Google+

Miserando atque eligendo. Ecco lo stemma episcopale di Jorge Mario Bergoglio

marzo 14, 2013 Redazione

L’espressione latina significa “guardò con misericordia e lo scelse” ed è tratta da san Beda il Venerabile che così descrive il modo con cui Gesù ha trattato il pubblicano Matteo.

Il motto episcopale scelto del cardinale Jorge Mario Bergoglio, oggi papa Francesco, è “Miserando atque eligendo”. La frase latina significa “guardò con misericordia e lo scelse” e si riferisce al Vangelo di Matteo, quando Gesù incontra il pubblicano Matteo.

MISERANDO ATQUE ELIGENDO. L’espressione scelta da Bergoglio è contenuta in un passaggio dell’Homilia 21 di san Beda il Venerabile, proposta dalla liturgia nell’Ufficio delle letture il 21 settembre, nella festa di san Matteo apostolo: «Gesù vide un uomo, chiamato Matteo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: “Seguimi” (Mt 9,9). Vide non tanto con lo sguardo degli occhi del corpo, quanto con quello della bontà interiore. Vide un pubblicano e, siccome lo guardò con sentimento di amore e lo scelse – miserando atque eligendo –, gli disse: “Seguimi”».

STEMMA EPISCOPALE. Lo stemma episcopale, oltre al motto, presenta al centro, su campo blu, il monogramma di Cristo, presentato nella tipica forma grafica dei gesuiti. Appaiono anche una stella e un grappolo d’uva. Lo stemma, come avviene di solito, è poi contornato dai fiocchi posti su cinque file a indicare il cardinalato, come rivela il galero rosso, in alto, con le 15 nappe rosse per lato.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
Sulle tracce di Cristo - Viaggio in Terrasanta con don Luigi Giussani

Tempi Motori – a cura di Red Live

La 911 Serie 991 sovralimentata si fregia dell’allestimento GTS. Alle carreggiate ampliate stile 4S si accompagna un’iniezione di grinta per il 6 cilindri boxer 3.0 biturbo che passa da 420 a 450 cv. È disponibile nelle configurazioni Coupé, Cabriolet e Targa.

Arriverà in tarda primavera la nuova versione sportiva della gamma Q5. Con 354 cv, scatta da 0 a 100 in 5,4 secondi e può raggiungere i 250 km/h. Ricchissima la dotazione di serie.

Modulare tanto in abitacolo quanto nella meccanica, il microbus elettrico tedesco ispirato al mitico Bulli è omologato per otto persone e adotta due motori con una potenza complessiva di 370 cv. Autonomia di 600 km e guida autonoma.

Erede della monovolume Meriva, è una crossover compatta che si affianca a Mokka X e può contare su di un ampio spazio a bordo e una generosa capacità di carico. Ricca dotazione multimediale e di sicurezza. In arrivo a giugno.

Nissan ripercorre in un breve video dieci di storia della sua crossover best-seller, la Qashqai. A breve partiranno le celebrazioni ufficiali, con eventi dedicati anche alla clientela

banner Mailup
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana