Google+

I giocattoli di oggi sono troppo rosa. Petizione per balocchi “neutri” (come i bambini?)

giugno 11, 2013 Elisabetta Longo

Una petizione vuole cancellare l’identificazione di genere nei giocattoli, mettendo al bando le indicazioni “per maschi” e “per femmine”. A partire dai colori

Le battaglie di genere si fanno anche sui giocattoli e sui cartoni animati (e sulla pelle degli inconsapevoli bambini). “Let toys be toys”, lasciate che i giocattoli siano giocattoli, è una petizione inglese che da qualche mese chiede alle aziende di giochi inglesi di mettere in commercio prodotti neutri. Al bando le indicazioni “per maschi” o “per femmine”, i fautori di questa campagna vogliono che i bambini siano liberi di intrattenersi con cosa vogliono. Quindi che i maschietti giochino pure con le bambole e le femminucce coi soldatini. Sciocchezze, ovviamente, che però vengono usate dagli adulti per portare avanti campagne ideologicamente orientate a una certa visione del mondo.
Ne sa qualcosa il grande magazzino “Boots” che si è dovuto scusare per aver sistemato i giocattoli per bambini e bambine in corsie differenti. È stato sommerso di lettere di proteste, e ha dovuto dovuto rimuovere le indicazioni.

DIFFERENZE. Ora tornano all’attacco, forti ormai di oltre 6 mila firme, postando in rete la dimostrazione di come i giocattoli siano sempre più rosa e diversi tra maschi e femmine. Se negli anni Settanta i passeggini per le bambole erano di colori neutri, con il passare del tempo sono diventati rosa. Lo stesso discorso vale per le minicucine che sono tanto amate dalle bambine, sia per il colore dei vestiti delle bambole.

STUDIOSI. Una ricercatrice di sociologia della California, Elisabeth Sweet, ha recentemente scritto al New York Times lodando questa petizione, e spiegando come, partendo da questo spunto, sia arrivata a verificare che la fattezze dei giocattoli siano notevolmente cambiate nel tempo. «Nel 1975 il 70 per cento dei giocattoli non aveva distinzioni di genere. È col passare degli anni che questo si è rafforzato. Penso che dovremmo tornare a quella modalità».
Anche lo psicologo Steve Biddulph, autore del volume Raising girls, è d’accordo e sposa la petizione. «Il messaggio che viene più dato alle bambine è quello di essere attraenti. Ed è per questo che, negli anni, anche simboli infantili come Fragolina Dolcecuore o i Minipony hanno cambiato forma, diventando da tondi e teneri, sinuosi e sensuali».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Piero says:

    E lo dice proprio un travestito! O signur!!!

  2. Mirk82 says:

    “Let men be men” “let women be women”

  3. Sabrina P.. says:

    Com’è possibile che la gente non si renda conto che attraverso la scelta dei giocattoli si educhi alla discriminazione sessuale. Vi siete mai chiesti perchè i giocattoli stupidi vengono acquistati soltanto alle bambine e i giocattoli violenti ed intelligenti soltanto ai bambini? Che cosa significa ideìntificazione di genere? Aggressività per l’uomo e sottomissione per la donna? Penso che sia bbastanza squallido far crescere una bambina con la sola idea della bellezza e della servitù per neonati ed adulti. Tutto ciò educa soltanto alla stupidità da un lato e all’aggressività dall’altro.Io per fortuna non sono stata cresciuta con tutta questa spazzatura e ringrazio mia madre per questo. Ho imparato ad amare e rispettare la natura quello era il mio mondo da bambina e questo è il mio mondo da adulta. Gli animali e le piante sono molto più educativi di tutta questa spazzatura che serve soltanto ad arricchire le case di qln e a riempire le discariche. Riflettete!!!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.