Google+

Milano vara la cittadinanza per i figli degli stranieri. Ma è solo una cerimonia simbolica

gennaio 29, 2013 Matteo Rigamonti

Il provvedimento, senza nessun valore legale, mira a fare della città di Sant’Ambrogio un «laboratorio di diritti». Proprio come con il registro delle unioni civili.

A Milano la cittadinanza italiana per tutti i bambini nati da genitori stranieri sarà presto realtà. Anzi, no. Quasi realtà. O, ancora meglio e se si vuole essere più precisi, per nulla reale. Già, perché l’attestato con cui il Comune conferirà, con tanto di cerimonia, la cittadinanza onoraria ai figli di stranieri venuti al mondo sul suolo della metropoli milanese sarà soltanto, evidentemente, “simbolico”. Senza nessun valore di tipo legale.
A dare notizia della “cittadinanza simbolica” è stato il Corriere della Sera Milano, segnalando l’approvazione di un ordine del giorno presentato nell’aula di Palazzo Marino dalla consigliera del Pd Paola Bocci e approvato dalla maggioranza della giunta arancione di Pisapia. La cittadinanza simbolica ai figli degli stranieri nati in Italia verrà conferita una volta l’anno, insieme con tutte le altre cittadinanze onorarie.

«LABORATORIO DI DIRITTI». «Un segnale importante per l’Italia che verrà», ha dichiarato Bocci. «Un altro passo verso l’integrazione che acquista un valore ancora più forte se legato a iniziative per promuovere lo ius soli». «Anche se lo status giuridico non cambia». Secondo lo ius soli, infatti, in quei paesi che lo applicano, come l’America, è cittadino originario chi nasce sul territorio dello Stato, indipendentemente dalla cittadinanza posseduta dai genitori. Mentre in Italia lo ius soli non vale ancora. A valere è, invece, lo ius sanguinis, imperniato sull’elemento della discendenza o della filiazione. Come ricordato anche sul sito del ministero dell’Interno, infatti, «la legge 91 del 1992 indica il principio dello ius sanguinis come unico mezzo di acquisto della cittadinanza a seguito della nascita, mentre l’acquisto automatico della cittadinanza iure soli continua a rimanere limitato ai figli di ignoti, di apolidi, o ai figli che non seguono la cittadinanza dei genitori».
«La nostra città – ha aggiunto l’assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino – si conferma laboratorio di diritti. Questo atto ha la stessa forza del registro delle unioni civili. Coinvolgeremo anche la scuola».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Hughes scrive:

    La sinistra usa l’amministrazione del comune di Milano per operazioni ideologiche senza alcun incidenza concreta sulla realtà se non quella “educativa”. Il pallino dei compagni infatti è, da sempre, quello di dovere ri-educare ai sacri principi di sinistra un popolo tendenzialmente gretto e privo di valori. Nei Paesi in cui il comunismo ha preso il potere la ri-educazione ha preso le forme di veri e propri gulag (vedi Corea del Nord). Da noi i comunisti si devono “accontentare” di rieducarci dagli scranni di sindaco e assessore. Ciò che è più grave è il tentativo di coinvolgere la scuola, le menti dei bambini, in questo genere di operazioni. Esercitiamo il nostro diritto alla legittima difesa, anche nelle urne il prossimo 24 febbraio.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana