Google+

I giocattoli di oggi sono troppo rosa. Petizione per balocchi “neutri” (come i bambini?)

giugno 11, 2013 Elisabetta Longo

Una petizione vuole cancellare l’identificazione di genere nei giocattoli, mettendo al bando le indicazioni “per maschi” e “per femmine”. A partire dai colori

Le battaglie di genere si fanno anche sui giocattoli e sui cartoni animati (e sulla pelle degli inconsapevoli bambini). “Let toys be toys”, lasciate che i giocattoli siano giocattoli, è una petizione inglese che da qualche mese chiede alle aziende di giochi inglesi di mettere in commercio prodotti neutri. Al bando le indicazioni “per maschi” o “per femmine”, i fautori di questa campagna vogliono che i bambini siano liberi di intrattenersi con cosa vogliono. Quindi che i maschietti giochino pure con le bambole e le femminucce coi soldatini. Sciocchezze, ovviamente, che però vengono usate dagli adulti per portare avanti campagne ideologicamente orientate a una certa visione del mondo.
Ne sa qualcosa il grande magazzino “Boots” che si è dovuto scusare per aver sistemato i giocattoli per bambini e bambine in corsie differenti. È stato sommerso di lettere di proteste, e ha dovuto dovuto rimuovere le indicazioni.

DIFFERENZE. Ora tornano all’attacco, forti ormai di oltre 6 mila firme, postando in rete la dimostrazione di come i giocattoli siano sempre più rosa e diversi tra maschi e femmine. Se negli anni Settanta i passeggini per le bambole erano di colori neutri, con il passare del tempo sono diventati rosa. Lo stesso discorso vale per le minicucine che sono tanto amate dalle bambine, sia per il colore dei vestiti delle bambole.

STUDIOSI. Una ricercatrice di sociologia della California, Elisabeth Sweet, ha recentemente scritto al New York Times lodando questa petizione, e spiegando come, partendo da questo spunto, sia arrivata a verificare che la fattezze dei giocattoli siano notevolmente cambiate nel tempo. «Nel 1975 il 70 per cento dei giocattoli non aveva distinzioni di genere. È col passare degli anni che questo si è rafforzato. Penso che dovremmo tornare a quella modalità».
Anche lo psicologo Steve Biddulph, autore del volume Raising girls, è d’accordo e sposa la petizione. «Il messaggio che viene più dato alle bambine è quello di essere attraenti. Ed è per questo che, negli anni, anche simboli infantili come Fragolina Dolcecuore o i Minipony hanno cambiato forma, diventando da tondi e teneri, sinuosi e sensuali».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Piero scrive:

    E lo dice proprio un travestito! O signur!!!

  2. Mirk82 scrive:

    “Let men be men” “let women be women”

  3. Sabrina P.. scrive:

    Com’è possibile che la gente non si renda conto che attraverso la scelta dei giocattoli si educhi alla discriminazione sessuale. Vi siete mai chiesti perchè i giocattoli stupidi vengono acquistati soltanto alle bambine e i giocattoli violenti ed intelligenti soltanto ai bambini? Che cosa significa ideìntificazione di genere? Aggressività per l’uomo e sottomissione per la donna? Penso che sia bbastanza squallido far crescere una bambina con la sola idea della bellezza e della servitù per neonati ed adulti. Tutto ciò educa soltanto alla stupidità da un lato e all’aggressività dall’altro.Io per fortuna non sono stata cresciuta con tutta questa spazzatura e ringrazio mia madre per questo. Ho imparato ad amare e rispettare la natura quello era il mio mondo da bambina e questo è il mio mondo da adulta. Gli animali e le piante sono molto più educativi di tutta questa spazzatura che serve soltanto ad arricchire le case di qln e a riempire le discariche. Riflettete!!!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nel mondo delle supercar c’è grande fermento per l’imminente debutto della Aston Martin Valkyrie e della Mercedes-AMG Project One, “parenti strette” delle vetture da Formula 1. Auto che, però, vuoi per il frazionamento dei propulsori, vuoi per alcune soluzioni telaistiche, non attingono tanto profondamente quanto affermato nei proclami alla tecnologia delle monoposto. Diversamente da quanto […]

L'articolo Ferrari F50: la Formula 1 sono io proviene da RED Live.

Ha riconquistato ciò che un tempo era già suo. La Honda Civic Type R di nuova generazione è tornata al Nürburgring, riprendendosi il record per le vetture a trazione anteriore. Del resto, quello che altri chiamano “l’Inferno verde”, vale a dire la mitica Nordschleife – in tedesco l’anello nord – pista di 20,8 km entrata […]

L'articolo Honda Civic Type R MY17: Regina del Ring proviene da RED Live.

Cittadino, fuoristradista, “agonista”, pratico o “alieno”. Cinque modi d’essere automobilista. Cinque modi d’interpretare SUV e crossover. Ecco 20 modelli che soddisfano ogni gusto e desiderio.

L'articolo SUV e crossover compatte: ecco le migliori 25 proviene da RED Live.

Ebbene sì, è accaduto. Anche il Giaguaro si è spuntato le unghie ed è sceso a compromessi con il downsizing. La rinnovata sportiva F-Type, disponibile in configurazione sia Coupé sia Convertible, verrà dotata di un “piccolo” 4 cilindri 2.0 turbo da 300 cv, destinato ad affiancare i confermati V6 e V8 Supercharged. Turbina twin-scroll Pietra […]

L'articolo Jaguar F-Type 2.0T: la prima volta del 4 cilindri proviene da RED Live.

In mezzo a tante amenità con gli occhi a mandorla, al Salone di Shanghai si possono ammirare anche alcune autentiche perle. Tra queste merita una menzione speciale l’Aston Martin Vantage S Great Britain Edition, una serie speciale tirata in soli cinque esemplari destinati proprio al mercato cinese. Ciascuno sarà venduto a 236.000 sterline, pari a […]

L'articolo Aston Martin Vantage S Great Britain Edition proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana