Google+

Il bello di far scrivere Fusaro e Lottieri (con nostalgia per G. Gentile)

luglio 21, 2017 Alessandro Giuli

epa04912900 Police defines the way of the migrants walking - one with an EU flag - on the Budaorsi Street, in Budapest,  Migrants walk along Budaorsi Street on their way out of Budapest, Hungary, 04 September 2015. Several thousand migrants left the Keleti station this afternoon heading for Germany on foot. Hundreds of migrants on 03 September rushed the platforms in Budapest after Hungarian police opened the city's Keleti station, which had been blocked to migrants since 01 September. Hungary's railway service said there were no trains headed to Western Europe for the time being. Thousands of refugees - many of whom have traveled from Africa and the Middle East in the hopes of reaching countries like Germany and Sweden - have been stranded at the station.  EPA/ZSOLT SZIGETVARY HUNGARY OUT

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Gentile direttore, brevemente per ringraziarla di una particolare bizzarria: Fusaro sta antipatico a tanti liberisti allo stato gassoso; coglierò l’occasione per provare a capire meglio perché. Inoltre, mi permetto di incitare al proseguimento della pubblicazione di articoli e interviste di/a Carlo Lottieri.
Daniele Ensini via internet

Grazie a lei, la stiamo già accontentando.

Se questa è Europa. Già Francia e Spagna si defilano sugli sbarchi sulle loro coste. Per il resto impegni generici e soldi alla Libia, denaro buttato via stante la situazione caotica di quel paese. Uno schifo.
Pasquale Ciaccio via internet

L’Europa è un’espressione geografica abitata da popoli che faticano a federarsi, purtroppo. L’Unione Europea è peggio dell’Unione prodiana. Urge fare gli europei, poi rifare l’Europa.

Le scuole, da quando sono gestite da sedicenti “presidi-manager”, ovvero “presidi-sceriffi” o come si preferisce apostrofarli, che mirano a esercitare un certo tipo di “politica”, intesa nell’accezione più ignobile e deteriore del termine, ossia nel senso di un’operazione di squallido proselitismo clientelare a esclusivo vantaggio di sé e di altri notabili politici locali, dicevo che le scuole non sono più ambienti sani e integri moralmente, frequentabili dai discenti. Le scuole, infette dai “virus” dell’utilitarismo aziendalista/capitalista, dell’affarismo e del clientelismo, non sono più ambienti educativi e adatti agli obiettivi di apprendimento e di socializzazione, in cui si estrinseca il processo di formazione dell’uomo e del cittadino. Ormai sono diventate dei “progettifici scolastici”, vale a dire mega-fabbriche di inutili progetti-fantasma, che vengono prodotti in quantità industriale, non certo per soddisfare le istanze sociali, culturali e formative degli allievi, bensì per appagare gli appetiti venali e la sete di potere dei dirigenti e dei loro cortigiani. Ebbene, le malcapitate scuole, divorate dalla metastasi dell’affarismo e dell’utilitarismo capitalista, sono ormai diventate dei carrozzoni politico-clientelari e assistenziali che curano gli interessi esclusivi di ristrette cricche di servi, faccendieri e traffichini che corteggiano i capi d’istituto. I quali spesso agiscono in maniera arrogante e dispotica, atteggiandosi quasi alla stregua di “satrapi locali”. La legge 107 del 2015 ha istituzionalizzato tutto ciò, rendendo la vita più difficile agli insegnanti onesti e coscienziosi, intenzionati a svolgere il proprio dovere in aula.
Lucio Garofalo via internet

In poche parole: tornare a Giovanni Gentile.

Letto e visto nei giorni scorsi su internet manifesti apparsi a Roma nelle pensiline delle fermate dell’autobus con Gesù pedofilo e Maria eterologa. Non ne ho saputo più nulla. Voi ne avete notizie?
Giuliano Pizzol via internet

Nessuna notizia, soltanto quel lontano refolo nauseabondo che anche lei ha potuto avvertire da alcuni giornali. Personalmente non mi curo dell’immondizia, o almeno cerco di evitarla.

Ancora una volta mi chiedo chi è Alfano, e ancora una volta l’unica risposta che mi viene è: un carico a chiacchiere. Lo vuoi davvero portare in Italia il bambino? Dai la cittadinanza a lui e ai suoi genitori e valli a prendere. Se no taci. Vuoi veramente evitare che si approvi una legge deleteria quale quella sulle unioni civili? Fai cadere il governo, se no taci. Vuoi veramente evitare che si discuta del fine vita che si porta in parlamento? Vuoi evitare la legge sulla liberalizzazione delle droghe leggere? Vuoi evitare lo ius soli come lo intendono questi? Allora vattene. Vuoi fare il ministro? Allora taci. Ma alle elezioni non cercare il mio voto di cattolico, prova a riciclarti in qualche ente di gestione del vuoto spinto. La saluto cordialmente e mi perdoni per lo sfogo per un dolore per la vita di Charlie che mi prende nella carne.
Gioacchino Fanelli via internet

Su Alfano ho detto e scritto in passato cose molto dure, se non perfino offensive. Esagerazioni cui ho potuto porre rimedio. Oggi, però, da lui mi aspetto di meglio.

Caro direttore, che sorpresa nel leggere Davide Brullo su Tempi! Spero non sia stata un’eccezione, bensì che inizi una collaborazione almeno saltuaria. Lo seguivo al tempo de il Domenicale e mi regalava grandi emozioni, oltre che ottimi consigli di lettura. A presto
Anna Valentini via Facebook

Il bello di Tempi sta nel ritrovarsi e nel riconoscersi.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana