Google+

A Moulins vanno in scena i costumi della fabbrica dei sogni

gennaio 17, 2013 Mariapia Bruno

Chi non ha immaginato almeno una volta di provare ad indossare quei meravigliosi costumi che si vedono in teatro, sul palcoscenico, o al cinema. Abiti pomposi che raccontano il potere di regine e sovrani, costumi di scena, barocchi o contemporanei. Ed è proprio ai costumi che hanno fatto la storia dell’opera e del cinema che il Centro nazionale del costume di scena e della scenografia (CNCS) di Moulins – Francia dedica la mostra Vestire il Potere: Opera e cinema, che aprirà al pubblico dal prossimo 26 gennaio al 20 maggio 2013.

La retrospettiva si muove dai più realistici ai più fantasmagorici costumi che i protagonisti delle opere teatrali o cinematografiche hanno indossato nel corso degli anni, da quelli dell’antichità barbarica a quelli usati nei film, come le mise di Giovanna d’Arco della pellicola di di Luc Besson, a quelle di Luigi XIV nel film realizzato da Roberto Rossellini per la televisione The Rise of Louis XIV, a La Regina Margot di Patrice Chéreau ai gallici di Astérix et Obélix. Esempi simbolici provenienti dal mondo operistico sono i costumi de L’incoronazione di Poppea di Monteverdi e il Don Carlos di Verdi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Estrema tanto nell’aspetto quanto nella meccanica, la concept coreana anticipa la prima sportiva affidata al reparto Hyundai N. Adotta un 2.0 turbo benzina da 380 cv abbinato a un cambio a doppia frizione e alla trazione integrale.

La seconda generazione della SUV tedesca cresce nelle dimensioni e adotta soluzioni hi-tech in ambito sia multimediale sia di sicurezza. Mediamente più leggera di 90 kg, può contare su motori turbo benzina e diesel con potenze da 150 a 286 cv.

La seconda generazione della berlina ibrida plug-in nipponica percorre 100 km con un litro di benzina e sino a 50 km in modalità elettrica complice la ricarica solare al tetto. Confermato il powertrain ibrido da 122 cv. La batteria si ricarica in poco più di 3 ore.

Il design richiama elementi cari sia alle sportive BMW sia alle vetture maggiormente votate all’off road. La concept bavarese anticipa una nuova SUV coupé derivata da X1 che entrerà in produzione nel corso del 2017.

Ecco le nostre proposte per un fine settimana a pedali, a motore ma non solo. Se non sapete cosa fare date un'occhiata, se sapete già cosa fare potremmo farvi cambiare idea...

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana