Inghilterra, c’è la conferma: 98 mila aborti (54%) praticati illegalmente nel 2012. Per i medici nessuna sanzione

Almeno 67 dottori firmavano il modulo che autorizza l’aborto in bianco senza neanche conoscere la donna per cui sarebbe stato usato

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un’indagine condotta dalla sanità inglese ha confermato che il 54 per cento degli aborti che vengono effettuati in Gran Bretagna è illegale. Secondo i dati diffusi a gennaio durante un’interrogazione parlamentare, nel 2012 in 98 mila casi il medico non ha incontrato neanche una volta la donna che voleva interrompere la gravidanza, contrariamente agli obblighi di legge.

MODULI FIRMATI IN BIANCO. I risultati di un’indagine condotta dal Care Quality Commission per la sanità inglese ha confermato che almeno 67 dottori hanno violato la legge, firmando in bianco e in anticipo moduli per l’aborto che venivano poi riempiti con i nomi delle interessate volta per volta.
Uno di questi medici ne ha firmati così tanti che venivano ancora usati nel 2014 nonostante lui fosse in pensione da quattro anni.

NESSUNA SANZIONE. Anche se i medici sono stati riconosciuti colpevoli, il General Medical Council (Gmc), equivalente dell’ordine dei medici, ha fatto sapere che non prenderà provvedimenti contro nessuno di loro. Non solo non verranno licenziati dagli ospedali pubblici per aver violato la legge, ma neanche sospesi o sanzionati. I loro nomi non saranno neanche comunicati alla polizia, anche se le azioni commesse sono punibili con diversi anni di carcere.

«ABORTO ON DEMAND». Jim Dobbin, parlamentare del partito laburista, ha commentato così la notizia: «Questo prova in modo evidente che viviamo in una cultura dove l’aborto è on demand. Sessantasette dottori approvavano l’aborto tranquillamente senza sapere niente delle donne che lo richiedevano. Ancora peggio, gli avvocati e i medici del Gmc hanno deciso di tenere questi crimini per loro [e di non informare la polizia]. Questo disonora il Gmc e fa dell’Abortion Act una presa in giro».

«È SPAVENTOSO». David Burrowes, parlamentari Tory, ha aggiunto: «È una cosa spaventosa. un così grande numero di medici può patentemente violare la legge e il più antico istituto medico del paese non riferisce i loro crimini alla polizia».
In Inghilterra sono state praticate circa 200 mila interruzioni di gravidanza nel 2012 (105 mila in Italia). Su 600 aborti praticati ogni giorno, 378 sono contro la legge.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •