Google+

Inghilterra. Tutti s’indignano per la showgirl che abortisce per andare al Grande Fratello. Nessuno per i 98 mila aborti illegali

aprile 23, 2014 Redazione

Josie Cunningham interromperà la gravidanza perché vuole partecipare al Big Brother. intanto passa sotto silenzio la notizia che il 54 per cento degli aborti inglesi avviene illegalmente

Josie CunninghamSono ovviamente scandalose le dichiarazioni di Josie Cunningham, la showgirl inglese che ha detto che abortirà per poter partecipare al Grande Fratello. La ragazza, 23 anni, già madre di due figli, ha dichiarato al Mirror essere sua intenzione interrompere la gravidanza per poter partecipare al Big Brother. «Sono sul punto di diventare famosa e non ho nessuna intenzione di rovinare tutto ora – ha detto Josie –. Un aborto favorirà la mia carriera: il prossimo anno non voglio avere un bambino. Voglio diventare famosa, alla guida di una Range Rover rosa brillante, e voglio comprare una grande casa. Niente potrà intromettersi sulla mia strada».

ME NE FREGO. Ma attenzione a far scattare in automatico l’indignazione. In realtà, è proprio quello che Josie mira ad ottenere. La ragazza, infatti, non è nuova a certe uscite. Un anno fa, aveva fatto un intervento al seno per aumentarne la misura e si era fatta rimborsare dal servizio sanitario nazionale, sostenendo che solo così avrebbe potuto mantenere il proprio equilibrio mentale. Anche per quel che riguarda l’aborto, il tentativo di Josie è evidentemente quello di far parlare di sé. Ha infatti affermato di non essere sicura sull’identità del padre, essendo indecisa tra un calciatore e un facoltoso cliente incontrato mentre lavorava come escort. Ha quindi postato su internet un’immagine di un’ecografia del bambino. Ha rincarato la dose ammettendo di voler approfittare – come è suo diritto in Inghilterra – delle cure dentali gratuite previste per le donne in attesa: «Non è che sono rimasta incinta per farmi curare gratuitamente i denti – ha detto al Sun -, ma è un vantaggio enorme. Sono sicura che la gente sarà infastidita dal fatto che ho questo privilegio, ma non me ne potrebbe importare di meno».

NOVANTOTTOMILA. Insomma, tutte “sparate” che hanno i solo obiettivo di far parlare di sé. D’altronde, non è questa la regola numero uno della pubblicità? E il prodotto che Josie vende è se stessa. In realtà, l’aspetto più interessante della vicenda è la corale condanna delle affermazioni della giovane showgirl e le minacce di boicottaggio se il Grande Fratello accetterà la sua candidatura. Ok, siamo tutti d’accordo. Non vi pare però strano che unanime sdegno non si sia sollevato in questi giorni alla notizia che, dati alla mano, e come vi abbiamo raccontato qui, nel 2012 in Inghilterra il 54 per cento degli aborti si sono svolti illegalmente? In numeri si tratta di 98 mila casi. Novantottomila.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

6 Commenti

  1. beppe scrive:

    e il servizio sanitario PSICHIATRICO in inghilterra, come funziona? è gratis e obbligatorio anche là?

  2. Giovanni scrive:

    Nelle società anglosassoni essere famosi per le proprie cattive attitudini, come il cinismo e l’egoismo, è altrettanto redditizio che esserlo per le buone. Nel wrestling ad esempio, ci sono proprio due squadre: i Face , corretti e leali e gli Heel cattivi e scorretti. E’ tutto finto in realtà, fa parte dello spettacolo. Basta non dargli corda

  3. augusto scrive:

    Quello di questa ragazza è il delirio di una squinternata !

    • giovanni scrive:

      Non capisco lo scandalo! Senza arrivare al punto estremo, dove questa svitata è arrivata, ma, tra i partecipanti al grande fratello, (e non solo a quello) non credo sia l’unica disposta ha rischiare tantissimo, pur di arrivare al “successo”

  4. Hectro Hammond scrive:

    Sintetico ma efficace!

  5. Cisco scrive:

    Evidentemente rifarsi le tette non è stato sufficiente per il suo equilibrio mentale: restituisca i soldi agli inglesi!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Con il nuovo Peugeot Belville, la Casa del Leone s’inserisce in uno dei mercati più floridi in assoluto: quello degli scooter piccoli a ruota alta. È disponibile in due cilindrate (125 e 200) con prezzi a partire da 2.950 euro

L'articolo Prova Peugeot Belville proviene da RED Live.

Che Kia sia un’azienda coreana Doc è assodato ma è altresì vero che il suo quartier generale europeo si trova ad appena 500 metri dall’entrata del Salone di Francoforte. E’ quindi normale che Kia viva la kermesse tedesca in modo speciale, come la fiera di casa, quella in cui sfruttare il fattore campo favorevole per […]

L'articolo Kia Proceed Concept: il futuro passa da qui proviene da RED Live.

Tucano Urbano gioca d’anticipo su EICMA e presenta ora la collezione autunno/inverno 2017/2018. Per chi viaggia in moto 365 giorni all’anno.

L'articolo Tucano Urbano collezione autunno/inverno 2017/2018 proviene da RED Live.

È la nuova proposta a firma Diamante-DMT per l’agonista che pratica XC o Marathon ma anche per il biker esigente, che da ogni uscita si aspetta il massimo in termini di prestazione proprie e della sua attrezzatura. La DMT DM1 è progettata e realizzata per essere affidabile e performante, caratteristiche ottenute anche grazie a una […]

L'articolo DM1, nuova scarpa offroad by DMT proviene da RED Live.

Anticipa una berlina compatta a zero emissioni al debutto entro il 2022. Alla trazione integrale a gestione elettronica abbina due motori a batteria e una potenza di 272 cv. Autonomia di 400 km.

L'articolo Mercedes EQ A: la compatta di domani proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana