Google+

14 novembre 1934. La battaglia di Highbury e l’Italia che sa rialzarsi Video

novembre 14, 2012 Pino Suriano

L’eroismo è fatto anche di sconfitte. Chi non conosce la gloriosa “battaglia di Highbury” del 1934? Io, fino all’altro ieri. Grave omissione, per chi ama il calcio.
Il 14 novembre l’Italia Campione del mondo di Pozzo accetta la sfida degli inglesi per un’amichevole (di nome ma non di fatto).

Si gioca ad Highbury, mitico stadio dell’Arsenal: il clima e le condizioni del terreno favoriscono i padroni di casa e si vede. Dopo tredici minuti gli inglesi sono già avanti tre a zero, e per giunta il nostro uomo migliore, Monti, viene azzoppato da un avversario. Frattura al piede sinistro. Roba da ricovero immediato, lui, invece, resta in campo, immobile ma inamovabile. L’Italia è in dieci, il pubblico è affamato e chiede la goleada a gran voce: i Campioni del Mondo devono essere umiliati. Gli inglesi ci provano con tutte le forze.

A questo punto, però, incredibilmente l’Italia si rialza. Con l’uomo in meno e su un campo difficile, la squadra di Pozzo comincia la lotta. Di forza arrivano, nella ripresa, due gol di Meazza, uno al volo e l’altro di testa. L’Italia torna a sperare, e in fondo non aveva mai smesso.

Il finale è una lotta senza fine tra calcioni, spinte e cravatte. L’Italia ci prova e la grande occasione, alla fine, arriva. È per Orsi, che però, incredibilmente, fallisce. Pochi secondi dopo l’arbitro fischia: 3-2 per gli inglesi.

Come gli aedi, i cantori del mito greco, Niccolò Carosi raccontò quella partita come un’impresa memorabile. Ne è rimasto solo l’audio. Solo chi c’era sa come sia andata veramente, e qualcuno, tra questi Gianni Brera, mise in dubbio l’eroismo di quel racconto.

Eppure, pur senza il conforto delle immagini, una cosa si è potuta ascoltare lo stesso: è l’applauso lunghissimo e ininterrotto del pubblico. Carosi giurò che era dedicato agli sconfitti.
L’Italia è fatta così, cade, collassa, sembra al tappeto, ma poi, alla fine, si rialza. E lotta. Speriamo…

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana