Google+

Arrivano le unioni civili per le coppie gay: un “matrimonio” non di nome ma di fatto

ottobre 15, 2014 Redazione

Reversibilità della pensione, diritto alla successione in caso di morte e possibilità di assistenza negli ospedali e nelle carceri, partecipazione ai bandi per le case popolari, sussidi fiscali

unioni-civili-gay-repubblicaRepubblica oggi rivela il piano del Governo per le unioni civili per le coppie omosessuali. «Il governo si appresta a presentarlo tra pochi giorni», scrive il quotidiano che spiega che il testo è ricalcato su quello in vigore in Germania: «Molto simile al matrimonio tranne che per due aspetti essenziali: non si chiama matrimonio e non si possono adottare bambini esterni alla coppia».

I VESCOVI DI METTANO L’ANIMA IN PACE. «Ai vescovi — ha confidato il premier Matteo Renzi nei giorni scorsi — già l’ho detto. Si mettano l’anima in pace». Secondo il quotidiano le resistenze del Nuovo centrodestra sarebbero state superate, barattando tali unioni con sgravi per le famiglie numerose. «L’aspetto più delicato – scrive Repubblica -, sul quale anche i vescovi hanno chiesto a Renzi cautela, è quello che riguarda i figli. Il punto di mediazione è che l’adozione del bambino sarà possibile solo se uno dei due genitori è quello biologico. Un partner potrà adottare il figlio naturale dell’altro. Nessun affidamento insomma di bambini esterni alla coppia. Per il resto, i diritti (e doveri) saranno quelli del matrimonio tradizionale, reversibilità della pensione, diritto alla successione in caso di morte e possibilità di assistenza negli ospedali e nelle carceri, partecipazione ai bandi per le case popolari, sussidi fiscali».

DA SEL A FORZA ITALIA. Il ddl Cirinnà, sarà dunque sostituito da questo testo. «Se la resistenza del Nuovo centrodestra si limiterà al no di alcuni irriducibili come Giovanardi e Roccella, il governo potrà sicuramente contare sul voto favorevole di molti parlamentari dell’opposizione». Oramai, conclude il quotidiano di Ezio Mauro, sono tutti d’accordo: da Sel a Forza Italia.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

136 Commenti

  1. Fran'cesco says:

    Mah, c’e’ ancora qualcuno sano di mente che crede a Repubblica?
    Comunque, pronti a scendere in piazza nel caso ci fosse qualcosa di vero!

    • Andrea UDT says:

      Se non ti va Repubblica te lo puoi leggere su IL Giornale.

      Sull’organo di stampa di FI (IL Giornale se non lo avesse capito) sono anche riportate le dichiarazioni di Luxuria, (non ancora smentite dallo zerbino di turno) secondo cui Berlusconi è d’accordo.

      Berlusconi ormai pur di distruggere il NCD i bambini oltre a darli in adozione alle coppie gay se li mangerebbe pure.

      http://www.ilgiornale.it/news/politica/luxuria-cena-ad-arcore-nata-unamicizia-1059678.html

      • Fran'cesco says:

        Bene, aggiungero’ “Il Giornale” a “Repubblica” e “Il Corrierone” tra i giornali di propaganda di regime.
        Non conosco il Giornale, ma le notizie che riportano gli altri due sono spesso false, soprattutto in merito a certi argomenti…

      • Menelik says:

        Si, l’ho letto anch’io l’articolo della cena ad Arcore con la foto dei tre piccioncini cheek to cheek.
        Mi viene da sganasciare a pensare a tutti quelli che si illudevano di aver trovato in Berlusconi un baluardo e l’uomo della salvezza dell’Italia, fin dai primi anni 2000.
        Si sono fregare bene bene.
        Adesso è il turno dell’altro salvatore, Beppe Grillo.

        • beppe says:

          caro menelik, purtroppo anch’io ho nutrito qualche speranza nelle promesse e nelle premesse di berlusconi. se non fosse stato boicottato dall’esterno e dall’interno avrebbe cambiato molte più cose. la piega che preso in questi ultimi mesi mi delude molto. non vedo come si faccia a fidarsi di grillo e vedere in lui un salvatore.

    • Nino says:

      SI può sempre proporre un referendum abrogativo

      • Tommasodaquino says:

        in italia valgono quanto la materia di scarto purtroppo, ha presente quello sulla responsabilità dei giudici e sul finanziamento pubblico ai partiti? In altri paesi sarebbe già scoppiato un pandemonio per moooolto meno.

      • Menelik says:

        Non funzionerà, ci son troppi soldi dietro le associazioni omosessuali.

      • Toni says:

        Nino, Nino… il solito ottimista!
        Non dire che lo reputi possibile. Sarà improponibile. Se non sbaglio è La Corte Costituzionale che deve dire se è ammissibile, e questa dirà che è come abolire il divieto di schiavitù. Sono ingegnosi e si sono preparati il terreno da troppo tempo.

  2. Andrea UDT says:

    Sull’adozione spero non facciano stupidate.

    Così come è congeniata la stepchild non scongiura la pratica degli uteri in affitto.
    Anzi: rischia di incoraggiarla.

    Comunque questa legge, come la Leoni/Scalfarotto passerà: fra FI, PD e M5S i voti bastano e avanzano.

    • Nino says:

      Premesso che personalmente nutro moltissimi dubbi e riserve sull’utero in affitto, non c’è modo di avversarla né credo che questa ipotetica legge possa incoraggiarla

      • Andrea UDT says:

        Io invece dubbi non li ho: sono contrario.

        Avevo dubbi sull’eterologa, mi sono passati proprio leggendo gli articoli di Tempi: sono contrario.

        Sul fatto che la stepchild incoraggi la pratica dei uteri in affitto, basta leggere la cronaca per averne la certezza.

        Sulle unioni civili laicamente ho sempre pensato: “affari loro”. Se vogliono una tutela legale del loro legame (con diritti e DOVERI) facciano pure.

        Ma se coinvolgono soggetti terzi, ovvero bambini minori, NON sono affari loro.

        Prima vengono le migliori condizioni possibili da offrire al bambino.

        E nel “pacchetto” delle migliori condizioni possibili ritengo imprescindibile garantire loro una figura maschile e una femminile che li accompagni nella crescita e nella educazione.

        • Cristiano says:

          Perfettamente d’accordo!!
          Tocca a noi, ora, far capire alle persone questa posizione.
          Non è una questione di cattolici o meno, di essere bigotti, ma di difendere veramente i più deboli.

        • Savlo says:

          Quindi la pensi in modo opposto alla letteratura scientifica internazionale che dice che un bimbo cresce bene con due mamme o due papà così come nella famiglia tradizionale? Perché non scrivi un articolo scientifico e vedi se te lo pubblicano? in bocca al lupo

          • Fran'cesco says:

            Perche’ solo due? Non c’e’ qualche studio che parla di come i bambini crescono bene con 3 papa’ (o anche quattro?)

          • cosimo says:

            se hai coraggio leggiti da un’altro punto di vista la “letteratura scientifica internazionale” da te citata.
            Buona lettura!

            http://www.documentazione.info/minori-affidati-a-coppie-omosessuali-il-punto-della-ricerca-0

            • Daniele Arboscelli says:

              L’articolo e’ pubblicato su documentazione.info.

              Nella pagina in cui spiegano “chi siamo”, si legge:

              “La nostra prospettiva si rifà alla visione antropologica cristiana”, quindi non si puo’ dire che sia esattamente obiettiva. Mentre le diverse ricerche non hanno motivo di dover confermare tesi cercando di manipolare le indagini. O dare un’interpretazione di parte dei risultati.

              Si cita Loren Marks che dice che secondo lui gli studi sono inconclusivi. Quindi ne’ si puo’ dire che siano giusti ne’ sbagliati.

              Poi si passa a Mark Regnerus. Nella pagina di Wikipedia a lui relativa, si parla del suo lavoro: prima di tutto e’ chiara la sua inclinazione religiosa, che di per se’ non e’ per forza una cosa negativa. Pero’ la sua ricerca e’ stata commissionata dal Witherspoon Institute, descritto come un’organizzazione conservatrice. Volendo credere nella buona fede del ricercatore, bisogna tenere conto che le organizzazioni e compagnie che fondano ricerche lo fanno per avere le loro tesi confermate, qualunque siano i risultati da interpretare. La Mac Donald’s per esempio aveva sostenuto che il cibo da loro venduto fosse equilbrato e nutriente. Il libro Supersize Me e’ la prova piu’ evidente che non era vero.

              Sempre su Wikipedia, si evince che “Regarding the connection between one’s faith and the activities of Christian professors, Regnerus noted in an alumni profile that “I believe that if your faith matters, it should inform what you teach and what you research”

              Regnerus quindi pensa che sia giusto che la fede di una persona influenzi come questa insegna e ricerca. L’approccio piu’ adatto e’ quello di partire con la mente completamente aperta, altrimenti si riesce a dire che le anfetamine fanno dimagrire perche’ sopprimono la fame e accellerano il metabolismo, senza parlare di tutti gli altri effetti collaterali.

              Si cita anche Daniel Potter e si dice che, secondo il suo studio, “Lo studioso ha attribuito le differenze riscontrate tra i minori cresciuti con genitori eterosessuali e i coetanei provenienti da nuclei omosessuali ai più alti livelli di instabilità familiare che insistono in quest’ultimi.”
              Questa e’ un’errata ( intenzionalmente? ) traduzione della sintesi della sua ricerca, come si evince dal sito dell’editore stesso

              “Children in traditional families (i.e., married, 2 biological parents) tend to do better than their peers in nontraditional families. An exception to this pattern appears to be children from same-sex parent families. Children with lesbian mothers or gay fathers do not exhibit the poorer outcomes typically associated with nontraditional families.”

              In poche parole: I bambini cresciuti in famiglie tradizionali ( con i due genitori biologici ) hanno migliori risultati accademici rispetto a quelli cresciuti in famiglie non tradizionali. Fanno eccezione a questa regola i bambini cresciti in famiglie con due madri o due padri, che non hanno rese inferiori tipicamente associate a quelli delle famiglie non tradizionali.

              Quindi, si cita una ricerca e gli si fa dire il contrario di quello che l’autore ha rilevato.r

              Qui il link – in cui si parla di un discostamento statistico non significativo -:

              http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1741-3737.2012.00966.x/abstract

              Rilevato questo punto, – facendo anche finta che il precedente non conti – in cui si cita uno studio ma poi non si tiene conto dello stesso e si dice quello che fa comodo dire, mi sembra che si possa scartare l’intero articolo come non attendibile perche’ o di bassa qualita’ o intenzionalmente fuorviante.

              • Giannino Stoppani says:

                Non che mi attenda che uno come te possa capire al volo le sue stesse contraddizioni, ma sottolineando che una fonte possa non essere obbiettiva in quanto si rifà ad una “visione antropologica cristiana”, hai aperto la strada alla non peregrina ipotesi che anche le fonti a cui ti abbeveri tu possano sparare menzogne a palle incatenate per motivi ideologici.
                Val la pena ricordare a te e ai signori lettori che chi ha una “visione antropologica cristiana” in genere non si sente in diritto di ricorrere alla menzogna come strumento di propaganda, ma la stessa cosa, “ça va sans dire”, non si può affermare, ahimè, per i seguaci di altre mode e ideologie che tu qui vorresti rappresentare.
                Non mi resta che ringraziarti per il buon cuore di avermi fatto capire, già dalle prime righe, che non val la pena leggere tutto l’emerito pippone che ci hai ammannito.
                A proposito, forse conti di aver ragione per sfinimento?

                • Daniele Arboscelli says:

                  No, volevo solo farti presente che stai citando un articolo che prende il lavoro di un ricercatore e gli fa dire il contrario di quello che il ricercatore stesso sostiene ( le ultime righe del commento ). Le conclusioni non sono tradotte male, dicono proprio il contrario dei risultati!

                  Citavo anche il caso di Mark Regnerus, che ritiene che la fede debba influenzare il lavoro, che svolge una ricerca fondata da una associazione religiosa conservatrice.

                  Dico anche che Loren Marks parla di una ricerca sostenendo che non ha risultati conclusivi, ma viene citata come a favore della teoria dell’articolo.

                  Non ho detto che il problema e’ l’impronta religiosa della testata. Ho portato esempi con riferimenti per consigliare di non citare quell’articolo in particolare, ma magari altri che sono piu’ attendibili. Per il semplice fatto, se non altro, che si cita il lavoro di uno studioso che dice che non vede differenze tra figli di due padri o due madri ( parole sue ) e figli con una madre e un padre sposati e viene riportato che ci sono differenze.

                  Io mi informo da diverse fonti, anche contrarie al mio pensiero corrente, tipo questo Osservando punti di vista opposti poi posso riflettere e farmi un’opinione mia. Che nel mio pippone qui sopra non viene citata. Ripeto che era solamente una critica all’articolo, riportando motivazioni inconfutabili. Sono sicuro che a sostegno della tua tesi tu possa trovare articoli migliori. Tutto qui.

                  Buona giornata 🙂

                  • Giannino Stoppani says:

                    Non posso che constatare che non hai capito il pur banale senso del mio intervento e che, ripetendo la solita tiritera, punti allo sfinimento.
                    Totale importo: due palle.
                    Buona giornata anche a te, sperando vivamente che per disinformare in modo così insulso tu riceva uno straccio di paga.

            • Nino says:

              @Cosimo: io ho coraggio, e non solo mi sono letto l’articolo, ma mi sono letto anche la ricerca di Mark Regnerus che è alla base dell’articolo. Per quel po’ che mi intendo di statistica (ed un po’ ne mastico) diciamo che la ricerca ha delle basi non troppo solide. In particolare (tanto per citare uno dei punti che mi ha più colpito), sono classificati come figli di coppie omosessuali quegli adulti che hanno affermato che il padre o la madre, nel periodo tra la sua nascita ed il raggiungimento dei 18 anni, hanno avuto una relazione omosessuale. Lo stesso autore afferma che, poiché il campione esaminato è quello di adulti, pressocchè tutti gli intervistati, quando si trattava di persone che erano effettivamente cresciute con una coppia omosessuale (che come detto sopra non erano la maggioranza di quelli classificati come figli di omosessuali), o erano stati adottati o erano stati concepiti nell’ambito di una relazione eterosessuale poi fallita.

              Contrariamente ad altri, io credo che oggi non ci sia nessuna evidenza che crescere in una famiglia omosessuale per un bambino sia meglio o peggio che crescere in una famiglia eterosessuale, qualche conclusione scientificamente affidabile e condivisa si potrà avere tra qualche anno.

              • Giannino Stoppani says:

                Se mastichi statistica chissà quanto ti divertirai leggendo le note metodologiche degli “studi” secondo i quali i figli di coppie omosessuali stanno benone.
                Buona lettura e buon divertimento.

          • Matrix says:

            Non c’è proprio un accidente di niente di scientifico che dimostri che due mamme o due papà sono la stessa cosa della famiglia.
            Non è certo con qualche studio partigiano e ridicolo che si dimostrano le cose scientificamente.

            • Paolo says:

              Può dimostrare quello che sostiene? O la sua è solo un’illazione buttata lì accidentalmente tanto per? Susu coraggio bisogna saper argomentare non solo basarsi su fuffa?

              Ps non mi arrischierei fossi in lei e viste le sue posizioni a parlare di qualche studio partigiano e ridicolo

              • yoyo says:

                I somdaggi ed i cosiddetti studi sonocstati fatti su un campione interessato.

              • Toni says:

                Nessuna illazione. Ci sono studi che hanno perfettamente dimostrato il contrario, e chi l’ha portato avanti è entrato nell’inferno.
                Io mi avventuro con te in tutti i campi perché se esci dalla “fatina dei denti” rischi e cadi nel ridicolo.

                La sconcezza di pretendere che due maschi si inventano padri con una adozione … supera tutte le perversioni.

                Compratevi un cagnolino.

                • Matrix says:

                  Paolo della fatina dei denti, beccati ‘sto copia-incolla:
                  Secondo un’inchiesta deil National Institutes of Health su 3.600 ricercatori e 4.160 borsisti. Circa il 50% ha risposto ad una serie di domande che ha messo in luce comportamenti preoccupanti: per esempio, lo 0,3% ha affermato di avere falsificato i dati o di averli inventati e il 15,5% ha modificato la linea e la metodologia di ricerca per accontentare chi finanziava lo studio.
                  Sìsìsìsì son tanto tanto tanto affidabili le “ricerche scientifiche” ad opera dei militanti gay, che in Italia arrivano anche a calunniare i gestori delle discoteche per fare un po’ di spettacolo.

                  • Nino says:

                    Su una cosa sono pienamente d’accordo, con i numeri si possono fare molti giochetti, così come si possono orientare le risposte degli intervistati ponendo le domande in una forma piuttosto che in un’altra. E’ per questo che in generale diffido da quegli studi che non possono basarsi su dati oggettivi ma hanno bisogno delle risposte soggettive degli intervistati.

                    In quanto al fatto che c’è chi modifica la linea e la metodologia di ricerca per accontentare chi finanzia il suo studio, è molto credibile che anche questo accada. A tale proposito ti faccio notare che lo studio di Regnerus (12 pagine tra dati e conclusioni) ha avuto un finanziamento di circa 800.000 dollari (circa 600.000 euro) dal Witherspoon Institute e dalla Bradley Foundation, due fondazioni che fanno riferimento all’ala destra dei repubblicani. Un po’ come se in Italia lo studio l’avessero finanziato i Fratelli d’Italia

                    • Toni says:

                      Ma ti sei interessato con la stessa solerzia sugli studi c(on i relativi finanziamenti ricevuti) degli amici tuoi?
                      Su Ragnerus ci sono visti di regolarità sulla metodologia seguita da parte di enti preposti?
                      Hai mai provato a vedere quanto sono le multinazionali che li finanziano gli amici tuoi?
                      Ti sei mai chiesto, aldilà del tuo apprezzato “ottimismo” , il perché lo fanno? un dubbio….pure piccolo piccolo?

          • beppe says:

            salvo, tu in che tipo di famiglia sei cresciuto? parli così perchè ora sei SALVO? un bimbo potrebbe crescere bene anche allevato da un lupo ( salvandosi da un incidente aereo ….). ma un bambino NON NASCERà MAI NATURALMENTE DA DUE MASCHI SE NON FALSIFICANDO LA NATURA O MENTENDO O RUBANDOLO. è questa la differenza. perchè vuoi privare di proposito e solo per un calcolo egoistico, un bambino dell’affetto e della tenerezza di una mamma? o della figura paterna? spiegalo tu che sei il solito sapientone.

    • Menelik says:

      Finalmente qualcuno che riconosce anche la responsabilità di FI.
      Finora tanti parevano incartapecoriti ancora sulla vecchia dicotomia destra-sinistra, un vero non senso da un po’ d’anni in qua.
      Un bel po’ d’anni in qua.
      Il fato è che i cattolici italiani non hanno NESSUN PARTITO che li rappresenti.
      Siamo MILIONI e non abbiamo nessuno, a parte quattro gatti al parlamento.
      Però tutti ci leccano il di dietro quando si avvicinano le elezioni.

  3. CRISTIANO says:

    Nonostante non mi convinca proprio l’unione civile di due persone dello stesso sesso, e comunque cercando di non avere pregiudizi (in fondo l’unione civile, un contratto con delle regole economiche e non un matrimonio religioso, di per sè non creerebbe danni particolari), quello che mi preoccupa molto e che questo sia SOLO UN PRIMO PASSO verso una degenerazione di norme…. Arriverà presto, se approvate queste unioni civili, la possibilità di adottare figli anche estranei alla coppia (perchè sicuramente la nuova coppia omosessuale dirà che è omofobia e razzismo che una coppia regolare eterossessuale può adottare bambini e la coppia regolare omossessuale non può..), la diffusione di teorie che maschio e femmina non si nasce ma si sceglie… (proprio a difesa dell’uguaglianza delle coppie omossessuali già definita per legge), ecc…. e questo sì che sarà un dramma vero, sopratutto per i più deboli… cioè per i nostri figli.

    • Fran'cesco says:

      Un contratto economico gia’ possono farlo. Ma nessuno lo fa, perche’ comporta dei doveri.
      Questi vogliono altro!

      • Nino says:

        @Fran’cesco: ci sono cose che oggi una coppia omosessuale non può regolare, in base al codice civile, nello stesso modo con cui vengono regolate con l’unione civile prevista dal codice. Se verrà introdotta l’unione civile, questa comporterà, come ogni contratto, diritti e doveri per i due contraenti.

        • Cristiano says:

          Come ha detto Francesco il problema non è, di per sè, l’unione civile, ma tutto ciò che di conseguenza succederà a breve (adozioni, ecc, ……)

          • giampiero says:

            Ma io credo che Francesco si sbagli. Qua gli unici rimasti che si vogliono sposare sono solo i gay.

            • Fran'cesco says:

              Questo e’ quello che dice Repubblica (o iL Giornale).
              Di testimonianze vere (intendo di gay che si vogliono sposare) se ne trovano ben poche in giro…
              Manco i sindaci “avanti” di questi giorni riescono a trovarne piu’ di 20 o 30

              • Galcian79 says:

                Prima bisognerebbe capire quanti sono quelli che preferiscono l’anonimato di giorno e la vita di notte.

            • beppe says:

              giampi, a questi interessano i SOLDI ( pensione ) e i BAMBINI. e li vogliono ad ogni costo ( e guai a contraddirli…sennò si è razzisti ..e cattivi)

        • Fran'cesco says:

          Nino,
          il contratto economico (diritti e doveri) non lo fa nessuno, chissa’ perche’.
          Tutte le altre cose (pensione, adozioni, eredita’…) sono diritti, non doveri…
          C’e’ altro che mi sfugge?

          • Andrea UDT says:

            L’assegno di mantenimento in caso di separazione, obbligo di mutua assistenza (morale ed economica, in caso di malattia di un coniuge)

            Non sono doveri?

            • Fran'cesco says:

              Assegno di mantenimento?
              1) mi pare che abbia un senso soprattutto in caso di figli,,,
              2) ancora non sono “uniti” e gia’ pensano a separarsi? Bella roba.

              • Nino says:

                L’assegno di mantenimento ha senso anche tra coniugi, non solo per i figli. Anche l’obbligo di mutua assistenza è un diritto/dovere.

                Ti assicuro che c’è chi fa delle scritture private, ma queste non sempre hanno valore specie quando le famiglie sono contrarie a quella unione

                • Fran'cesco says:

                  Ti rispondo con le parole di un esperto (Piero) che su Tempi scrisse:
                  “attraverso il testamento è possibile trasmettere il proprio patrimonio a chi non avendo vincoli legali e/o familiari col testatore sarebbe escluso dalla successione legittima.
                  Oggi nulla vieta, peraltro, al convivente omosessuale di ricorrere agli strumenti del diritto volontario stipulando una polizza assicurativa o una pensione integrativa a beneficio del partner, o stipulando un contratto di comodato d’uso vita natural durante, ovvero costituendo un usufrutto d’immobile.”
                  Questione di volonta’, immagino che i siti/blog LGBTXX siano pieni di interventi in questa direzione…. o no?????

                  • Alberto says:

                    Il testamento come sai, riguarda solo la parte di legittima, che può anche essere piccola (meno della metà del patrimonio) se ci sono per esempio genitori o fratelli. Donazioni, comodati d’uso etc. sono facilmente impugnabili dai parenti con l’ovvia motivazione che si tratti di tentativi di aggirare il codice civile in materia successoria privandoli della legittima. Polizze e pensioni non sono certo gratis, spesso nemmeno convenienti dal punto di vista economico, per cui questa possibilità mi sembra più un hobby da ricconi che altro. Per regolare l’obbligo di assistenza etc., vedo molto difficile fare ciò attraverso una scrittura privata, che fra l’altro non sarà poi mai opponibile a terzi. Ergo, le possibilità che menzioni servono a dare foraggio a notai e avvocati, ma dubito siano utili nella vita reale. Considera infine i tempi di una causa civile in Italia.

                    • Fran'cesco says:

                      L’utero in affitto invece non e’ roba da ricconi, quello no eh?

                    • Nino says:

                      @Fran’cesco: non la buttare in caciara, cosa c’entra in questa discussione l’utero in affitto?

                    • Fran'cesco says:

                      Come fanno XX+XX o XY+XY a procreare???
                      O comprano un utero o comprano un seme, no?

                    • Nino says:

                      Perché qui stiamo parlando dell’unione civile tra omosessuali, e non della omogenitorialità, che non ho difficoltà ad ammettere che sia un argomento delicato

                  • Nino says:

                    No Fran’cesco, non è così.

                    Ti faccio un esempi:o A e B sono una coppia omosessuale, A è stato allontanato dalla sua famiglia in quanto omosessuale e non ha più rapporti con i genitori. Se A muore, oggi i genitori hanno diritto ad 1/3 dell’eredità di A anche se A ha designato B come suo erede universale.

                    C e D sono una coppia etero sposata civilmente, C è stato (o stata) allontanato dalla sua famiglia per altre scelte di vita e non ha più rapporti con i genitori. Se C muore, i genitori hanno diritto solo ad 1/4 dell’eredità se C a designato D come suo erede universale

                    Se il convivente omosessuale potesse gestire in toto i suoi contributi pensionistici, potrebbe stipulare polizze a suo piacimento. Oggi il convivente omosessuale non può disporre dei suoi contributi. Quindi se A e B si sposano all’estero e restano sposati per 30 anni, durante i quali A lavora e B si occupa della casa, se A va in pensione e muore B non ha diritto a niente

                    Se C e D si sposano in italia (essendo etero oggi possono) e restano sposati per 30 anni durante i quali C lavora e D si occupa della casa, se C va in pensione e muore D ha diritto al 60% della pensione di C quale riconoscimento del suo ruolo di coniuge

                    • Fran'cesco says:

                      Cavolo, stiamo parlando del 75% contro il 67% !!!
                      Che differenzona.

                      Mi attendo inoltre che facciate una battaglia di civilta’ anche per i fratelli F e G. F muore, G “che si occupava della casa”, non ha diritto alla reversibilita’ a meno che non sia inabile. E se lo e’ ha solo il 15%…

                    • Toni says:

                      Io penso che tutte le cose che dici tu si possono al 99% regolare , equilibrare senza passare ad un diritto finalizzato … all’adozione.
                      Ti dico questo anche se so che per te tutti possono essere “splendidi” genitori. Cosa che io trovo inquetante.

                    • Toni says:

                      Io penso che tutte le cose che dici tu si possono al 99% regolare , equilibrare senza passare ad un diritto finalizzato … all’adozione.
                      Ti dico questo anche se so che per te tutti possono essere “splendidi” genitori. Cosa che io trovo inquietante.

                    • Nino says:

                      Ovviamente abbiamo opinioni diverse, però io ti chiedo: hai mai frequentato delle coppie omosessuali con figli? hai mai avuto modo di costruirti un sia pur piccolo (e statisticamente non rappresentativo) campione personale su cui ragionare?

                      E comunque, come ho già detto a Fran’cesco, una cosa sono le unioni civili omosessuali (oggetto dell’articolo e della discussione) altra è l’omogenitorialità e l’adozione, su ci siamo già confrontati.

    • Fabrizio Viola says:

      Infatti i “diritti” sono come le ciliegie,l’uno tira l’altro.Del resto è ovvio:su cosa si basa la richiesta di questi diritti se non dal presupposto di assoluta eguaglianza ed intercambiabilità di uomo e donna?Se le donne sono in tutto uguali agli uomini allora qualsiasi combinazione è quella giusta e non è nemmeno corretto negare la possibilià di adozione e utilizzo di biotecnologie più o meno avanzate.Che i due sessi siano uguali si vede poi dai risultati:due donne lesbiche con una siringata “amichevole” o a costi assai modesti posso fare anche la doppietta,due uomini devono invece procurarsi un ovocita di una e l’utero di un’altra,e magari la tata per le prime incombenze:very very expensive….. Uguali uguali quindi.O no?

      • piero says:

        Non c’è problema tanto faranno pagare le loro voglie al Servizio sanitario nazionale! E avanti con la menzogna dell’uguaglianza!

  4. Valentina says:

    Il piano del Governo che regola le unioni civili per le coppie omosessuali mi sembra ottimo e io lo condivido. I vescovi pensino agli affari loro e non interferiscano nella politica di uno Stato laico.

    • yoyo says:

      Così laico che è liberissimo di suicidarsi con norme così immorali e contrari alla vita vera. Buttati nella stessa fossa, ti attende.

    • Sebastiano says:

      Solo i vescovi? e di quelli che la pensano come i vescovi che avete intenzione di farne?

      • lucillo says:

        Assolutamente nulla.
        E’ un’opportunità anche per loro nel caso cambino idea.
        Se no continuano a vivere tranquillamente secondo quanto dicono i vescovi. Tranquillamente, come tutti gli altri, non più degli altri.

        • yoyo says:

          Mentre voi spadromeggiate.

        • Toni says:

          Lucillo,
          vedi che pure per te grazie ai vescovi c’è l’opportunità di cambiare idea.
          Trovo che hai motivi seri, attuali e consistenti.
          Noi abbiamo diritto di insistere … civilmente “tranquillamente” democraticamente, “come tutti gli altri, non più degli altri.”

    • beppe says:

      ciao valentiperfortunanonsonocattolica. vedrai quando si dovranno pagare le pensioni di reversibilità a migliaia di coppie gay ” di comodo ”.

      • Nino says:

        perché, oggi non si pagano già pensioni di reversibilità a decine di migliaia di superstiti di coppie etero di comodo? (leggi: lui 75enne lei 25enne dell’est europeo)

    • Toni says:

      Cara Signora Valentina, le direbbe Topo Gigio “ma cosa dici mai”? I vescovi hanno diritto di parlare perché c’è un popolo quello cattolico che fa parte di questa società. Le faccio un esempio… i sindacalisti rappresentano un popolo quello dei lavoratori che fa parte di questa società. E parlano … se le politiche del governo fanno male ai lavoratori e alla società. Altro esempio …. confindustria rappresenta un popolo quello degli imprenditori che fa parte di questa società.E parlano … se le politiche del governo fanno male agli imprenditori ed alla società. E nessuno si lamenta .Cara Signora Valentina … i vescovi possono parlare …. ha capito?

    • Toni says:

      Cara Signora Valentina, Le direbbe autorevolmente Topo Gigio “ma cosa dici mai”?
      I vescovi rappresentano una parte di società italiana, come i sindacalisti, gli industriali, gli artigiani…ecc. Tutti parlano quando il governo ha iniziative penose rispetto ad interessi particolari e generali. Tutti parlano … perché no i vescovi? Capito cara Signora Valentina?

    • Galcian79 says:

      Unioni civili?
      Matrimoni di serie B per cittadini di serie B.

      • Valentina says:

        Non esistono “cittadini di serie B”. In un Paese civile tutti i cittadini sono uguali. I gay sono cittadini, e soprattutto sono persone, come tutti gli altri. Nessuno è “cittadino di serie B”.

  5. Tommasodaquino says:

    questa notizia conferma la strategia prevista proprio su questo giornale da alcuni lettori. Si presenta una legge assolutamente anti democratica per poter “preparare” l’opinione pubblica al peggio e poi dopo un tot di tempo in cui si parla dell’argomento e diventa culturalmente accettabile si propone una mediazione che spegne gli oppositori……. vecchia scuola non mente.

    • Andrea says:

      Anti democratica?

      E’ proprio sicuro che la maggioranza degli italiani non sia d’accordo?

      • Tommasodaquino says:

        sulla legge scalfarotto non credo proprio che l’opinione pubblica fosse a favore, sono mesi che sento il chiacchiericcio in metropolitana (e in ufficio) su quanto fosse scandalosa quella legge oltre che antidemocratica (è un dato di fatto che lo sia). E’ servita per preparare l’opinione pubblica ad un’altra legge che con gli occhi e le orecchie di tre anni fa non avremmo mai accettato.

        • Andrea UDT says:

          L’unico chiacchiericcio che sento è “non si arriva a fine mese”.

          Di ddl Scalfarotto o altro credo che se ne parli solo qui.

      • Fabrizio Viola says:

        La maggioranza degli italiani è già da parecchio tempo stordita dal sentimentalismo stucchevole del politicamente corretto.Ma soprattutto è stata già per benino colpevolizzata perchè ceda a un sottile ma tangibile RICATTO MORALE.

        • giampiero says:

          Probabilmente più che stordita, la maggioranza degli italiani non è nazi-fascista. Per cui delle vostre battaglie perse neanche si informa. L’italiano medio, non è stupido. Ha altro di più interessante da fare, e senz’altro più amici/conoscenti gay che cattolici conservatori.

          • yoyo says:

            Dia del nazista a qualcun altro! Io sono nipote di partigiani ed allo stesso tempo cattolico osservante e contrario alle follie gay.

          • beppe says:

            giampi, mi sa che frequentate gente strana. io non vedo tutto questo gayume in giro . e vacci piano a dare del nazi-fascista agli altri. i metodi con cui si sta portando avanti la campagna pro gay non mi sembra un esempio di democrazia e di correttezza.

  6. Sebastiano says:

    Dopo le ultime performance del vecchietto di arcore, della sua inquilina sgallettata e delle sue ultime amicizie (da cecchipavone a lussuria), aspetto che qualche faccia di cartone continui a sostenere che Forza Italia è il partito dei moderati. Ma un minimo di coerenza politica è proprio impossibile? O la regola è che per la poltrona ci si può vendere l’anima?

    • Fabrizio Viola says:

      L’ultima che hai detto.

    • lucillo says:

      Vendersi l’anima?
      Ma figurati, lui è abituato a comprare! Parlamentari, giudici, cene eleganti con le nipoti di Mubarak.
      Ma finché faceva battutacce sugli omosessuali tutto bene, vero?

      • yoyo says:

        Lucillo che crede all’anima!?

      • Toni says:

        Lo ha rovinato Putin quando ha detto che se accettava i matrimoni gaio non lo avrebbero fatto dimettere. Questa cosa l’avrà turbato ed ha capito che è vero.
        Lucillo non ti lamentare di B, ora non farà più battutacce sui gay e se comprava prima comprerà ora con i nuovi amici colorati che figurati se non l’abbracciano. Se tu non ti imbarazzi di affiancare le tue battaglie con ex comunisti (peggio elevato 10.000 rispetto a B) non puoi lamentarti di niente.

      • Sebastiano says:

        Lucillo Lucillo, ti sei dato la zappa sui piedi: non mi dirai che, adesso che è vostro compare, lo rivaluterai?

  7. Quercia says:

    Sul tema ha scritto un interessante articolo Adinolfi dal titolo “Ora tutti in piazza”.
    https://www.facebook.com/lacrocequotidiano

    Stupisce il silenzio della Cei. Ok non voler trasformare i movimenti spontanei e laici tipo sentinelle in piedi, mpt e vlm in movimenti clericali. Ci sta ed è giusto.
    Però un minimo di supporto (incentivando ufficialmente i fedeli a partecipare in qualità di cittadini italiani) e soprattutto una parola chiara sul tema è d’obbligo. La Cei e il suo giornale sono d’accordo sulla proposta del governo? Si o no? Cosa faranno? Anche 2 parole del Papa non dispiacerebbero. Poi, in ogni caso sarebbero mistificate, però almeno un ulteriore pronunciamento chiaro in questo momento sarebbe molto utile.

    Cmq ricapitoliamo. La sinistra finalmente vede un suo obbiettivo quasi raggiunto. O almeno lo descrivono così. Obbiettivo però, è giusto “ammettere”, su cui la sinistra non ha mai avuto paura di parlare, manifestare, spendere e spendersi, proporre, imporre e soprattutto non trattare. Magari varia la tabella di marcia, ma l’obbiettivo è immodificabile. Matrimoni gay e adozioni. Meglio se subito e velocemente. Non è possibile? Ok, cambio strada, destinazione identica. Proviamo legge Scalfarotto, Sindaci “esuberanti”, Dico, Pacs, “civil parternship” il tutto supportato dalla grancassa mediatica.
    Questo “modus operandi” non possono dire di averlo i cd “moderati”, ormai vergognosi perfino a citare la costituzione in tema di famiglia. Per non parlare dei cattolici, clero in testa, timorosi perfino a pronunciare la parola “Vangelo”. Guai..un tabù. Figurarsi a citarlo (citarlo non significa imporlo).

    Renzi, sempre pronto ad esibire la sua patente di cattolicità vuole proporre questo decreto.
    I ministri cd cattolici e relativi partiti che faranno? sia di destra, come Lupi, Alfano ecc sia di sinistra, come Del Rio???
    Vedremo, io non avrei dubbi: immediate dimissioni in segno di protesta e sfiducia al governo. Che il decreto se lo votino gli altri. Sono in tantissimi, prontissimi e non aspettano altro? buon per loro.
    Ma almeno altri cd “moderati”/”cattolici”/”liberali” non potranno dire (sotto elezioni) “Ma si, non si poteva fare altro.”. Perchè allora gli si dirà “Guarda il Ncd. Guarda Alfano. Guarda Del Rio. Se facevi altrettanto il decreto non passava. Questo me lo ricorderò nell’urna. Hai perso il mio voto, anche se mi prometti 160 € in busta paga o che non pagherò più l’ici/imu/iuc/tares/tari/tasi vita natural durante”.
    Di Berlusconi e forza italia, meglio non parlare neppure. Mi auguro solo che certa gente (anche in buona fede), dopo l’ennesima prova, finalmente cominci ad aprire gli occhi. Soprattutto quando dovrà votare.

    Che poi è assurdo. Impedire il commercio di uteri e relativi bambini è diventato da bigotti. Rivendicare il diritto di ognuno di noi ad avere un padre e una madre è diventato clericale. Difendere la famiglia come tra l’altro è previsto dalla nostra costituzione è diventato omofobo e paragonabile agli atti criminali di reale omofobia. Indignarsi e essere contrari ad una mentalità che paragona le persone alle merci e in particolare le persone malate a prodotti fallati è diventato medievale.

  8. giuliano says:

    lo schifo abominevole ha raggiunto un altro gradino nella scala delle perversioni. I sodomiti, che pur possono usufruire delle attuali leggi per garantirsi quello che a loro serve, vogliono invece l’istituto del matrimonio che per legge naturale ovvia è riservato alle coppie maschio-femmina, perchè lo vogliono ?? ma perchè così facendo ottengono i seguenti risultati
    1) banalizzazione dell’istituto del matrimonio
    2) definitivo scardinamento conseguente della famiglia che proviene dal matrimonio
    quindi i vermi vogliono il riconoscimento giuridico, diversamente non potrebbero raggiungere tali obbiettivi, tutto qui.
    Si astengano i parassiti delinquenti rossi dal rispondere con le loro vane e fasulle argomentazioni, dal momento che essi sono in malafede poichè non possono contestare un semplice fatto: le persone nascono MASCHIO e FEMMINA e poichè invece cavillano sulla parola “diritti” che non esistono. allora le parole con questa schiuma maligna non servono più. Ci vederemo nelle piazze, ma con le armi

    • giampiero says:

      Giuliano moderati! In quale piazza se siete 10.000 in tutt’Italia. Modera il linguaggio. Anche senza ddl Scalfarotto, potresti trovarti la digos a casa.

