Google+

“Alla ricerca di Dory”, la Pixar ai suoi massimi livelli. Come (quasi) sempre

settembre 19, 2016 Simone Fortunato

Un po’ sequel e un po’ remake di “Alla ricerca di Nemo”, il film di Andrew Stanton è un viaggio ricco di colpi di scena verso il Padre, radice dell’esistenza

alla-ricerca-di-dory-film-cinema

La pesciolina Dory ha degli sprazzi di memoria: ricorda confusamente i suoi genitori. Partirà per un lungo viaggio per ritrovarli.

La Pixar ai suoi massimi livelli. Lo diciamo ogni anno anche se ultimamente un po’ meno (Arlo e prima Monsters University erano belli ma non meravigliosi, ma chissenefrega).

Alla ricerca di Dory riparte dove era finito Nemo, di cui costituisce un po’ un sequel e un po’ un remake. L’idea alla base è bellissima: nonostante tutti i difetti, tutte le mancanze, c’è qualcosa che non muore e non si dimentica mai. Un filo rosso che ti conduce al Padre e alla radice della tua esistenza.

Così, nel viaggio, complicato e ricco di colpi di scena, Dory pinna dopo pinna, incontro dopo incontro, amico dopo amico, ritrova i pezzi del proprio passato e li ricompone come in un puzzle. Viene in mente Inside Out e i ricordi primari o come si chiamavano.

Qui la cosa che commuove di più è che la realtà ti è sempre amica ed è rappresentata da un mare di incontri buoni e provvidenziali.

Alla ricerca di Dory, di Andrew Stanton

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Ariele scrive:

    A mio figlio fa venire in mente la frittura di paranza.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

La sfida che attende la nuova Seat Arona, al debutto tra le SUV compatte, ricorda quella di Kung Fu Panda contro le “Leggende Leggendarie”. Una outsider dalle dimensioni contenute, agile, scattante e con tante frecce al proprio arco che affronta senza alcun timore reverenziale i “mostri sacri” della categoria. Forte di una vitalità, sia estetica […]

L'articolo Prova Seat Arona proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download