Google+

La dimensione metafisica degli oggetti quotidiani dipinta da Morandi in mostra a Londra

gennaio 16, 2013 Mariapia Bruno

Benché Giorgio Morandi venga spesso presentato come una figura che è riuscita attraverso le sue opere ad incarnare i valori artistici dell’eterno e del senza tempo, trascendendo il mutevole linguaggio del modernismo, egli è stato in realtà un maestro nello scoprire, come ha sottolineato Giorgio De Chirico, <<la dimensione metafisica degli oggetti comuni, quelle cose che le abitudini hanno reso così familiari tanto da farcele vedere con l’occhio di uno che vede ma non capisce>>. Protagonista della mostra Giorgio Morandi: Lines of Poetry, che apre oggi i battenti presso l’Estorik Collection of Modern Italian Art a Londra, il pittore italiano viene raccontato attraverso otto dipinti, disegni e schizzi intimi e meditativi.

Si tratta perlopiù di nature morte che rivelano che grande versatilità stilistica dell’artista e la sua sete di sperimentazione attraverso differenti formati che incorporano una vasta gamma di processi artistico-produttivi. Visibile fino al 7 aprile 2013, la mostra invita anche a riflettere sulle teorie relative all’instabilità della percezione, focalizzando l’attenzione agli spazi tra gli oggetti e agli oggetti stessi. Sono infatti molte le opere di Morandi che esplorano la natura creativa della percezione, dando la possibilità a chi li osserva di catturare tutti i dati necessari per la costruzione dell’immagine e la comprensione delle relazioni spaziali tra gli oggetti dipinti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana