Google+

Otto anni di YouTube, auguri al fenomeno da un miliardo di utenti unici al mese Video

aprile 24, 2013 Paola D'Antuono

Con un video allo zoo cominciava l’avventura della piattaforma di condivisione video. Che oggi è il terzo sito più visitato al mondo dopo Google e Facebook

Il 23 aprile del 2005 Jawed Karim pubblicava il primo video sulla piattaforma YouTube. Karim, insieme a Chad Hurley e Steve Chen aveva appena dato il via a una delle più grandi rivoluzioni social di tutti i tempi, cominciata nell febbraio dello stesso anno da un’idea di queste tre giovani menti, tutti ex dipendenti di PayPal.

GOOGLE. Da allora sono passati otto anni e YouTube è quotidianamente sulla bocca di tutti. E sui tablet, i pc, gli smartphone di milioni e milioni di utenti in tutto il mondo, che per più di quattro miliardi di volte, dalla sua fondazione a oggi, hanno visualizzato un video su YouTube. Oggi il sito di condivisione video è il terzo più visitato al giorno, dopo Facebook, al secondo posto, e Google, al primo. Proprio l’azienda proprietaria del motore di ricerca più famoso al mondo il 10 ottobre del 2006 acquistò YouTube per la stratosferica cifra di 1,56 miliardi di dollari, pagati in azioni proprie.

STAR. Una cifra da capogiro che esemplifica il valore commerciale di YouTube, una piattaforma in grado di lanciare fenomeni come Psy e Justin Bieber e di permettere anche alle star di casa nostra, come Clio Make Up e Willwoosh, di conquistare una notorietà altrimenti impossibile. Il segreto sta tutto lì, in un video da pochi minuti in cui si cerca di far ridere gli utenti, di insegnargli come truccarsi o come smontare un computer senza fare danni o in cui, come nel caso del fenomeno Bieber, si canta davanti alla telecamera sperando un giorno di essere notati da chi conta. Grazie a YouTube oggi chi conta davvero è l’utente, che con un clic può decidere le sorti di un artista o di un comico, anche se le strategie di marketing e pubblicità contribuiscono non poco a influenzarne le scelte.

I NUMERI. Ma sono i numeri a parlare più di ogni altra considerazione: ogni mese più di un miliardo di utenti unici visita YouTube e guarda oltre 4 miliardi di ore di video. Ogni minuto vengono caricate 72 ore di video e ogni giorno vengono registrate milioni di iscrizioni ai canali che consento di stabilire un contatto con amici e star di ogni genere. Attualmente la piattaforma è localizzata in 53 paesi e parla 61 lingue, e il 70 per cento del traffico proviene da aree geografiche al di fuori degli Stati Uniti. Il video più visto su YouTube è Gangnam Style del rapper coreano Psy, che conta a oggi più di 1 miliardo e cinquecentocinquanta visualizzazioni, seguono Justin Bieber e Jennifer Lopez. E pensare che tutto partì da un inguardabile video allo zoo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. ragnar scrive:

    Grazie youtube che ci hai fatto conoscere autentici fenomeni come Germano Mosconi, Mario Magnotta, Tiziano Lugaresi. Grazie per aver reso piú famoso Pino Scotto. Grazie per aver sparso per il mondo PSY e il Gangnam Style…

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana