Google+

Nel 2050 non mangeremo più carne: ci sarà troppa poca acqua (e troppi cinesi)

agosto 29, 2012 Daniele Ciacci

Uno studio dello Stockholm International Water Institute prospetta che nel 2050, per mancanza d’acqua, saremo tutti costretti a una dieta vegetariana. Sempre che si sopravviva al governo Monti.

Entro il 2050 saremo tutti vegetariani. Non è un tentativo di Umberto Veronesi di omologarci tutti al sacro detto “verde è bello” – evitando qualunque riferimento leghista –, bensì una necessità, un’azione coatta per garantirci la sopravvivenza. Uno studio dello Stockholm International Water Institute, per opera del professor Malik Falkenmark, lascia pochi dubbi. L’incremento demografico, unito a un certo appianamento delle condizioni economiche – i paesi ricchi sono in preda alla crisi, quelli in via di sviluppo decisamente avanzati –, potrebbe portare a un cambiamento di “mentalità”: cinesi e indiani, con una dieta essenzialmente basata su prodotti vegetali, potrebbero iniziare a consumare carne come un occidentale qualsiasi.

Il problema non è strettamente dietetico. Il consumo di acqua per allevare animali è dieci volte maggiore di quello necessario per la coltivazione, a parità di valore nutrizionale dei prodotti assorbiti durante i pasti. Per cui, il decisivo e costante aumento delle temperature, in linea con la scarsità di risorse idriche, condurrà a un cambiamento delle abitudini alimentari. Male male male. Basta porchetta, basta sagre di paese a base di lambrusco e salamella. Dovremo acquistare insalatine e prodotti di soia: è tempo di tirare la cinghia. Quindi, cari amanti della bistecca, abbuffatevi finché potete, perché nel 2050 non avrete neanche uno spiedino.

Per non dire addio alla carne, dovremmo avere più acqua. Ma i ghiacciai della Groenlandia si assottigliano. Secondo tanti studi accademici lo spessore della superficie artica è sempre più sottile, entro il 2100 il livello del mare aumenterà di 3 metri. Prepariamoci dunque ad abbandonare Venezia, New York, gli atolli caraibici e indonesiani. L’insalatina potremo gustarla solo a Milano dove, sia detto tra parentesi, farà sempre più caldo per colpa del riscaldamento globale ad opera dell’inquinamento atmosferico, dell’ingrossamento del buco dell’ozono, dello sviluppo industriale dei Brics, così disinteressati al futuro del pianeta. E poi c’è l’inversione del campo magnetico terrestre, fenomeno misterioso che espone il pianeta a radiazioni di qualunque forma. Insomma, a partire dal 2050 secondo gli scienziati la vita sarà un inferno. Sempre che si sopravviva al governo Monti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. antonio colombo scrive:

    I’ll suo intervento mi sembrava fatto da una persona intelligente sino a quando ho letto la frase “sempre che si sopravviva al governo monti” ……ma che vuol dire ? Perche’ posizionare in questo modo le cose ? Per voi di tempi era forse meglio I’ll governo precedente che faceva “del senso religioso ” il suo pilastro fondamentale ????

  2. francesco taddei scrive:

    il Sig. Colombo ha ragione.

  3. Giovanni scrive:

    figuriamoci se non si deve infilare una mini polemica (su monti) in un articolo che di polemico di per se non aveva nulla. Ormai tra tempi e il fatto quotidiano non c’è più nessuna differenza…ognuno crede di avere la verità in mano e va per la sua strada credendosi il meglio…fortunatamente il meeting ci ha mostra altre possibilità!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana