Google+

Yemen. Trucidate quattro suore di Madre Teresa

marzo 4, 2016 Redazione

«Quattro Suore Missionarie della Carità, la Congregazione fondata da madre Teresa di Calcutta – ha scritto l’agenzia Fides – sono state trucidate da un commando di uomini armati che ha attaccato questa mattina il loro convento, nella città yemenita di Aden». La stessa notizia è stata poi confermata ad Asianews da monsignor Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale: «Il segnale è chiaro: si tratta di un qualcosa che ha a che fare con la religione».

COSA È SUCCESSO. Secondo le ricostruzioni, questa mattina, intorno alle 8.30, «persone in uniforme hanno fatto irruzione nel compound dove vivono le missionarie della Carità e hanno ucciso il guardiano e tutti gli impiegati che si sono frapposti sul loro cammino. Poi hanno raggiunto le suore e hanno aperto il fuoco, quattro sono morte e una di loro è riuscita a nascondersi e si è salvata. Ora è in un posto sicuro».

14 VITTIME. «Le vittime – scrive Asianews – sono suor Anselm, dell’India, suor Marguerite del Ruwanda, suor Judit del Kenya e suore Reginette originaria del Rwanda. Si è invece salvata la superiora, che è riuscita a rifugiarsi in un nascondiglio. Gli assalitori avrebbero inoltre sequestrato padre Tom Uzhunnalil, un sacerdote salesiano che viveva nella struttura, il quale al momento dell’assalto “era nella cappella a pregare”. Le vittime totali sono 14: quattro religiose e dieci laici, impiegati della comunità che accoglieva anziani e disabili».

VOLEVANO RIMANERE. Anche gli ospiti della struttura (anziani e disabili) si sono salvati. «Noi sapevamo che la situazione era difficile – ha spiegato Hinder – e che le suore correvano un certo rischio». Ma «avevano deciso di rimanere qualsiasi cosa capitasse, perché questo fa parte della loro spiritualità».
Non si hanno notizie sulla matrice dell’aggressione terroristica, ma è noto che nella città portuale yemenita riconquistata mesi fa dalle forze fedeli al presidente Abdel Rabbo Mansour Hadi, in lotta con ribelli houthi, sono radicati gruppi legati alla rete di al Qaeda.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

3 Commenti

  1. Giannino Stoppani scrive:

    Hanno “attaccato” un convento di suore… Che arditi!

    • Rolli Susanna scrive:

      Se avessero “attaccato” un convento di altra religione il mondo si sarebbe stracciato le vesti.

    • Menelik scrive:

      Infatti quelli non sono soldati.
      Un soldato “vero” quei vigliacchi se li mangia dieci alla volta.
      Fanno i gradassi sui disarmati e violentano le donne e fanno razzie.
      Quelle sono le persone che non meriterebbero nemmeno di essere fatte prigioniere.
      Sono solo criminali a cui le milizie hanno dato la possibilità di fare queste porcherie.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana