Google+

Grillo e lo sfondo del desktop

febbraio 28, 2015 Emanuele Boffi

Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando pendevamo dalle labbra del leader 2.0: moderno, vincente, futuristico

beppe-grillo-sh«Abbiamo conquistato Parma, la nostra Stalingrado, e adesso andiamo verso Berlino» erano le parole con cui il 21 maggio 2012 Beppe Grillo commentava il risultato dell’elezione di Federico Pizzarotti, primo sindaco pentastellato di un certo rilievo.

Descrivendolo in quella giornata, Fabrizio Roncone sul Corriere della Sera ci restituì l’immagine del leader 2.0: moderno, vincente, futuristico. Mentre gli altri capipartito piangevano in tv qualche secondo in più di collegamento, il web-guru, schifando i vecchi arnesi della comunicazione tradizionale, postava su Facebook, twittava su Twitter e faceva incetta di commenti e condivisioni.

Una slavina che partiva da un mouse. Nessuna sezione di partito, a casa sua (quella casa che comprò «seguendo il consiglio del mio amico Gino Paoli») c’erano solo Grillo, il suo monitor e la sua tastiera.

È passata acqua sotto i ponti e di Parma si parla per rogne calcistiche, di Gino Paoli per rogne fiscali. Di Grillo e della sua valanga di clic si discute perché Repubblica ha scritto che «il suo blog va male» e il Nostro s’è incazzato postando altri numeri, altri dati, altri hashtag.

Se sia vero il calo, poco importa. Fa più impressione pensare alla sbornia che ci siamo presi quando abbiamo creduto che tweet e post, clic e condivisioni potessero essere il modo più furbo per fare politica e non invece solo tweet e post, clic e condivisioni. E che bastasse cambiare lo sfondo del desktop per cambiare il panorama che stava fuori dalla finestra.

Foto Beppe Grillo da Shutterstock

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. maurizio says:

    Grillo? era meglio da comico..almeno faceva divertire…come imbonitore politico fa solo piangere!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi