Google+

Il metal induce in depressione

ottobre 27, 2011 Redazione


Secondo Katrina McFerran, ricercatrice e musicoterapeuta dell’Università di Melbourne, «molti ragazzi si avvicinano alla musica in modo positivo. Non così chi ascolta heavy metal»


Secondo Katrina McFerran, ricercatrice e musicoterapeuta dell’Università di Melbourne, «molti ragazzi si avvicinano alla musica in modo positivo. Non così chi ascolta heavy metal». Lo studio effettuato dalla dottoressa McFerran su mille ragazzini tra i 13 e 18 anni dimostrerebbe infatti che i giovani patiti di metal sono più portati a sviluppare sintomi depressivi rispetto ai coetanei. «Quando uno di loro ascolta la stessa canzone più e più volte, ossessivamente, lo fa per isolarsi ed evadere dalla realtà», rincara la scienziata. Che però ha pronto anche un bel consiglio per mamma e papà: «I genitori devono chiedere ai figli: questo genere di musica come ti fa sentire?».

CURA. Giusto, allontaniamo i giovani da quelle deprimenti schitarrate. Mamme, papà, fate fare al vostro piccolo metallaro quello che fanno i ragazzini felici. Non lasciate che si isoli. Trovategli qualche amico su Facebook. Seguitelo su Twitter, fategli sentire che ogni cosa che pensa è importante (purché non sfori i 140 caratteri). Chattate con lui, adescatelo fingendovi tredicenni sporcaccione. Fategli passare lunghi pomeriggi attaccato alla Playstation. Dopo, se la tristezza non gli passa, lasciate pure che si sfondi i timpani coi Sepultura. A quel punto gli parranno i Gipsy Kings.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. Steel Diamond scrive:

    Salve,io ascolto Heavy Metal da 5 anni,sono felice anzi felicissima,il Metal mi ha aperto le porte dal punto di vista professionale:io scrivo recensioni dischi,studio critica musicale all’università e dipingo tele “Metal”,per me è importantissimo,sono più interessata a ciò che mi circonda,cosa che prima non avevo quando ascoltavo musica POP.
    Quando ho letto questa notizia non rimasta sorpresa in verità perchè ormai la gente è brava a parlare senza conoscere,e questa “ricercatrice” lo ha dimostrato alla grande,io ho un grande rispetto per la ricerca,ma che facciano il loro lavoro che abbia un fine,non per condannare una certa fascia della popolazione.Sempre le stesse identiche cose:”il metal è satanico,porta alla violenza,al suicidio”,”è solo rumore” e mille altre cose dette da gente che non sa niente di niente,che se gli chiedi “conosci gli iron maiden o i black sabbath ?”,non ti sanno rispondere,che se appena vedono un individuo con capelli lunghi o giacca di pelle lo guardano male.
    Siamo nel 2011 e ancora si ragiona in questo modo,che diritto avete di condannare chi ascolta Heavy Metal????Come vi permettete??
    Porta alla depressione???Cosa centra la musica,la psiche umana reagisce anche senza di essa.I metallari tendono ad evadere dalla realtà???Anche vedendo un film o leggendo un libro è la stessa cosa,potrà essere vero ma questo non significa DEPRESSIONE.
    Basta con questi pregiudizi infondati,è un genere che critica il sistema ma molta gente lo sta facendo in questi giorni con il movimento “indignados”,e allora???Che male c’è???
    Avete rotto,bastaaaaaaaa!!
    Ognuno ascolta quello che gli pare,tutti i metallari sono felici perchè sono metallari,ma ancora voi non ve ne rendete conto perchè avete la mente offuscata,andate a fare un giro ai concerti e fatemi saper,perchè la realtà è bene diversa da come la descrivono i giornalisti e i “ricercatori” come questa signora!
    Fatevi un bel lavaggio del cervello.
    Ciao

  2. Steel Diamond scrive:

    CURA. Giusto, allontaniamo i giovani da quelle deprimenti schitarrate. Mamme, papà, fate fare al vostro piccolo metallaro quello che fanno i ragazzini felici. Non lasciate che si isoli. Trovategli qualche amico su Facebook. Seguitelo su Twitter, fategli sentire che ogni cosa che pensa è importante (purché non sfori i 140 caratteri). Chattate con lui, adescatelo fingendovi tredicenni sporcaccione. Fategli passare lunghi pomeriggi attaccato alla Playstation. Dopo, se la tristezza non gli passa, lasciate pure che si sfondi i timpani coi Sepultura. A quel punto gli parranno i Gipsy Kings.

    Chi ha scritto questo articolo,specialmente l’ultima parte si deve vergognare,ho 21 anni i miei genitori sanno che ascolto heavy metal,non mi chiedono come sto con questa musica perchè sanno esattamente che il Metal non porta alla depressione.
    Deprimenti schitarrate???Ma avete mai sentito qualcosa di Heavy Metal??O conoscete soltanto la musica POP???I Sepultura sono considerati tra i gruppi più colti della scena metal odierna,informatevi prima di parlare.Preferisco cento volte ascoltare un disco metal piuttosto che deprimermi con certi discorsi scritti qui dentro,mi fate una grande tristezza.

  3. metalsimo scrive:

    Steel se sei una ragazza sposami ahahah brava fai bene ad ascoltare METAL \m/

  4. gianluca the maker scrive:

    La musica è cultura…..tutta la musica…..dottoroni e psicologi andassero a buscarsi la pagnotta curando la gente,non riempiendosi la bocca di stereotipi da sale universitarie….io ascolto il rock dalla A alla Z….passando per la M di Metallica Megadeth Motörhead Maiden ecc….aprire la mente ai giovani…non chiuderla please

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana