Google+

Per tante coppie di Hollywood, galeotto fu il set

luglio 28, 2012 Elisabetta Longo

Le relazioni sul posto di lavoro, qualcosa di non consigliabile. Se l’amore finisce, si rischia di risucchiare anche i colleghi nelle piccole vendette quotidiane tra due ex. Gli unici a poterselo permettere sono come al solito i divi di Hollywood, non perché non soffrano, ma perché vivono di eterni contratti a progetto. Se per caso si innamorano sul set di un film che stanno girando, possono sempre dimenticarsene innamorandosi sul set successivo.

Kristen Stewart, che sul set di Twilight si è innamorata di Robert Pattinson, sul set di Biancaneve e il cacciatore si è abbandonata a effusioni con il suo regista, Rupert Sanders, e ora si fa fotografare dai paparazzi piangente mentre cerca di riconquistare il suo fidanzato, chiedendogli scusa pubblicamente. Da un tradimento è nata anche l’ormai millenaria storia d’amore tra Angelina Jolie e Brad Pitt. Lui all’epoca delle riprese di Mr e Mrs Smith era sposato con Jennifer Aniston, ma Angelina aveva senz’altro qualcosa in più della Rachel di Friends. Una relazione iniziata nel 2005 arricchita da numerose adozioni, che forse culminerà in matrimonio nei prossimi mesi, il cui unico ostacolo sembra, come in un matrimonio di comuni mortali, la suocera.

Del club di quelli che a furia di dividersi le battute si sono ritrovati a condividere la vita ci sono Freida Pinto e Dev Patel, conosciutisi sul set di The Millionaire. Zac Efron e Vanessa Hudgens, sul set di High School Musical. Daniel Craig e Rachel sul set di Dream House. Jennifer Garner e Ben Affleck sul set di Daredevil. Valeria Golino e Riccardo Scamarcio sul set di Texas. Penelope Cruz e Javier Bardem, che grazie a Woody Allen, si sono innamorati, presi, lasciati, ripresi e diventati genitori. C’è poi anche la sottocategoria dei divi presi dalla passione nel dietro le quinte: è il caso di Julia Roberts e del suo cameraman Daniel Moder, Jessica Alba con il produttore dei Fantastici quattro Cash Warren, Paolo Virzì e Michela Ramazzotti. Perché mentre gli spettatori si divertono a vedere il film, dietro nascono le storie d’amore.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

Commenti Facebook

L’Osservatore Romano

L'Osservatore Romano

Tempi Motori – a cura di Red Live

Fresca di conquista del premio “auto dell’anno” la Peugeot 308 si fa Station Wagon e diventa ancora più interessante. Stessa qualità, tanto spazio in più e guida efficace, anche con il 1.2 turbo benzina

Debutta la rinnovata versione crossover di Legacy. Ad abitabilità e capacità di carico da wagon abbina protezioni e altezza da terra degne di una SUV. Negli States sarà mossa da due boxer a benzina: 4 cilindri 2.5 da 175 cv e 6 cilindri 3.6 da 256 cv

Lieve restyling per la crossover MINI. Migliora l’insonorizzazione dell’abitacolo, mentre le motorizzazioni restano pressoché invariate, fatta eccezione per l’omologazione Euro 6 universalmente condivisa. Cresce la potenza di Cooper S: da 184 a 190 cv

Speciale Nuovo San Gerardo