      • beppe says:

        giampi, su questo hai ragione: la digos prima di pizzicare qualcuno di sinistra o dei centri sociali ha bisogno di molto ma molto tempo..

    • Paolo says:

      Cosa non le risulta chiaro del fatto naturale che sesso ed orientamento sessuale sono due cose diverse?
      Quando parla di parassiti a chi si riferisce? A chi non paga le tasse??
      Usare il termine naturale a sproposito (anche se ormai è un must degli adepti alle ideologie religiose) non la stanca?

      • yoyo says:

        Pene e vagina sarebbero puri accessori? Altro che natura a sproposito!

      • beppe says:

        caro PAOLO se uno ha il sesso maschile e crede di essere una femmina, ecco che abbiamo il famoso DISORIENTAMENTO sessuale. che tu ovviamente consideri PERFETTAMENTE NATURALE.

  9. giampiero says:

    Ad Aldo Ferretti pongo una domanda: Perchè le tue vecchie zie non dovrebbero avere questo diritto a stipulare un contratto? Se era per ridere che c’è da ridere. A me fa ridere che tutti vogliono andare in piazza a manifestare.

  10. Giuseppe says:

    E’ tipico di Gianburrasca Renzi dire ai suoi interlocutori di mettersi l’anima in pace [sinonimo di “stare sereni”], ché tanto decide lui. Peccato che, da cattolico quale si proclama, dovrebbe sapere, almeno vagamente, che l’anima non più in pace sarà proprio la sua quando – al momento opportuno – Qualcuno gli chiederà conto delle sue azioni, e il Bomba scoprirà di non potergli rispondere “stai sereno!” o chiedere un voto di fiducia alla sua maggioranza.
    Ciò premesso, interessante leggere il pezzo sul sito di Repubblica, con la dichiarazione virgolettata di Scalfarotto: “persino il sinodo dei vescovi riconosce la validità del rapporto omosessuale”. Il che conferma una volta di più come tutto questo fervore legislativo sia basato sulla menzogna.
    Basterebbe informarsi davvero su come stanno andando le cose al Sinodo, dove – di fronte alle avventate dichiarazioni contenute nella relazione del cardinale di Budapest – sta montando la sacrosanta reazione dei numerosi Vescovi europei, americani e africani che ancora si ricordano di essere cattolici e [guarda un po’ …] fanno ancora riferimento al Vangelo invece che al clima culturale dominante.
    Suggerisco di visitare il sito de”la Bussola quotidiana” per i resoconti sul Sinodo, invece di bere quelli taroccati di Repubblica, Corrierone, Stampa e compagnia cantante.
    Adesso attendiamo che si sveglino anche i Vescovi italiani.

    • Fran'cesco says:

      Gia’, Giuseppe. C’era uno che diceva “Ripetete una bugia cento volte, mille volte, un milione di volte, ed essa diventa una verità”. E qualche italiano ci sta cascando…

    • Paolo says:

      I vescovi si sveglino pure ma vadano a decidere a casa loro…che non è lo Stato evoluto e Laico italiano

  11. Fabrizio Viola says:

    C’è un modo immediato e a costo zero per risolvere la questione e i tempi sono maturi:1)abolire la pensione di reversibilità PER TUTTI.2)chiunque abbia il diritto di lasciare i propri beni a chicchessia (con la salvaguardia della prole ovviamente),3)chiunque abbia il diritto di scegliere chi lo assisterà in ospedale ed eventualmente in carcere quando dovesse trovarsi in stato di detenzione.Ecco.

    • Tommasodaquino says:

      troppi burocrati resterebbero senza lavoro, poi che cosa gli facciamo fare, occorre riqualificarli oppure inventare altre leggi…

      • Nino says:

        @Tommasodaquino: al contrario, sarebbe ancora più burocrazia perché ognuno sarebbe libero di definire e configurare a suo modo tutta una serie di situazioni mentre ora c’è un solo tipo di contratto matrimoniale standard. Che poi è una delle obiezioni di chi, etero, è contrario al matrimonio (civile), in quanto esso indica il dover accettare un pacchetto preconfezionato di accordi (per esempio, io potrei non essere d’accordo su come gestire il mio fine vita rispetto a mia moglie, in questo caso preferirei che a decidere per me, nel caso io non potessi, non fosse mia moglie ma mio fratello che condivide il mio stesso pensiero, ma questo non è possibile)

        • beppe says:

          o nino, e che c’avrà mai sto matrimonio CIVILE che gli va così stretto. quello non glielo impongono mica i vescovi.

          • Nino says:

            Quello che può averci di stretto te l’ho scritto sopra, per dettagli dovresti rivolgerti a chi è parte di una coppia di fatto ma ha deciso di non sposarsi pur convivendo felicemente da molti anni, rinunciando ai vantaggi del matrimonio civile (in termini di garanzie) per non accettarne gli oneri

  12. manuel says:

    rassegnatevi..il Berlusca ve l ha infilato tutto

    • Andrea UDT says:

      Manuel, mi pare tutto l’opposto:

      prima si è fatto prendere per il culo dalle Olgettine, poi da una extracomunitaria minorenne, poi dalla Brambilla con le sue paturnie animaliste, ora da Luxuria e Pascale.

      Politicamente parlando quel selfie con la Pascale e Luxuria potrebbe essere il bacio della morte.

      Meloni e Salvini si saranno fregati le mani a vedere quella foto.

      • Giannino Stoppani says:

        Il effetti, leggendo le reazioni dei lettori nei commenti su “il giornale” io ho pensato a una “exit strategy”. Secondo me Silvio vende pure il Milan.

  13. Donma says:

    Che tenerone il Berlusca circondato dalla fidanzatina e da Luxuria. Immagine da album di famiglia. Spero che la sistemi come prima foto, così quando vivrà di ricordi, gli si riempirà il cuore di struggente nostalgia.
    Anche a tutti gli altri, che stanno edificando il progetto dell’androgino, tanto caro ai padroni del mondo, ricordiamo che QUALCUNO, molto più potente, ha detto che le porte degli inferi non prevarranno.
    Non preoccupatevi , è solo questione di tempo.

  14. Arturo says:

    Ma cosa c é da discutere scusate? Non chiedono mica di sposarsi in chiesa…il matrimonio è un contrattoe come tale, tutti ne hanno diritto! Vorrei ricordare a tutti che lo stato è LAICO!!!

    • Quercia says:

      Tutti hanno diritto a stipulare un contratto? ma sei fuori di testa? Per ogni contratto le parti devono avere specifiche caratteristiche previste dalla legge. Non è che in quanto persona tu hai il diritto di concludere qualsiasi contratto ti passi per la mente. Sennò domani mi sveglio e decido che è mio diritto comprarmi la Ferrari. Non ho i soldi? e chi se ne frega. A Marchionne gli dico che secondo Arturo tutti danno il diritto di sottoscrivere un contratto (in questo caso di compravendita). E se osa alzare un sopracciglio gli urlo in faccia: “L’Italia è LAICAAAAAHHHAHAHA!!!!!”
      Ma vi rendete conto? siamo al livello di capricci infantili.

      Attualmente il matrimonio (che cmq non è esattamente un contratto) prevede che le parti devono avere, fra le altre, le seguenti caratteristiche: siano esclusivamente 2 e di sesso opposto.

  15. Arturo says:

    Ma cosa c é da discutere scusate? Non chiedono mica di sposarsi in chiesa…il matrimonio è un contratto e come tale, tutti ne hanno diritto! Vorrei ricordare a tutti che lo stato è laico!

    • yoyo says:

      Sarà laico, ma non può sputare sulla natura.

    • beppe says:

      ARTURO in base a cosa stabilisci che TUTTI HANNO DIRITTO AL MATRIMONIO? se le parole hanno un senso cerchiamo di dare loro il giusto contenuto. parlare di FAMIGLIE ARCOBALENO fa COLPO ma non significa niente. a meno che di annulli il senso e la realtà delle cose. e così per il matrimonio. perchè non sostieni anche che tutti hanno diritto a comperare e guidare una ferrari?

      • giampiero says:

        ancora con l’esempio sbagliato di Quercia. E’ una cazzata. Tutti hanno diritto a comprare la ferrari. Anche i ciechi possono comprare una ferrari se gli va.

        • Quercia says:

          Giampiero..su sforzati un attimo prima di vaneggiare. Se tu non hai soldi, non hai diritto di comprarti neanche un gelato. Altro che Ferrari. E al proprietario della Ferrari come al gelatiere tu puoi anche passare tutta la giornata a parlargli di pseudo-diritti e di laicità, ma il gelato e la Ferrari non te li porti a casa.

          Ti ripeto, per stipulare qualsiasi contratto (e il matrimonio cmq non è esattamente un contratto) le parti devono avere specifiche caratteristiche. Ad oggi, il “contratto” matrimoniale può essere stipulato solo da 2 persone (e non da 1 o da 3epiù) e di sesso opposto.

          Ripeto..siamo ai capricci infantili.

  16. francesco says:

    si indica lestamente una nuova crociata per conquistare la terrasanta , si tolga il diritto di voto alle donne e si rispristini immantinente la ss inquisizione….che siano tosto bruciati i pecccatori

    • Menelik says:

      Vai a Raqqa e sarai assecondato.
      Anche a Mosul, se lo preferisci.
      E restaci!

    • clemente says:

      La SS inquisizione ha fatto infinitamente meno vittime in 2 secoli che la rivoluzione francese (quella che attualmente continua con Hollande e le Femen) in 20 anni.

  17. paolo says:

    Quello che non si capisce è che differenza ci sia fra due omosessuali che si vogliono mettere assieme e altri tipi di convivenza.
    Ad esempio fra fratello e sorella. Oppure fra 2 studenti o 2 lavoratori, o due amici per la pelle, oppure uno e il suo vicino di casa. Oppure una confraternita di santoni zen.
    Tutte convivenze che ovviamente si possono fare anche oggi, in base al codice civile.
    Ma che non hanno niente a che vedere col matrimonio (che è l’ unione di uomo e donna, non parenti).
    Vogliono fare una legge inutile, il cui unico scopo è scimmiottare il matrimonio.
    Come se uno volesse far passare la sua bicicletta per una automobile.

    • Giannino Stoppani says:

      Codesto è un problema giuridico non da poco, nel senso che in merito i vari esperti legulei devoti della costituzione, per glissare avranno necessità di porsi davanti agli occhi fette di culatello a tonnellate. Non che la dissimulazione e il paludamento della realtà effettuale con vesti ideologiche sia per essi inusuale, eh?!

      • beppe says:

        giannino non preoccuparti, conosco molti cattolici sinceramente democratici che quando si toccherà LA CARTA – che per alcuni è più sacra della bibbia – scenderanno sicuramente in piazza. stanne certo. adesso non fanno le sentinelle per non dare nell’occhio, ma stanne certo …fidati……..( non ci credi, vero? )… neanch’io.

        • ii says:

          Avremo le contro sentinelle come quando Scalfaro comiziava sulla costituzione mentre Eluana veniva uccisa?

  18. Sasso Luigi says:

    Bisognerebbe escludere anche la reversibilità della pensione.

  19. Maria says:

    Sono solo delle unioni civili. Almeno su questo dovremmo dimostrare cristiana indulgenza e lasciarli unire civilmente. Continuando a dire no a ogni apertura nei confronti dei cattolici omosessuali rischiamo di finire isolati.

  20. vitus1976 says:

    Evidentemente Berlusconi ha seguito il consiglio del suo amico Putin che disse: se Berlusconi fosse stato gay nessuno lo avrebbe toccato. Siccome gli piacciono le donne… abbiamo visto le porcate che gli hanno fatto passare. Scherzi a parte, capisco che vedere Luxuria insieme a Berlusconi abbia l’effetto di un pugno nello stomaco, ma per il momento dobbiamo attenerci ai fatti: il Berlusconi Capo del Governo queste cose non le ha mai proposte e non le avrebbe mai fatte passare, anzi il disegno di Legge della Carfagna sull’omofobia fu bocciato dalla sua stessa coalizione.
    Con altrettanta onestà dico che se Forza Italia dovesse imboccare il sorpasso a sinistra in materia di unioni civili, farebbe un errore madornale e bene difficilmente potrebbe contare sul mio voto, che dirotterei su un altro partito di centro-destra.
    Vorrei fare notare, comunque, che sul Giornale, contrariamente a Repubblica che sulla materia ha una posizione univoca, ci sono posizioni diverse. Basti leggere questo articolo di Veneziani http://www.ilgiornale.it/news/specie-umana-usa-i-gay-estinguersi-825452.html

  21. Mirko G. Salotti says:

    Ho visto questo articolo ed il commentario sottostante un po’ sommariamente. E faccio notare: ottobre 2014..
    Sono passati 3 mesi e l’11 novembre la Suprema Corte di Cassazione ha ribadito l’illegalità della maternità surrogata (cd. utero in affitto).
    Ma è solo un esempio..

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.