sua vicina, Gazella (foto a destra, © Aid to the Church in Need), «sostenute dalla fede». Una volta finite le scorte di cibo e acqua, sono state costrette ad uscire e si sono imbattute nei soldati del Califfato. I jihadisti hanno subito chiesto loro di convertirsi e davanti a un primo rifiuto le hanno aiutate, distribuendo cibo e acqua.

gazella-iraq-cristiani-kurdistan-stato-islamico«PRONTE A MORIRE». Dopo pochi giorni, i terroristi sono tornati a prenderle e le hanno portate al santuario di santa Barbara, dove si trovavano già un’altra dozzina di persone, gli ultimi cristiani rimasti in città. «Dovete convertirvi – i terroristi hanno detto loro – la nostra fede può promettervi il Paradiso». Victoria e Gazella hanno risposto senza paura: «Noi sappiamo che se mostriamo amore e gentilezza, perdono e misericordia possiamo portare il regno di Dio sulla terra. Il Paradiso riguarda l’amore. Se voi volete ucciderci per la nostra fede, allora siamo pronte a morire qui e ora».

LA LIBERAZIONE. Davanti a questa risposta, lo Stato islamico ha lasciato andare tutti i cristiani, molti dei quali erano malati e infermi. Ora Victoria e Gazella vivono fianco a fianco su due materassi adagiati per terra in una stanza che la Chiesa ha fornito loro in Kurdistan.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

10 Commenti

  1. margherita scrive:

    se proprio devo, spero di invecchiare così

  2. TtoTM scrive:

    In ginocchio davanti alle GRANDI VECCHIE: TITANI DELLA FEDE !!!!

    Che Dio vi benedica!

    • Valentina scrive:

      No, s’inginocchi lei. Io porto il massimo rispetto alle persone anziane, ma non m’inginocchio davanti a nessuno, non trasformo nessun essere umano, per quanto grande e coraggioso, in un idolo davanti al quale ci si dovrebbe inginocchiare e umiliare. Il rispetto sì, l’umiliazione no.

      • yoyo scrive:

        Ma tu le metafore di rispetto le capisci? Queste donne meritano altro che un semplice chapeau. Un monumento!!

  3. TtoTM scrive:

    Guardate come sono belle rivestite nella regalita’ delle loro rughe. Con la dignità’ di sovrane cristiane …

    Queste sono vere DONNE … Altro che la sozzeria occidentale !

  4. Valentina scrive:

    Queste donne sono state fortunate, se la sono cavata con poco. Buon per loro. Ma purtroppo non a tutti va altrettanto bene.

    • Orazio Pecci scrive:

      Fortunata è stata Giuliana Sgrena. Queste due signore hanno dimostrato un tale sprezzo della morte da impressionare perfino i terroristi: nel loro caso la fortuna non c’entra nulla.

    • beppe scrive:

      valentina, questi piccoli ” lapsus ” in cui voi liberi pensatori dei miei stivali incappate ogni tanto , svelano il lato veramente miserevole della vostra persona. abbi almeno il buon gusto di non insistere e una buona volta taci.

  5. giuliano scrive:

    quando chiederanno di convertirsi a Filomena essa griderà: “ma io sono già mussulmana, lo sono prima di voi”

  6. EquesFidus scrive:

    Come scrissero Gnocchi e Palmaro: le vecchiette oranti ci salveranno tutti. Altro che quei soloni che si sono riversati al Sinodo convinti di poter cambiare le carte in tavola (e anche che tutti i fedeli staranno zitti dinanzi ai loro magheggi).

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tempo di restyling per una delle vetture meno convenzionali – almeno esteticamente – degli ultimi anni. In occasione del Salone di Shangai, la crossover Lexus NX beneficia di un lifting di dettaglio cui si accompagnano affinamenti a livello tecnico volti a incrementare il comfort dei passeggeri e a rendere più dinamico il comportamento della vettura. […]

L'articolo Lexus NX: il restyling è sportivo proviene da RED Live.

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

Vi abbiamo già parlato del legame (inconsueto) che c’è tra l’ibericissima Seat e l’italianissima Ducati (entrambe con un tedeschissimo proprietario). Un po’ come se lo Jamon Serrano si gemellasse con il Prosciutto di Parma. L’accordo di collaborazione Seat-Ducati una delle tappe nella consegna di una Leon Cupra nuova fiammante ai piloti Ducati Dovizioso e Lorenzo. Nonostante un […]

L'articolo Un Leon di pilota, Dovizioso va in CUPRA proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana