Google+

Papa Francesco: «Non si può fare la “macedonia”: O Cristo o il mondo. Aprite il vostro cuore con libertà»

giugno 10, 2013 Redazione

Seguire Cristo non significa eseguire un serie di precetti: «È una conversione». E per farlo occorre aprire il cuore alla salvezza e alle beatitudini. Cioè essere uomini liberi

Papa Franceco, questa mattina nell’omelia alla Messa alla Casa Santa Marta, ha iniziato parlando di una parola («consolazione») che ritorna spesso all’inizio della seconda Lettera ai Corinzi di san Paolo. Paolo si rivolge «ai cristiani giovani nella fede» che «hanno incominciato da poco la strada di Gesù». Persone «normali», ma che «avevano trovato Gesù». È questo incontro che le cambia, che opera in loro una trasformazione. È la «forza speciale di Dio» che è per loro forza di consolazione cioè «la presenza di Dio nel nostro cuore». Tutto ciò basta? No, perché, ha aggiunto il pontefice «è necessario aprire la porta» cioè è necessaria la nostra «conversione».
«La salvezza è questo: vivere nella consolazione dello Spirito Santo, non vivere nella consolazione dello spirito del mondo», ha detto papa Francesco. «La salvezza è andare avanti e aprire il cuore, perché venga questa consolazione dello Spirito Santo, che è la salvezza. Ma non si può negoziare un po’ di qua e un po’ di là? Fare un po’ una macedonia, diciamo, no? Un po’ di Spirito Santo, un po’ di spirito del mondo… No! Una cosa o l’altra».
Dio, ha proseguito, lo dice chiaramente: «Non si possono servire due padroni: o si serve il Signore o si serve li spirito del mondo». Non si possono «mischiare», cercare compromessi. Dio ci indica chiaramente la via: le Beatitudini, di cui narra il Vangelo odierno. Queste Beatitudini, ha aggiunto il Santo Padre, «soltanto si capiscono se uno ha il cuore aperto, si capiscono dalla consolazione dello Spirito Santo», mentre «non si possono capire con l’intelligenza umana soltanto».

NON UN ELENCO DI COSE DA FARE. Le beatitudini «sono i nuovi comandamenti. Ma se noi non abbiamo il cuore aperto allo Spirito Santo, sembreranno sciocchezze. “Ma, guarda, essere poveri, essere miti, essere misericordiosi non sembra una cosa che ci porti al successo”. Se non abbiamo il cuore aperto e se non abbiamo gustato quella consolazione dello Spirito Santo, che è la salvezza, non si capisce questo. Questa è la legge per quelli che sono stati salvati e hanno aperto il loro cuore alla salvezza. Questa è la legge dei liberi, con quella libertà dello Spirito Santo».
Non è una precettistica, un elenco di cosa da fare e da eseguire, ma è una conversione. Una persona «può regolare la sua vita, sistemarla su un elenco di comandamenti o procedimenti», ma tutto questo «alla fine non ci porta alla salvezza». Basti pensare a coloro che erano intenti solo a «esaminare» la «dottrina nuova di Cristo e poi litigare con Gesù». Queste persone avevano «il cuore chiuso alla salvezza». Perché? Perché noi «abbiamo paura della salvezza. Abbiamo bisogno, ma abbiamo paura»; una paura che deriva dal nostro timore ad abbandonarci totalmente a Lui: «Per salvarci dobbiamo dare tutto. E comanda Lui! E di questo abbiamo paura», perché «vogliamo comandare noi».

LIBERTA’. Cosa può permetterci di cambiare? Solo il dono più grande che abbiamo ricevuto da Lui: la libertà. La libertà che «nasce dallo Spirito Santo, che ci salva, che ci consola» e che ci «dà la vita».
«Possiamo oggi chiedere al Signore – ha concluso papa Francesco – la grazia di seguirlo, ma con questa libertà. Perché se noi vogliamo seguirlo con la nostra libertà umana soltanto, alla fine diventeremo ipocriti come quei farisei e sadducei, quelli che litigavano con Lui. L’ipocrisia è questo: non lasciare che lo Spirito cambi il cuore con la sua salvezza. La libertà dello Spirito, che ci dà lo Spirito, anche è una sorta di schiavitù, una “schiavitù” al Signore che ci fa liberi, è un’altra libertà. Invece, la libertà nostra soltanto è una schiavitù, ma non al Signore, ma allo spirito del mondo. Chiediamo la grazia di aprire il nostro cuore alla consolazione dello Spirito Santo, perché questa consolazione, che è la salvezza, ci faccia capire bene questi comandamenti».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

Prenderà il via dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sabato 29 e domenica 30 aprile il Campionato monomarca MINI Challenge 2017, organizzato con il supporto di ACI Sport. Le sei tappe previste, da aprile a ottobre, si correranno sui più celebri circuiti italici e, chi non potrà partecipare o assistere, potrà godersi la visione in streaming su Dplay, la piattaforma on […]

L'articolo MINI Challenge, al via la nuova edizione proviene da RED Live.

Ci sono eventi che arrivano immediatamente ai fasti della cronaca e altri, non meno importanti, che vuoi per casualità, vuoi perché comunicati con meno forza, passano quasi sotto silenzio. Mentre il Salone di Shangai, tuttora in corso, celebra una miriade di modelli e versioni dedicati pressoché esclusivamente al mercato cinese, resta inspiegabilmente in secondo piano […]

L'articolo Jeep Yuntu: l’ora dell’ibrido plug-in proviene da RED Live.

LIVE I mega SUV americani restano un sogno per chi ama il genere: in Europa non ce ne sono molti ma oggi ci si può avvicinare grazie a Ford Edge. È l’ammiraglia dei SUV dell’ovale blu: con 4,81 metri di lunghezza (+ 30 centimetri rispetto alla Kuga) e la seduta a ben 70 centimetri da terra, domina il traffico. […]

L'articolo Prova Ford EDGE Sport 2.0 TdCi proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana