Zuckerberg all’assalto del mobile con Facebook Home

Tutti si aspettavano uno smartphone, ma la novità dell’azienda di Palo Alto è un’applicazione per Android che permette un’interazione totale tra telefonino e social network.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

«Sono molto eccitato all’idea di mettere Home nelle vostre mani. E sono anche fiero di ogni persona che ha lavorato così duramente per permettere a Home di vedere la luce». Con queste parole due ore fa Mark Zuckerberg, sul suo profilo, ha salutato la nascita di Facebook Home. La rivoluzione del social network non è un telefonino, come tanti si aspettavano, ma un’app per Android con qualcosa in più.

UN TELEFONO SOCIAL. Facebook Home permetterà di trasformare qualunque smartphone Android in un dispositivo totalmente social che «muova il contenuto dal grande al piccolo schermo». Che tradotto vuol dire che, attraverso quella che Zuckerberg ha definito “Home experience”, si potrà avere la migliore connessione possibile tra il proprio profilo Facebook e funzioni del cellulare come contatti, foto, video e calendario. Dopo aver installato Home sarà possibile vedere le notizie dei propri contatti dalla schermata iniziale del cellulare e interagire con più immediatezza, anche attraverso l’uso di un servizio di messaggistica “Chat Heads”. L’app sarà disponibile a partire dal prossimo 12 aprile e molti sono i modelli di telefonini su cui sarà possibile installarla, dagli ultimi modelli di Samsung Galaxy ad alcuni Htc. Google e Facebook, quindi, s’incamminano insieme per attaccare il gigante Apple e portare il futuro ancora più in là. Intanto ieri è stato anche reso noto che a partire dal 12 aprile sarà venduto il primo smartphone con Facebook Home già preinstallato. Si tratta del nuovo Htc First, schermo da 4.3 pollici e un prezzo molto competitivo, 99,99 dollari.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •