Google+

Contestazioni e insulti. E ora il sindaco di Siena vuole pure impedirci di scendere in piazza

giugno 3, 2014 Sentinelle in piedi Siena

Il primo cittadino di Siena vuole evitare veglie in piazza del Campo perché siamo «contro le nozze gay». La miglior conferma che dell’impianto ideologico del ddl Scalfarotto

sentinelle-in-piedi-sienaEgregio direttore,

nel ringraziarla sentitamente per aver dato voce, sulla versione on-line del Settimanale TEMPI, alla realtà delle Sentinelle in Piedi, che di norma incontra l’indifferenza nella cronaca nazionale e locale, provvediamo di seguito ad alcune precisazioni relativamente alla veglia del 20 maggio 2014 svoltasi a Siena.

La veglia, organizzata nel pieno rispetto delle norme vigenti in materia di “eventi e manifestazioni pubbliche” rimarcando il carattere apartitico ed apolitico delle Sentinelle in Piedi, ha visto la partecipazione di 150 persone di persone di tutte le età, compresi bambini e mamme in attesa,  rappresentanti tutte le estrazioni sociali.

Come da copione, a pochi minuti dall’inizio della veglia, un gruppo “arcobaleno” con magliette e palloncini colorati, ha avviato una contromanifestazione non autorizzata.

I contromanifestanti non autorizzati (che i giornalisti hanno detto provenire da membri del movimento pansessuale di Siena e dall’ArciGay di Arezzo) hanno rotto l’armonia geometrica delle Sentinelle inframettendosi fra chi vegliava silenziosamente leggendo orientato verso un unico orizzonte. Fortunatamente non c’è stata alcuna violenza fisica, ma sicuramente ci sono stati atteggiamenti e azioni volgari ed offensivi: non sono mancati baci saffici di fronte a minorenni che leggevano in silenzio il loro libro, esposizione di cartelli contro i manifestanti, cori dove le Sentinelle sono state chiamate “fascisti” e “razzisti”, palloncini sbattuti ripetutamente in faccia a chi leggeva in santa pace, frasi di intolleranza “anagrafica” rivolte a uomini e donne ultrasessantacinquenni che vegliavano con il loro libro, ai quali, ricordando loro di essere “vecchi e inutili”, è stato rivolto l’invito a togliersi di lì.

Più che la volgarità aggressiva e ideologizzata dei gruppi LGBT, ha colpito e profondamente ferito

L’atteggiamento antidemocratico dell’Amministrazione Locale di Siena che, la settimana precedente la veglia delle Sentinelle, aveva patrocinato insieme ad altri soggetti pubblici (Provincia, Regione, Università, Università per Stranieri e Comitato Siena Capitale Europea della cultura nel 2019) un’intera settimana contro omofobia, bifobia e transfobia promossa e organizzata dal Movimento Pansessuale Comitato Territoriale Arcigay in occasione della X giornata Mondiale contro l’omofobia: settimana durante la quale le Sentinelle, che veramente credono nella libertà di espressione del pensiero, che anzi combattono per essa, non hanno minimamente disturbato o recato intralcio.

Singolarissimo come si siano trovate a Siena le energie e le disponibilità per l’argomento “omofobia” (che dal 2010 ad oggi registra appena 20 casi l’anno in tutta Italia 0 a Siena contro, per esempio 1.200.000 casi l’anno di violenze sulle donne) mentre non si ricorda riunito in questi anni un simile “parterre des rois” per affrontare pubblicamente la crisi di una città dilaniata da uno smarrimento senza precedenti, dove una delle Banche più prestigiose d’Italia è stata messa in ginocchio in un amen con pesantissime ripercussioni sociali e con fatti di cronaca tristemente noti a tutto il mondo. Eppure tutti quelli che sono stati pronti a mettere la faccia sull’hashtag #liberidallomofobia si sono dimostrati assai meno solleciti ad affrontare una discussione pubblica sulle responsabilità del sistema politico senese e i rimedi possibili in questa fase drammatica della storia cittadina.

Il Comune, per il tramite del Gabinetto del Sindaco ha contattato gli organizzatori, la notte precedente il giorno della veglia, ponendo problemi circa la possibilità dell’utilizzo della Piazza del Campo per una non meglio documentata concomitanza di eventi e suggerendo altre piazze meno centrali. Ostacolo risultato poi inesistente tanto che la veglia è stata fatta come da programma.

L’episodio antecedente il giorno della veglia è stato solo il primo dei dispiaceri che il Comune  ha “regalato” alle Sentinelle. Dopo la veglia del 20 maggio, nel consiglio comunale del 22,  una consigliera del PD ha presentato un’interrogazione urgente al Sindaco (forma di interrogazione che non prevede repliche da parte dei consiglieri ma solo del Sindaco e che pertanto ha impedito che vi fosse sull’argomento un contraddittorio fra le forze politiche presenti). La consigliera PD ha affermato che essere contro i matrimoni gay ha una valenza politica ed ideologica, oltre che discriminatoria, e che pertanto la Piazza non può essere ceduta per tali finalità essendo il simbolo della collettività, dove tutti i senesi si riconoscono.

Sorprendente e incredibile la risposta del sindaco Valentini che, attribuendo ad un disguido di comunicazione interna la concessione della Piazza alle Sentinelle, ha promesso la revisione dei regolamenti per la concessione della Piazza del Campo, come richiesto dalla consigliera PD.

In tal modo il Sindaco conferma che la libertà di espressione è ammessa solo nei casi in cui si sia in sintonia con il pensiero LGBT mentre il resto offende la libertà altrui. Con simili premesse è lecito supporre che ad alcuni verrà impedito di manifestare il proprio pensiero perché l’arbitrio di altri lo ritiene “politico” ovvero offensivo nei confronti di terzi. Facciamo però notare che nessuno ha mai vietato i gaypride, sebbene molte persone li ritengano offensivi della moralità e del decoro civile.

Egregio Direttore i fatti narrati costituiscono  piccoli-grandi esempi di atteggiamento assai poco neutrali delle istituzioni, che si schierano apertamente contro le Sentinelle in Piedi, senza nemmeno entrare nel merito del motivo per il quale esse manifestano, e tutto anche prima dell’approvazione del Ddl Scalfarotto contro l’omofobia, dunque con un sussiego e uno zelo sospetti se non illegittimi.

Siamo fermamente convinti che la discriminazione omofoba non esista, basta guardare di cosa sono pieni giornali, televisioni, film e panorama politico nazionale. Crediamo invece che ci sia un atteggiamento discriminatorio nei confronti di chi sostiene che la famiglia fondata sull’unione di un uomo e di una donna vada difesa come bene fondante la società, e che la libertà di espressione di ciascuno debba essere garantita senza pelose limitazioni. E che non possa costituire reato perseguibile l’affermazione, ribadita con forza, che ogni bambino ha diritto a un padre e una madre. E per questo non ci stancheremo di vegliare.

Il Comitato Sentinelle in Piedi Siena

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

59 Commenti

  1. Fran'cesco says:

    Perfettamente allineati a Scalfarotto, si stanno rivelando quello che davvero sono.
    Il sindaco pero’ sta facendo un po’ il pecorone mi sembra…

    • Orazio Pecci says:

      Chiamare pecorone il sindaco di Siena è offendere gli ovini.

      • Fran'cesco says:

        Fortuna che Scalfarotto ha voluto discriminare gli ovini e non includere i pecorofobi nella proposta di legge.

  2. michele says:

    No, fa il suo mestiere di comunista ideologicoed illiberale.

  3. leo aletti says:

    Al Sindaco piace ballare il bunga bunga LGBT.

  4. Adriano says:

    Finché continuerete a sostenere che l’omofobia non esiste (e non c’è nulla di più sbagliato perché esiste e come) non arriverete da nessuna parte. Mi auguro che approvino la legge sull’omofobia il prima possibile. L’art 21 della nostra Costiruzione è sacro ma questo non vuol dire che si possano discriminare e considerare “anormali” persone normalissime. Mi sembra di essere tornato indietro ai tempi in cui Kennedy doveva mandare gli agenti federali a far rispettare le leggi contro il segregazionismo.

    • Grillo Parlante says:

      A me sembra di essere tornato ai tempi di Nerone che ammazzava i cristiani.

    • Fran'cesco says:

      O bella, chi dice che l’omofobia non esiste? Forse ti riferisci alla frase:
      “Siamo fermamente convinti che la discriminazione omofoba non esista” ?

      Bisognerebbe che qualcuno ce la definisca anche una volta o l’altra questa omofobia…

      Per quanto riguarda invece le “discriminzaioni”, quelle si che non esistono

    • martino says:

      Certo che esiste, chuedilo al bambino indiano sodomizzato da 8 adulti liberali….C’è da aver paura, o no?
      Oggi si ricordano Carlo Lwanga e compagni martiri, anche loro sono stati omofobi….loro malgrado.
      Quando sento certi fatti mi domando perché non sia lecito essere diffidenti.

    • luca says:

      per fortuna in italia le aggressioni e le discriminazioni nei confronti di omosessuali sono tra le più basse in europa. certo, se tu identifichi come omofobia la contrarietà al matrimonio gay, allora l’Italia è un paese di omofobi, e per fortuna!

      • Alberto says:

        Non è che magari l’Italia è il paese europeo dove i gay denunciano meno le aggressioni? So di casi anche gravi, con violenza e rapina, dove la vittima ha preferito non denunciare nulla e che quindi mai figureranno in alcuna statistica.

        • Fran'cesco says:

          Non e’ che Giovanardi e’ MESI che sta aspettando dei numeri sulle aggressioni (vere) e NESSUNO gliele comunica? Siete ancora in tempo.

          (Io invece so di un gay che e’ caduto per strada e che ha fatto il furbo…)

        • Cisco says:

          Alberto, quali sono i paesi in cui i gay denunciano di più? E quante vittime ci sono? Se ci sono dei numeri commentiamoli. Io conosco gay che hanno denunciato atti di omofobia per puri scopi politici quando in realtà non lo erano…

          • Alberto says:

            Per esempio i paesi in cui la polizia è preparata sull’argomento e ci sono agenti che si sono specializzati in questo tipo di crimini.

            • Fran'cesco says:

              Ah ecco, siccome in polizia ci sono pochi mezzi e pochi soldi, investiamo in corsi agli agenti per … ??? andare a cercare chi ha ricevuto un pugno sul naso ? oppure schedare tutte le sentinelle di Lecce e Siena ?
              Alberto, lassa perdere

              • Alberto says:

                A parte il fatto che con un pungo si può anche uccidere, questa tua assoluzione della violenza rivela la tua natura. Per il resto qualcosa la polizia fa, da qualche anno ci sono corsi appositi per i dirigenti, ma è comunque molto poco rispetto agli altri paesi europei.

                • Fran'cesco says:

                  La mia era una battuta, per dire che se la polizia non interviene a Lecce o a Siena cosa vuoi che faccia?

                  Non ho capito che cosa insegnano ai dirigenti di Polizia, a fare in modo che i 20 casi all’anno di aggressione diventino 15? E intanto le ragazzine vengono aggredite nei parchi e nessuno alza la voce…

                  • Alberto says:

                    Non mi pare che siano stati aggrediti in quei casi. Qui qualche spiegazione

                    #http://www.gay.it/channel/attualita/31561/Polizia-corso-di-tolleranza-gay-al-2%C2%B0-anno-di-accademia.html

                    E’ già da alcuni anni che si fa.
                    Come saprai, in Italia esiste anche un’associazione di poliziotti e militari gay in , come è nel resto d’Europa.

                    • Fran'cesco says:

                      Se per “aggressione” intendi un pugno in faccia, non ancora.
                      Se per te va bene che uno non possa stare in piedi, zitto, leggendo un libro, esprimendo cosi’ il proprio desiderio di liberta’ di pensiero…
                      Sono molto piu’ violenti e soprattutto pericolosi i fatti di Siena e Lecce che non un pugno di un matto in faccia ad un discriminato.

    • Zarathustra says:

      La pubblica difesa delle istituzioni sempre e comunque a favore degli omosessuali è la prova più lampante del fatto che l’omofobia non esiste.
      Ma provate solo a dire in pubblico che il rapporto omo non è uguale a quello etero, pur essendo questa cosa di una realtà imbarazzantemente immediata: venite sbranati dai benpensanti.

  5. Alvaro il Laido says:

    Propongo alle sentinelle di cambiare strategia in modo da far mangiare a certi cialtroni lo stesso pane che vorrebbero dare a voi.
    Tenete conto di quanto segue:
    Disturbare una funzione (una messa) è un reato penale.
    Basta riprendere i disturbatori con un telefonino e fare un esposto all’autorità invitandola ad identificare e perseguire i colpevoli.
    L’azione penale è obbligatoria, e il reato è flagrante e incontestabile.

    • Shiva101 says:

      “Egregio Direttore i fatti narrati costituiscono piccoli-grandi esempi di atteggiamento assai poco neutrali delle istituzioni”

      !!! ASSURDO! dovessi fare il copia incolla di tutte le volte che le istituzioni vi danno ognitipo di privilegio occuperei tutto lo spazio a disposizoine nei server.

      A partire dallo stipendio a tempo intedeterminato assicurato ai vari preti e cappellani negli ospedali pubblici per un esborso di MILIONI di euro.

      Esprimere in pubblico messaggi discriminatori non deve MAI essere consentito.

      Questo è un altro esempio di come è retrograda e pericolosa una certa cultura religiosa.

      ** Non c’e’ alcun motivo e su NESSUNA base è possibile impedire a due gay di unirsi come coppia, in modo UFFICIALE, se non quella della discriminazione sessuale **

      L’omofobia esiste: siete voi.

      @Fran’cesco
      “Il sindaco pero’ sta facendo un po’ il pecorone mi sembra…”

      “Fortuna che Scalfarotto ha voluto discriminare gli ovini e non includere i pecorofobi nella proposta di legge.”

      Complimenti Francesco, sempre pronto a dare dimostrazione di volgarità..
      Quando i sindaci vi danno soldi, strutture e consensi non sono dei pecoroni vero?

      Ops.. forse intendevi “pecorone” come complimento, cioe una grande pecorella del gregge del Papa…

    • Fran'cesco says:

      Alvaro, e’ esattamente quello che vogliono. Noi siamo di un’altra pasta.

  6. Bifocale says:

    Che volete farci, c’è chi nega l’olocausto, questi negano che l’omofobia esiste… E, come tutti i razzisti (l’omofobia è una forma di razzismo) negano di essere razzisti, ovvero negano l’evidenza.

    • michele says:

      Chiedi subito scusa agli ebrei!

    • Fran'cesco says:

      Bifocale,
      prima delle tue solite affermazioni senza dimostrazione, perche’ non commenti i fatti vergognosi di Lecce e Siena? Tanto per rendere i tuoi interventi un po’ credibili.
      Poi passa pure a definire “omofobia” e infine a fornire i dati che Giovanardi sta aspettando da mesi, cosi’ abbiamo qualcosa di fondato su cui discutere.

    • Toni says:

      No… si nega solamente che l’omofobia è quello che etichetti tu. Per te è omofobo chiunque non si inchini ai tuoi capricci . Naturalmente capricci ben supportati da un stuolo di antropologi, psicologi, sociologi ecc. ecc … E chi tra queste categorie è contrario ? Facile…. è omofobo !

      • Shiva101 says:

        Ma se vai contro tutti, antropologi, sociologi, psicologi forse sarai te che sbagli… no?
        non t’e’ venuto il dubbio?

        • toni says:

          🙁

          PS – A tutti: c’è una combinazione di tasti per creare un emoticon che manifesti l’allergia verso gli imbecilli?

        • Toni says:

          Shiva , so che non serve a niente perché tu scrivi minchiate e poi le neghi nonostante siano al loro posto:
          Dove ho scritto “tutti” nel mio post?
          Ho scritto : da un stuolo di antropologi, psicologi, sociologi ecc. ecc …
          Non ho scritto : …. tutti, antropologi, sociologi, psicologi ”

          La differenza è notevole perché sostengo che Bifocale cita a vanvera ciò che gli conviene… poi se ci sono contrari al suo pensiero ( mi riferisco sempre psicologi, antropologi sociologi…) li qualifica omofobi o incapaci, o in mala fede ecc

          Hai capito? O in quella camera piena di cemento e gas non circolano abbastanza neuroni per creare una sinapsi adatta.
          Ti sto insultando…. vediamo…… SI … lo ammetto, e non è bello, ma è liberatorio quando ti trovi davanti una montagna di letame (mi riferisco ai tuoi argomenti)
          Perché ? Non di sicuro perché la pensi diversamente da me… ma perché scrivi minchionerie.

          PS – Alla fine ho ceduto…. ma va bene così!

        • Pascal says:

          Per non parlare degli zoologi

  7. Davide says:

    L’omosessualità non é più una malattia grazie ad un’alzata di mano.
    Chi non accetta l’omosessualità é “malato” il che mi sembra un uso quantomeno politico del concetto di malattia.
    Quindi non solo l’omofobia in se non esiste ma esiste invece l’eterofobia.
    E bisogna ricordare a tutti gli lgbt che se esistono é grazie ad “omofobi” che han seguito l’ordine naturale delle cose.
    Per quanto mi riguarda la tolleranza verso gli lgbt si é rivelata un gravissimo errore.

  8. Davide says:

    L’omosessualità non é più una malattia grazie ad un’alzata di mano.
    Chi non accetta l’omosessualità é “malato” il che mi sembra un uso quantomeno politico del concetto di malattia.
    Quindi non solo l’omofobia in se non esiste ma esiste invece l’eterofobia.
    E bisogna ricordare a tutti gli lgbt che se esistono é grazie ad “omofobi” che han seguito l’ordine naturale delle cose.

    • Nino says:

      siamo ancora a questo? Omosessualità = malattia? .. stiamo freschi

      • Toni says:

        Che ne pensi di questo? Sono contrario all’adozione da parte dei gay = odi i gay = omofobo = malato.

        • Raider says:

          Se si va in piazza a manifestare – cioè, un momento: se si manifesta in difesa di un modello di famiglia ‘tradizionale’, idea che non figura nelle Tavole della Legge di compatibilità con il Pensiero Unico – senza aggredire nessuno, si trova gente che insulta, provoca e aggredisce nell’inerzia delle forze dell’ordine, nell’indifferenza dei pubblici ufficiali e nel silenzio degli organi di informazione (il corrispettivo dell’omertà sulla persecuzione del Cristianesimo in ogni tempo e in ogni dove). Non solo, ma si trovano a ogni angolo di strada e a piantonare i sedili di un piazza sindaci che vogliono proibire manifestazioni assolutamente pacifiche. A essere fatte segno di ostilità sono idee e chi le sostiene: le stesse che si vorrebbe, mercé apposito decreto e apposita polizia, bandire, spedendo in galera chi le esprime. E c’è gente che plaude a tutto questo!
          Chi? Gli stessi che, se sono loro a manifestare, non accettano che vi sia qualcuno che, senza provocare, senza insultare e senza aggredire, contromanifesti inalberando qualche cartellone. Quello offerto dai militanti gay e pro-gay che vengono fino a qui a dare saggi ginnico-verbali di refratterietà alla libertà di parola non potendo passare alle vie di fatto come, non c’è da dubitare, farebbero per strade e pubbliche piazze con la complicità di sindaci e polizia, è un esempio classico di squadrismo e di prova di regime in atto: ieri, a Partito Unico; oggi, a Pensiero Unico.
          Non contenti di questa arroganza, intolleranza e viltà smisurate (sì, perché si guardano bene, queste delicate personcine, dal’insolentire – anche per motivi, come dire: meno ‘personali’? – gli islamici, sia in trasferta che a domicilio), vanno oltre i fascisti e i nazisti (già, “oltre Htiler”: non si sentiranno soli, giunti a questo traguardo storico) cui paragonano gente inerme, non solo negano di essere l’immagine spiccicata di color che dicono di odiare, ma si proclamano democratici! Coloro che agiscono così – e non sono, lo ribadisco, né tutti i gay né tutti gay, ma solo minoranze squalificate e squalificanti di fanatici -, mostrando quale fondo di odio bestiale e di ottusità vi sia dietro la loro costante emissione di parole a vuoto, hanno fatto davvero tutto il possibile per mostrare definitivamente come tutta la loro vita, sessuale, mentale e politica sia una parodia di quello che non hanno, di quello che non sono, di quello che amano come di quello che odiano. Nessuna condanna potrebbe essere peggiore di quella che meritatatamente si comminano da soli nel prendersela con gli altri in maniera così irrazionale e intrinsecamente violenta.

        • Shiva101 says:

          no, voi cattolici non li odiate..

          li reputate solo
          – indegni di formare una coppia
          – egoisti (o edonisti!!) perche scelgono semplicemente di amare chi sentono di amare veramente invece di scegliere, per il bene della societa (!!!), di unirsi con una donna che non vogliono formando una familgia fasulla ma che puo procereare
          *(e ovviamente battezzare)*
          (inoltre fate passare il concetto che l’amore non vale niente se non puo procreare)
          – malati in quanto l’omosesualita per la chiesa E’ una malattia
          – dei pervertiti per i quali il catechismo, citando la bibbia, li definisce “un abominio”…
          – in piu il catechismo accenna anche a probabile sospetto di non essere idonei a lavorare e altre s….. del genere

          .. e per fortuna che non li giudicate!

          inoltre la cheisa NON ha firmato la moratoria contro il reato di omosesusalita e ha ostacolato iniziative contro la discriminazione sui posti di lavoro ecc..

          secondo me, a mio modesto parere, siete veramente OMOFOBI e incitate all’omofobia, una preoccupazione espressa anche dall’Onu…

          capito Toni (il distratto) ?

          • Toni says:

            🙁

              • Fran'cesco says:

                Toni, la lezione di catechismo ti ha mandato in crisi?

                • Toni says:

                  @ Francesco
                  La colpa è un poco tua … 🙂 … cerco di non rispondere all’imbecille e continuo a sperare nel miracolo. Non ti nascondo che è dura perché è troppo invitante (con la sua forza argomentativa 🙂 ), ma fin che posso … resisto.

          • Q.B. says:

            Ah be, se l’ha espressa il signor ONU, allora …

            Ah shi’, goditela finché dura perché anche se non te ne sei accorto, questa follia ha iniziato il suo declino; nel momento esatto in cui voi “attivisti” avete iniziato a mettere sul tavolo tutte le teorie deliranti che ruminavano nel retrobottega del vostro emicranio le avete rese note alla “massa”, lavoratori, operai, padri e madri di famiglia (che fino a prova contraria sono quelli che mandano avanti il paese) e iniziate a essere sommersi da uno scroscio di risate.

            Credo che passarete alla storia come gli autori del tentativo di dittatura del pensiero unico più ridicolo e malriuscito che la storia ricordi.

          • Giannino Stoppani says:

            Oggi mi sento buono e rispondo al povero Shiva
            – “indegni di formare una coppia”
            “Indegni” ce lo hai messo tu, visto che la massimo qui si il sesso diverso debba rimanere uno dei requisiti necessari a due persone per contrarre matrimonio.
            Per farti capire Prandelli non mi ha convocato per i mondiali, ma io con ciò io non mi ritengo certo “indegno” di indossare la maglia azzurra, tanto più che sono uno di quei tanti che per un anno hanno portato una divisa. Al massimo mi considero una “schiappa”.
            – egoisti
            Beh, per rimanere all’esempio di prima, se obbligasse Prandelli a convocarmi al posto di Buffon un tantino egoista lo sarei, visto che penserei più alla mia soddisfazione (si fa per dire, eh?!) che al bene della squadra (che prenderebbe una caterva di gol).
            – malati
            La questione della patologia non riguarda la religione e in questo contesto essa rappresenta un falso problema innestato per sviare il discorso. In realtà si può essere sanissimi e al contempo peccatori di prima grandezza, visto che il peccato e la malattia sono su due piani distinti (quello fisico-mentale e quello spirituale)
            – dei pervertiti ecc.
            In effetti la pratica dell’omosessualità è un peccato grave, ma di peccati ce ne sono talmente tanti che ogni cristiano sano di mente si considera un peccatore (a ragione).
            – e per fortuna che non li giudicate!
            Non è la fortuna, ma l’insegnamento cristiano che dice di non giudicare il peccatore ma il peccato.
            – la Chiesa non ha firmato ecc.
            Non ha firmato perché, come tutte le cose che vengono da satana, la moratoria celava un inganno che ti invito a verificare da solo (la mia pazienza è finita)
            Ciao bello.

            • Shiva101 says:

              Hai confermato il post precendete.. egoisti, coppie di serie B, pervertiti..

              hai confermato tutto e pertanto sei un omofobo in piena regola.

              “Non ha firmato perché, come tutte le cose che vengono da satana”

              Firmare contro il reato di omoseusalita è un atto che viene da Satana??
              Non c’era NESSUN inganno, è inutile cercare scuse stupide.

              Ciao bello.

              • Q.B. says:

                Non posso rispondere per giannino, ma per quanto mi riguarda non sono “fobico” riguardo l’omosessualità, nel senso che non mi fa paura, ma trovo che sia un disordine dell’affettività che arriva a coinvolgere la sfera sessuale; su quest’ultimo piano non nego di provare un certo disgusto all’idea della copula contronatura tra due uomini. Se ritieni questa formulazione corrispondere a “omofobia” (ma qualcuno l’ha mai definita in modo lievemente coerente??) e che deve essere debellata (vedete dovre potrebbe portare lo scalfarottellum) allora tirati su le maniche perché al di fuori del circolo argcigay e simpatizzanti che frequenti tu, la maggior parte dei sette miliardi di abitanti del pianeta ancora la pensa così e non smetterà mai di farlo. Cresci, guarda in faccia la realtà e fattene una ragione che forse finalmente la tua vita potrebbe andare meglio; certo a leggere quello che scrivi sembra impossibile, ma mai porre limiti alla Provvidenza.

              • Giannino Stoppani says:

                “Hai confermato il post precendete.. egoisti, coppie di serie B, pervertiti..”
                Se non capisci l’italiano non è colpa mia…
                “Non c’era NESSUN inganno, è inutile cercare scuse stupide.”
                Shiva bello, io ti avevo invitato a verificare, ma costato che tu preferisci insultare.
                La colpa è mia che ti ho dato spago, pensando di avere a che fare con un essere umano.
                Cos’altro attendersi dai servi di satana se non menzogne e insulti?

          • Raider says:

            Shiva101 e trimurtico, le coppie sono una cosa, peraltro in via di superamento via poliamorismi e tecniche di manipolazione genetiche che moltiplicano, in pratica, all’infinito il numero dei genitori: magari, un bel giorno, per richiedere uno stato di famiglia o un certificato di nascita si dovrà indire un censimento, con aggravi per lo Stato che Renzi esegue e la Merkel commissiona spendig review dalla mattina alla sera. Queste coppie che si amano o così dicono anche a chi non è interessato a sapere i fatti loro, queste trittie o trittici o terziarie, quaterrnarie, cinquine, poligenitoriali, club per scambisti di geni e così via, tutto sono, meno che famiglie: se lei pensava a coppie da sposare, cominci a sposare queste famiglie che si amano e si donano materiale genetico e riproduttivo, laddove anche i medici qualcosa in più delle mammane fanno e potrebbero avere voce in capitolo.
            Di tutte le altre sue estrapolazioni non possono rispondere gli altri: a rispondere di discriminazioni, divieti di manifestazione, insulti e urla di odio unidirezionali, violenze squadriste e sfuse di facinorosi: insomma, di tutto lo schifo concentrato e messo in atto contro le Sentinelle in Piedi nel silenzio dei mezzi dì’informazioni sono chimati coloro che approvano tutte questo e fanno le vittime della storia, mentre l’unica storia che non si è mai interrotta è quella che vede i cristiani trattati come carne da macello o se va bene, come bersaglio di attacchi che vanno condannati senza esitazioni né attenuanti da ogni persona dotata di senso civico e un minimo di giudizio. Quindi, si calmi. La cosa non la riguarda.

          • mike says:

            mi convinco sempre più che gli omosessuali, assieme a bisessuali e transessuali, sono lo strumento più subdolo col quale vogliono eliminare il cristianesimo dall’europa. e proprio per il tuo modo di parlare così aggressivo. infatti sei aggressivo, poi magari dite che la gente è aggressiva con voi. mi sa che vi hanno caricato bene, siete carichi di energia ossia di rancore. e di egoismo. non conosco tutta la musica e tutto il cinema e tutta la letteratura. un po’ di tutto ciò, ma vorrei vedere quanta propaganda pro gay ecc. ci sta. partendo dagli anni ’60 che credo basti ed avanzi. la cosa che mi fa spesso andare fuori dai gangheri è che oltre a non voler (o non poter?!) spiegare come mai siamo maschio o femmina, oltre a ciò siete di intralcio agli etero, ma questo non vi interessa. secondo me lo sapete, mica siete scemi, ma ve ne fregate. ecco perché siete egoisti. poi non vedete come ci stiamo riempiendo di islamici. secondo te che combineranno quando saranno di più? aspettiamo non troppi anni, quando gli anziani europei non ci saranno più e i loro figli (degli islamici) saranno cresciuti. da noi andrà a rilento, ma in paesi come l’inghilterra no. lì per essere sicuri li educano nelle loro scuole, con l’avallo (molto interessato) dello stato inglese. io non credo che nel loro momento saranno teneri con voi. forse allora uscirete dal sonno profondo in cui siete sprofondati. rimpiangendo il cristianesimo.

            • Paolo says:

              Senza farla uscire dai gangheri le icordo che:

              A) sesso biologico e orientamento sessuale sono due cose diverse e distinte;
              B) non é che per forza sia necessario sottostare alle nevrosi di questa o quella ideologia confessionale, si può essere anche laicamente civili;
              C) di per sè il cristianesimo non è meglio dell’islam, i paesi islamici sono come l’Europa del medioevo. Solo che l’Europa ha avuto un processo di civiltà che l’ha portata ad affrancarsi, non del tutto purtroppo, dall’ideologia religiosa di turno.
              D) in cosa gli omosessuali sarebbero di intralcio agli etero???

        • Nino says:

          sei contrario all’adozione da parte dei gay? è un tuo parere, che non condivido ma rispetto

          questo non necessariamente vuol dire che odi i gay , ma se odii i gay ma non prendi una mazza da baseball e non vai in giro a fracassarla in testa ad una coppia di ragazzi (o ragazze) che passeggia mano nella mano per strada direi che è un problema tuo, che ti consiglierei di affrontare, esattamente come ti consiglierei di affrontare il problema di odiare i negri o gli ebrei per curare quella che è una tua “fobia”

          Se però vai in giro a dire che Hitler faceva bene a mandare i gay nelle camere a gas secondo me quello è un reato

          • AndreaB says:

            Buongiorno Nino,
            Credo che lei constati chiaramente la differenza tra l’approvare la morte nelle camere a gas per deteminate categorie di persone ed il considerare, potendolo affermare in pubblico e liberamente, che la sodomia e’ una cosa sbagliata. Inoltre, una frase come quella da lei riportata dovrebbe essere considerato un insulto grave per qualsiasi classificazione di persone: gay, cristiani, diversamente abili, zingari, uomini e bambini di qualsiasi razza.

          • Toni says:

            Il tuo è il tipico esempio di pensiero pericoloso e persecutore.
            Io sono contrario :
            1) Al matrimonio gay perché costituisce presupposto ( x principio di non discriminazione) per legittimare il punto 2;
            2) Adozione da parte dei gay;
            3) Sono contrario ad una legge antiomofobia perché verrebbe usata “anche” per impedirmi di esprimere le mie contrarietà di cui al punto 1) e 2);

            Non fracasso con mazze la testa a dei gay. Sono contrario ad ogni forma di violenza sia fisica che psicologica (anche quella di Hitler). Sono contrario ad ogni forma di indottrinamento. Non voglio impedire il formarsi coppie (o triple), lavoro e diritti di successione ai gay.

            Noto invece che tu mi vedi omofobo …. Ed allora …. lo vedi che ho ragione ad essere preoccupato?

      • anonim says:

        Ci sono casi in cui l’omosessualità e vissuta serenamente e altri invece no.
        E casi in cui è frutto di una carenza affettiva e di identità di genere.

  9. AndreaB says:

    Chi ragiona mettendo al centro se stesso ed il proprio egoismo, quasi sempre sragiona. Ognuno ha diritto di esprimere pacificamente cio’ che crede giusto.

    Chi e’ pieno di odio e di rancore, spesso e’ perche’ e’ fortemente insoddisfatto della propria vita… Siccome non vuole cambiare se stesso, accusa sempre gli altri di essere la causa dei suoi problemi e usa la violenza come risposta ad una manifestazione pacifica… Diventando, alla fine, cio’ che disprezza.

  10. Paolo says:

    Alla faccia delle pelose limitazioni…pur comprendendo che le sentinelle siano un movimento fortemente ideologico a cui piace fare del vittimismo, asserire che non vi sia omofobia quando delle persone si riuniscono per negare i diritti alle persone omosessuali è quanto di più assurdo possibile. Siamo sicuri che queste sentinelle stiano proprio bene?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download