Google+

Miserando atque eligendo. Ecco lo stemma episcopale di Jorge Mario Bergoglio

marzo 14, 2013 Redazione

L’espressione latina significa “guardò con misericordia e lo scelse” ed è tratta da san Beda il Venerabile che così descrive il modo con cui Gesù ha trattato il pubblicano Matteo.

Il motto episcopale scelto del cardinale Jorge Mario Bergoglio, oggi papa Francesco, è “Miserando atque eligendo”. La frase latina significa “guardò con misericordia e lo scelse” e si riferisce al Vangelo di Matteo, quando Gesù incontra il pubblicano Matteo.

MISERANDO ATQUE ELIGENDO. L’espressione scelta da Bergoglio è contenuta in un passaggio dell’Homilia 21 di san Beda il Venerabile, proposta dalla liturgia nell’Ufficio delle letture il 21 settembre, nella festa di san Matteo apostolo: «Gesù vide un uomo, chiamato Matteo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: “Seguimi” (Mt 9,9). Vide non tanto con lo sguardo degli occhi del corpo, quanto con quello della bontà interiore. Vide un pubblicano e, siccome lo guardò con sentimento di amore e lo scelse – miserando atque eligendo –, gli disse: “Seguimi”».

STEMMA EPISCOPALE. Lo stemma episcopale, oltre al motto, presenta al centro, su campo blu, il monogramma di Cristo, presentato nella tipica forma grafica dei gesuiti. Appaiono anche una stella e un grappolo d’uva. Lo stemma, come avviene di solito, è poi contornato dai fiocchi posti su cinque file a indicare il cardinalato, come rivela il galero rosso, in alto, con le 15 nappe rosse per lato.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

Tempi Motori – a cura di Red Live

La versione da pista della 308 GTi vede il 1.6 turbo benzina erogare 308 cv e lavorare in abbinamento a un cambio sequenziale a 6 marce. In Italia correrà nel CITE.

A partire da settembre sarà possibile provare in anteprima oltre 100 nuovi modelli della gamma Scott 2016

Probabilmente giunta al punto più alto della sua evoluzione, l'Iron è completa, equilibrata, gratificante da guidare e molto carismatica. Da 10.200 euro franco concessionario, in vendita fin da settembre

La 500X passa la prova del nove. Nove come i rapporti del suo cambio automatico. Bello lo stile, azzeccati gli interni: è la prima Fiat a far girare la testa ai passanti

La wagon derivata dall’erede della Laguna adotta dei moderni 1.6 turbo benzina o diesel. Tecnica raffinata: alla sterzatura integrale si abbinano gli ammortizzatori attivi.

Speciale Nuovo San Gerardo