Google+

Inghilterra. Tutti s’indignano per la showgirl che abortisce per andare al Grande Fratello. Nessuno per i 98 mila aborti illegali

aprile 23, 2014 Redazione

Josie Cunningham interromperà la gravidanza perché vuole partecipare al Big Brother. intanto passa sotto silenzio la notizia che il 54 per cento degli aborti inglesi avviene illegalmente

Josie CunninghamSono ovviamente scandalose le dichiarazioni di Josie Cunningham, la showgirl inglese che ha detto che abortirà per poter partecipare al Grande Fratello. La ragazza, 23 anni, già madre di due figli, ha dichiarato al Mirror essere sua intenzione interrompere la gravidanza per poter partecipare al Big Brother. «Sono sul punto di diventare famosa e non ho nessuna intenzione di rovinare tutto ora – ha detto Josie –. Un aborto favorirà la mia carriera: il prossimo anno non voglio avere un bambino. Voglio diventare famosa, alla guida di una Range Rover rosa brillante, e voglio comprare una grande casa. Niente potrà intromettersi sulla mia strada».

ME NE FREGO. Ma attenzione a far scattare in automatico l’indignazione. In realtà, è proprio quello che Josie mira ad ottenere. La ragazza, infatti, non è nuova a certe uscite. Un anno fa, aveva fatto un intervento al seno per aumentarne la misura e si era fatta rimborsare dal servizio sanitario nazionale, sostenendo che solo così avrebbe potuto mantenere il proprio equilibrio mentale. Anche per quel che riguarda l’aborto, il tentativo di Josie è evidentemente quello di far parlare di sé. Ha infatti affermato di non essere sicura sull’identità del padre, essendo indecisa tra un calciatore e un facoltoso cliente incontrato mentre lavorava come escort. Ha quindi postato su internet un’immagine di un’ecografia del bambino. Ha rincarato la dose ammettendo di voler approfittare – come è suo diritto in Inghilterra – delle cure dentali gratuite previste per le donne in attesa: «Non è che sono rimasta incinta per farmi curare gratuitamente i denti – ha detto al Sun -, ma è un vantaggio enorme. Sono sicura che la gente sarà infastidita dal fatto che ho questo privilegio, ma non me ne potrebbe importare di meno».

NOVANTOTTOMILA. Insomma, tutte “sparate” che hanno i solo obiettivo di far parlare di sé. D’altronde, non è questa la regola numero uno della pubblicità? E il prodotto che Josie vende è se stessa. In realtà, l’aspetto più interessante della vicenda è la corale condanna delle affermazioni della giovane showgirl e le minacce di boicottaggio se il Grande Fratello accetterà la sua candidatura. Ok, siamo tutti d’accordo. Non vi pare però strano che unanime sdegno non si sia sollevato in questi giorni alla notizia che, dati alla mano, e come vi abbiamo raccontato qui, nel 2012 in Inghilterra il 54 per cento degli aborti si sono svolti illegalmente? In numeri si tratta di 98 mila casi. Novantottomila.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

6 Commenti

  1. beppe says:

    e il servizio sanitario PSICHIATRICO in inghilterra, come funziona? è gratis e obbligatorio anche là?

  2. Giovanni says:

    Nelle società anglosassoni essere famosi per le proprie cattive attitudini, come il cinismo e l’egoismo, è altrettanto redditizio che esserlo per le buone. Nel wrestling ad esempio, ci sono proprio due squadre: i Face , corretti e leali e gli Heel cattivi e scorretti. E’ tutto finto in realtà, fa parte dello spettacolo. Basta non dargli corda

  3. augusto says:

    Quello di questa ragazza è il delirio di una squinternata !

    • giovanni says:

      Non capisco lo scandalo! Senza arrivare al punto estremo, dove questa svitata è arrivata, ma, tra i partecipanti al grande fratello, (e non solo a quello) non credo sia l’unica disposta ha rischiare tantissimo, pur di arrivare al “successo”

  4. Hectro Hammond says:

    Sintetico ma efficace!

  5. Cisco says:

    Evidentemente rifarsi le tette non è stato sufficiente per il suo equilibrio mentale: restituisca i soldi agli inglesi!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.